Follicolite: cause, rimedi e prevenzione | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Follicolite: cause, rimedi e prevenzione

Un'infezione cutanea causata da batteri e che spesso, se presa alla leggera, può lasciare dei segni o perfino cicatrici sulla pelle.

Un’infezione che all’inizio vi può sembrare banale, ma nel tempo può portare a seri guasti della pelle: foruncoli, cicatrici, macchie scure. La follicolite è un’infezione quasi sempre causata da batteri che proliferano sulla superficie cutanea.

FOLLICOLITE

La follicolite è una forma di infezione cutanea causata nella maggior parte dei casi dagli stessi batteri presenti sulla pelle. In particolare colpisce i follicoli peliferi, ossia i foruncoli da cui fuoriescono i peli. Le aree di proliferazione principali possono interessare:
  • il cuoio capelluto
  • il viso e il mento
  • l’addome
  • le cosce
  • i glutei

Ma quali sono le cause e come si può verificare una condizione del genere?

LEGGI ANCHE: Perdita capelli: prevenzione e rimedi

CAUSE FOLLICOLITE

La follicolite è un’infezione che avviene a livello cutaneo ed è dovuta alla proliferazione in eccesso di batteri. Gli stessi microorganismi che sono comuni sulla pelle, ma che in quantità maggiori del normale possono dar vita a eruzioni cutanee e perfino foruncoli con un alto grado di probabilità che lasci dietro una cicatrice.
Le cause correlate all’insorgere di questa condizione medica sono diverse. Uno dei fattori principali deriva dall’indossare indumenti troppo attillati e aderenti. Questo infatti comporta un aumento dello sfregamento del tessuto sulla pelle che contribuisce ad un eccesso di sudorazione e alla proliferazione dei batteri.
Altri fattori con un’incidenza importante sono anche la depilazione e quindi lo sfregamento sulle parti interessate. Ma anche la rasatura della barba che può portare a quella che è nota anche come sicosi.
Attenzione anche al percorso benessere alle terme: sauna – bagno turco – idromassaggio. Questi 3 step insieme possono infatti favorire un’intensa proliferazione batterica.

SINTOMI FOLLICOLITE

Diagnosticare questa condizione clinica è un compito del medico competente che attraverso l’osservazione delle manifestazioni comuni, riesce a valutare il caso.

In genere, un paziente che presenta follicoli arrossati, come piccole pustole, caratterizzate da un centro più chiaro e un’area periferica arrossata è alquanto probabile che abbia la follicolite.

In alcuni casi, come già accennato, i batteri possono penetrare più in fondo e creare un foruncolo più profondo e insidioso. In questo caso è consigliabile effettuare un tampone al fine di evidenziare con un esame colturale quale tipo di batterio ha avviato il processo e quindi trovare un rimedio specifico immediato.

TIPI DI FOLLICOLITE

Le follicoliti possono essere di diverso tipo a seconda dello strato cutaneo interessato (superficiale o profondo) o dell’area della pelle in cui si verificano (sicosi). Ma sono caratterizzate anche dalla tipologia di batterio, virus o fungo che le scatenano.

In particolar modo si distinguono tra follicolite infettiva e non infettiva, a cui sono da aggiungere la follicolite Eosinofila, che riguarda prevalentemente i soggetti fortemente immunocompromessi. Il tipo denominato Cheloidea, anche conosciuta con il nome di acne cheloidea della nuca. Questa è nota per creare pustole e croste dietro la nuca in genere dei maschi con capelli ricci.

follicolite

LEGGI ANCHE: Foglie di rovo per prevenire le infiammazioni

QUALI SONO I RIMEDI NATURALI PER LA FOLLICOLITE?

Il paziente sintomatico che presenta infiammazioni lievi o superficiali può guarire da solo in breve tempo. Il modo migliore per accelerare la ripresa è quella di usare dei saponi antisettici neutri, meglio se a base di clorexidina.

È meglio evitare di indossare abiti attillati e per un periodo di tempo sospendere qualsiasi forma di depilazione o rasatura sulle parti interessate.

Nel processo di guarigione, prendere del sole o fare il bagno in un mare pulito può essere benefico.

QUANTO DURA LA FOLLICOLITE?

È difficile fornire dei tempi definiti sul protrarsi della proliferazione dei microorganismi. In media, un caso lieve e superficiale può risolversi in poco tempo, meno di 2 settimane, e senza il bisogno di un trattamento medico.

Nei casi di infezione profonda o associate ad altre condizioni patologiche, le tempistiche possono prolungarsi a seconda della gravità. Sarà compito del medico fornire una terapia adeguata e risolvere il problema nel tempo minore possibile.

FOLLICOLITE PREVENZIONE

Il modo migliore per non favorire la proliferazione batterica sulla pelle è quello di tenere ben pulite le aree del corpo più interessate a questa condizione. Evitare di vestire troppo aderenti, soprattutto nelle stagioni calde. Preferire la depilazione laser che può in futuro assolvere dall’ ingrato compito di eseguire depilazioni più frequenti e aggressive. Infine, anche utilizzare detergenti neutri diminuisce le possibilità di proliferazione.

PSEUDOFOLLICOLITE

La pseudofollicolite può essere scambiata per follicolite, ma in realtà sono due condizioni differenti. In genere, sono semplici brufoli, anche di dimensioni ridotte che si creano a causa di peli incarniti.
Questa infiammazione locale, ma non batterica, è spesso dovuta alla depilazione o alla rasatura. In particolar modo, interessa la barba e la zona inguinale e soprattutto si manifesta sui soggetti con peli ricci e/o con la pelle più scura.
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Share

Nessun commento presente

Che ne pensi?

<