Questo sito contribuisce all'audience di

Come usare i condizionatori: casa fresca senza sprechi

Semplici regole per sapere come usare i condizionatori in casa per avere un ambiente fresco e non sprecare energia

Condivisioni

Il caldo aumenta, ed entrano in funzione i condizionatori, che possono essere una grande fonte di sprechi energetici. Come usare i condizionatori in maniera corretta per avere una casa fresca ma senza sprecare energia? Un singolo impianto ha un consumo da 400 a 600 chilowattora per circa 500 ore di funzionamento. Bisogna, dunque, utilizzarlo quando serve davvero, magari ricorrendo al timer per programmare l’accensione e lo spegnimento. Ma ci sono alcune regole che vanno tenute presenti per evitare sprechi e per tenere comunque la casa fresca.

LEGGI ANCHE: Come liberarsi nel modo giusto degli elettrodomestici che non usiamo

  • Scegliete, nell’acquisto, condizionatori di classe non inferiore alla A. Sono più cari, ma la spesa si ammortizza molto rapidamente: questi apparecchi valgono una riduzione dei consumi attorno al 30 per cento;
  • Tra l’esterno e l’interno dell’appartamento la differenza di temperatura non deve superare i 5-6 gradi. All’interno una temperatura attorno ai 26 gradi è sufficiente;
  • Utilizzate la funzione “deumidificazione” del condizionatore: abbassando la percentuale di umidità l’ambiente si rinfresca con un minimo consumo di energia;
  • I filtri degli impianti vanno controllati almeno una volta l’anno e, in caso di necessità, sostituiti. I filtri puliti garantiscono il buon funzionamento del condizionatore e innanzitutto riducono i consumi;
  • Attenzione alle dispersioni di frescura. Le tapparelle e le persiane vanno chiuse quando batte il sole: in questo modo servirà meno energia per raffreddare l’ambiente;
  • Un’alternativa all’uso compulsivo del condizionatore è la vecchia tecnica delle correnti d’aria. Createle tra una stanza e l’altra attraverso l’apertura delle porte. Avrete una casa fresca in modo naturale.

LEGGI ANCHE: