Questo sito contribuisce all'audience di

Come risparmiare energia in ufficio e ridurre gli sprechi: i consigli utili, dai sensori di presenza alle lampade a led

Basta poco per rendere il proprio ufficio un ambiente più confortevole risparmiando sui costi della bolletta energetica e azzerando gli sprechi. Sfruttate al massimo la luce solare, non esagerate con riscaldamento e aria condizionata e installate i sensori di presenza.

Condivisioni

COME RISPARMIARE ENERGIA IN UFFICIO

L’impatto ambientale causato dalle attività che quotidianamente si svolgono negli uffici è davvero notevole: si tratta infatti del luogo in cui trascorriamo la maggior parte del tempo della nostra giornata. Ecco perché, abbattere i costi e gli sprechi energetici iniziando ad avere condotte ecosostenibili, deve diventare un comportamento automatico. Così come a casa, anche in ufficio infatti è possibile attuare tutta una serie di gesti che, per quanto semplici, ci permettono di ottimizzare il risparmio di energia e azzerare gli sprechi.

Quante volte ad esempio, nonostante la presenza di svariati supporti digitali, sprechiamo tanta carta anche solo per prendere un appunto oppure lasciamo le luci accese anche quando non servono?

LEGGI ANCHE: Idee per risparmiare in ufficio, dalla carta all’energia elettrica. E largo alle piante

RISPARMIO ENERGETICO UFFICIO

Vediamo dunque come risparmiare energia quando siamo in ufficio:

ILLUMINAZIONE

  • Spesso è sufficiente posizionare in maniera strategica le postazioni lavorative affinché si possa godere il più a lungo possibile della luce del sole, magari ricordandosi di tenere aperte le tapparelle fino a sera, così da accendere le luci solo quando è davvero necessario.
  • Cercate di utilizzare lampade led che riducono i consumi di circa l’80%, durano 10 volte di più di quelle usali e vi fanno risparmiare circa 70 euro; suggerite l’uso di tubi al neon efficienti T5 e T8, provvisti di alimentatori che regolano l’intensità integrando la luce naturale.
  • Fate installare dei sensori di presenza in sala riunioni o nei bagni per far sì che le luci si accendano automaticamente solo se entra qualcuno.
  • Ricordatevi di spegnere tutte le luci quando lasciate l’ufficio e tutte le volte in cui non sono necessarie. In questo modo, in un anno risparmierete tanta energia quanta ne serve per riscaldare una casa in cinque mesi.

STANDBY

  • Ricordatevi di staccare tutte le spine degli apparati elettronici quando andate via la sera dato che non vi serviranno più fino al giorno successivo, perché anche se messi in stand by essi continuano a consumare elettricità.
  • Utilizzate una presa multipla alla quale poter collegare tutte le spine che volete, così con un solo interruttore spegnerete tutto a fine giornata e in particolar modo il venerdì sera, in vista del weekend.
  • Staccate anche tutti i caricabatteria e i trasformatori perché anch’essi consumano energia.

RISCALDAMENTO E ARIA CONDIZIONATA

  • In inverno, la temperatura, dovrebbe oscillare tra i 18 e i 20 gradi, dunque accendete il climatizzatore sono se strettamente necessario. In estate invece, la differenza di temperatura tra dentro e fuori, non dovrebbe andare i 6 °C. Comunque, quando fa molto caldo, non abbassate mai la temperatura interna al di sotto del 25 gradi. Ricordatevi, inoltre, di spegnere il condizionatore mezz’ora prima di lasciare l’ufficio. Il risparmio energetico si attua anche installando dei vetri isolanti in modo da ridurre l’utilizzo dei riscaldamenti in inverno e dei condizionatori in estate.
  • Anche ridurre lo spazio da scaldare o da raffreddare optando per delle controsoffittature, può essere un metodo efficace per moderare di gran lunga il consumo di energia.
  • Aerate sempre e velocemente la stanza, ricordandovi di spegnere i riscaldamenti quando lo fate.

MONITOR

  • Se volete fare una pausa dal pc, attivate la funzione standby o da tastiera o dalle impostazioni del sistema operativo. Se avete il sistema operativo Windows, andate su Start – Pannello di Controllo – Opzioni Risparmio Energia e potete regolare il tempo di spegnimento del monitor, della disattivazione dei dischi rigidi o della modalità standby o sospensione del PC. In alcuni casi potete usufruire della funzione “risparmio energia”; potete dunque impostare le funzioni di risparmio energetico del solo monitor cliccando sull’icona “schermo”. Spegnete il monitor se decidete di non usarlo per parecchio tempo. La spia luminosa dello standby, infatti, consumare più di 20 Watt/ora. Per evitare inutili sprechi, anche per i monitor munitevi di ciabatte dotate di interruttore, al quale attaccare le loro prese così da spegnerli tutti insieme in una volta sola.

Tutti i consigli utili su come risparmiare energia in ufficio e ridurre gli sprechi

STAMPANTE

  • Spegnete la stampante, dell’ufficio o di rete, a fine giornata e a maggior ragione il venerdì sera.
  • Preferite la modalità di stampa a bassa risoluzione.
  • Stampate in un’unica sessione tutti i documenti che vi occorrono così da non dovere surriscaldare più volte la stampante.
  • Non stampate documenti in utili, soprattutto quando i file in questione potete inviarli via email; se dovete fotocopiare, scegliete l’opzione fronte/retro e quando la cartuccia e il toner si esauriscono, non gettate tutto in un unico cestino, ma differenziate: il 90% dei prodotti d’ufficio è riciclabile. Spegnete la stampante se non la utilizzate per molto tempo (per esempio durante le vacanze o i weekend).

I NOSTRI CONSIGLI PER NON SPRECARE ENERGIA IN CASA:

 

LEGGI ANCHE: