Comuni che non pagano la Tasi - Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

San Lorenzo Bellizzi: in Calabria, il paese dove i cittadini, grazie al fotovoltaico, non pagano la Tasi

Grazie al sole i cittadini e le cittadine di questo borgo nel parco del Pollino hanno una pressione fiscale bassissima. I trasporti pubblici sono quasi gratuiti e i proprietari degli immobili nel centro storico, non pagano le tasse per 5 anni

Manca meno di un mese alla scadenza del pagamento della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili che si applica sui fabbricati, compresa l’abitazione principale, e sulle aree fabbricabili.

Una delle tante imposte dovute all’erario comunale che potrebbe essere abolita con una gestione oculata, virtuosa e intelligente dei libri contabili. Proprio come accade in un piccolo centro del tanto vituperato Mezzogiorno, San Lorenzo Bellizzi, in Calabria, precisamente in provincia di Cosenza. 

LEGGI ANCHE: Bornholm, l’isola che non spreca energia

COMUNI CHE NON PAGANO LA TASI

Sito nel bel mezzo del parco del Pollino, è un comune di 712 abitanti che si regge sull’agricoltura e sulla buona amministrazione. Tanto è che, anche quest’anno, come nei precedenti, i contribuenti di San Lorenzo Bellizzi non pagheranno la Tasi.  Grazie a una politica lungimirante e al sole della Calabria.

comuni che non pagano la tasi

Uno scorcio di San Lorenzo Bellizzi

NIENTE TASI GRAZIE AL FOTOVOLTAICO

Il piccolo comune è riuscito infatti ad abolire la tassa grazie agli investimenti nel campo del fotovoltaico, che rendono agli abitanti oltre 90mila euro all’anno grazie a 15 megawatt di pannelli fotovoltaici, installati su serre per non togliere spazio all’agricoltura. Oltre alle serre fotovoltaiche, la giunta guidata dall’ingegnere ambientale Antonio Cersosimo ha dato il via libera all’installazione di pannelli sugli edifici comunali, dalla scuola al municipio, permettendo di raggiungere l’autosufficienza energetica con la produzione di kilowattora pari ai loro consumi elettrici, insieme a quelli dell’illuminazione pubblica.

Ancora: le entrate derivanti dall’energia prodotta dai moduli fotovoltaici hanno permesso di alleggerire la pressione fiscale per i cittadini e le cittadine abbattendo del 50% i costi del trasporto pubblico per i pendolari scolastici, tutti i liceali che sono costretti a frequentare gli istituti superiori nella vicina Castrovillari, poiché a San Lorenzo le scuole si fermano alle medie inferiori.

PER APPROFONDIRE: Wildpoldsried, in Germania il villaggio più ecologico del mondo

SAN LORENZO BELLIZZI FOTOVOLTAICO

Ma non è l’unico circuito virtuoso che si è innescato: i proprietari degli immobili situati nel centro storico che decideranno di ristrutturare le loro abitazioni, hanno diritto ad essere esenti dalle tasse comunali per i 5 anni dopo la ristrutturazione.

I risultati del piano avviato nel 2012 dall’amministrazione comunale di San Lorenzo Bellizzi, sfruttando gli incentivi del quinto Conto Energia, sono più che positivi, e costituiscono un esempio di sostenibilità che può diventare modello esportabile in altri comuni virtuosi della penisola.Si tratta di un’operazione che ha permesso di , mantenere in attivo il bilancio economico del paese arrivando quasi ad azzerare la tassazione comunale per le tasche dei suoi abitanti. E aumentando la coscienza ambientale e la cultura della sostenibilità.

comuni che non pagano la tasi

Un altro scorcio del paese

SAN LORENZO BELLIZZI CALABRIA

Il progetto di puntare tutto sul fotovoltaico deriva infatti dalla naturale inclinazione rurale del paese, incastonato a 830 metri di altezza in uno spicchio di natura bellissima e insostituibile tra le Gole del Raganello e la timpa della Falconara, cioè la difesa del territorio, dei ritmi lenti e dell’ospitalità, generando un indotto di ritrovata agricoltura sostenibile ma anche di strutture ricettive e turismo a vocazione sostenibile. Nella zona, infatti, si stanno sviluppando attività nuove, tra cui un vero e proprio distretto delle mele, che quasi arriva a fare concorrenza a quello, ben più noto, del Trentino. Ma anche tre imprese di produzione del pane con lievito madre e ulteriori aziende produttrici di formaggi e latticini con latte ovino e caprino.

Un comune virtuoso San Lorenzo Bellizzi, che ha visto nel fotovoltaico un’opportunità importante, per non sprecare energia, migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti e rispettare e tutelare l’ambiente. Ma anche per contrastare lo spopolamento di un bellissimo borgo del Meridione.

Un esempio positivo che speriamo venga seguito presto da tanti altri comuni italiani.

(L’immagine in evidenza e a corredo del testo sono tratte dalla pagina Facebook del comune di San Lorenzo Bellizzi)

STORIE DI COMUNI VIRTUOSI:

 

Shares