Questo sito contribuisce all'audience di

Aiuta l’intestino a essere regolare e riduce il colesterolo. Tutte le proprietà e i benefici del grano duro

I chicchi crudi, presi la mattina durante la colazione, aiutano il fegato a svolgere la sua azione depurativa. Mentre il germe del grano duro protegge le cellule dai radicali liberi. Assolutamente proibito in caso di celiachia.

di Posted on
Condivisioni

PROPRIETÀ DEL GRANO DURO

La buona salute passa dalle nostre abitudini alimentari. Per questa ragione se avete problemi di funzionamento del vostro intestino o dovete ridurre il colesterolo è il caso di iniziare a usare il grano duro. I cereali integrali, se presi con continuità, a partire da tre volte alla settimana, rappresentano infatti un significativo toccasana per la nostra salute. Secondo le ricerche scientifiche i benefici più importanti vanno in tre direzioni. Si abbassano del 20 per cento i rischi delle malattie cardiocircolatorie, dall’ictus all’infarto; crolla il pericolo dei tumori gastro-intestinali, di circa il 40 per cento; diminuiscono anche le probabilità del diabete.

LEGGI ANCHE: La vergogna dello spreco del grano italiano: lo paghiamo una miseria e lo importiamo (scadente) 

BENEFICI DEL GRANO DURO

In particolare la semola integrale di grano duro della Molisana è molto ricca di fibre, può essere perfino lavorata a pietra ed è utilizzabile in tante ricette, sia per piatti salati sia per i dolci.  Il grano duro sin dall’antichità ha giocato un ruolo fondamentale nell’evoluzione del genere umano. Con questo cerale di fatto nasce l’agricoltura  e sono davvero tantissime le popolazioni antiche che lo consideravano un dono degli dei. In India si credeva che fosse un presente dato all’umanità dal dio Brahma, in Egitto da Iside, in Grecia da Demetra e in Sicilia dalla divinità ‘Cerere‘, da cui il nome “cereale“. Ovviamente sono molti anche i riferimenti biblici dove le spighe di grano vengono identificate con l’abbondanza della terra.

EFFETTI BENEFICI DEL GRANO DURO

Il grano duro può vantare anche sali minerali e vitamine, ben localizzate nella parte estrema del chicco. Specie la vitamina E, il complesso vitaminico del gruppo B, l’acido folico e il betacarotene. Inoltre il grano duro è ricco di sali minerali quali il magnesio, il calcio e lo iodio. Ecco perché il germe in esso contenuto protegge le cellule dai radicali liberi, è antinfiammatorio e antibatterico.
Se consumato integrale, come suggeriamo, il grano duro promuove il corretto funzionamento dell’intestino e rafforza la flora batterica. Protegge dall’insorgenza del tumore al colon e può ridurre i livelli di colesterolo e di glicemia nel sangue. Il consumo di chicchi crudi macinati al momento e uniti alla colazione, aiuta il fegato a svolgere la sua funzione depurativa, svolge un’azione cardioprotettiva, antinfiammatoria e antivirale.

CONTROINDICAZIONI DEL GRANO DURO

Due sole, importanti controindicazioni: il grano duro è assolutamente proibito in caso di celiachia, ed è controindicato in caso di intolleranza al glutine o al frumento.

GRANO DURO: RICETTE E PRODOTTI DOVE TROVARLO

Grissini fatti in casa, la ricetta di una delizia da sgranocchiare, di origine torinese

Pasta integrale, perché aiuta a non ingrassare. Contiene vitamine, fibre e sali minerali (foto)

Pane Carasau: la ricetta della “Carta musica”, la sfoglia croccante tipica della cucina sarda

Carbonara vegan, la ricetta giusta con soia, farina di ceci e tofu

 

LEGGI ANCHE: