Questo sito contribuisce all'audience di

Notte insonne, appena svegli bevete molto e masticate ghiaccio. A pranzo mangiate molto leggero, e dopo fate un pisolino (foto)

Fate una colazione leggera, idratatevi con l’acqua naturale e, se potete, schiacciate un pisolino durante la giornata. State all’aria aperta perché il sole migliora il buonumore

Condivisioni

COME RIPRENDERSI DA UNA NOTTE INSONNE

Se avete trascorso la notte senza chiudere occhio, per motivi di studio, di lavoro o per puro divertimento, potete seguire alcuni semplici ed efficaci accorgimenti per non trascorrere una giornata all’insegna della stanchezza totale, soprattutto se dovete dedicarvi alle vostre abituali attività che non potete e non volete delegare a nessuno.

LEGGI ANCHE: Come dormire bene, le 10 regole d’oro per non sprecare il sonno. E guadagnare salute (video)

COME SUPERARE UNA NOTTE INSONNE

Vediamo insieme come e cosa fare per ritrovare le energie dopo una notte insonne:

  • Svegliatevi il prima possibile, evitando di posporre la sveglia per recuperare il sonno perduto e lasciate che la luce naturale entri nella vostra stanza. Alcuni studi hanno dimostrato che il sole aumenta il livello di serotonina (chiamato ormone del buonumore) nel cervello. Questo ormone migliora di gran lunga la concentrazione favorendo il ritorno della serenità. Evitate anche di indossare gli occhiali da sole quando uscite al mattino.
  • Dopo una notte passata a vegliare, fate una bella doccia tiepida o, se ce la fate, molto fredda, perché l’acqua ghiacciata vi ossigena e migliora la circolazione. Inoltre l’acqua fredda, secondo alcuni esperti, costringe a fare respiri più lunghi, grazie alla stimolazione che essa attua sull’apparato respiratorio. Accade dunque che il sangue raggiunga più velocemente gli organi accrescendo la funzione cerebrale.
  • La colazione gioca un ruolo fondamentale. Non fatela abbondante ma privilegiate yogurt, cereali, frutta, muesli e frutta secca. In questo modo fate il pieno di proteine e fibre. Potete anche optare per un caffè o un cappuccino da associare al pane e marmellata (per un apporto di carboidrati): in questo modo comincerete con più sprint. Il caffè potete berlo anche in tarda mattinata, come consigliano i medici, perché questa bevanda inibisce la produzione di cortisolo, un ormone prodotto dal surrene su impulso del cervello. Il cortisolo è chiamato “ormone dello stress” ed è importante perché nei momenti di tensione determina l’aumento di glicemia e di grassi nel sangue, fornendo al corpo l’energia di cui ha bisogno. Evitate il caffè dopo le 15, perché la caffeina impiega ben 30 minuti per entrare in circolo e resta nell’organismo per sette ore: ciò potrebbe causare ulteriori problemi di insonnia.
  • Idratarsi è fondamentale dopo una notte in bianco. Bevete molta acqua naturale e succhi di frutta, evitando assolutamente le bibite energetiche piene di caffeina, dunque eccitanti. Evitate anche le bevande alcoliche che possono incidere sui vostri riflessi già lenti e indurre alla sonnolenza. Potete anche masticare un po’ di ghiaccio, se non vi arreca fastidio. La masticazione sveglia il corpo e il ghiaccio lo idrata rinfrescandolo a lungo.

PER APPROFONDIRE: Dormire bene, dalle noci ai semi di lino, ecco gli alimenti che favoriscono sonno e relax

COSA FARE DOPO UNA NOTTE INSONNE

  • Quando arrivate in ufficio, la mattina, occupatevi immediatamente delle questioni più pesanti e importanti, perché siete più lucidi. Durante l’arco della mattinata potreste accusare il colpo del mancato risposo ed essere meno dinamici. Ecco perché nel resto della giornata lavorativa, dovreste badare solo a mansioni semplici che non richiedano particolare concentrazione.
  • A pranzo mangiate leggero, assumendo carboidrati, frutta, verdura e cereali, evitando i grassi e gli zuccheri che aumenterebbero la vostra stanchezza e indurrebbero sonnolenza.
  • Se potete, schiacciate un pisolino, di soli 20 minuti, che vi rigenera e vi desta. Al risveglio sarebbe opportuno bere un caffè per eliminare la sensazione di normale stordimento avvertita.
  • Dopo una notte insonne, fate un po’ di esercizio fisico ma senza esagerazioni, Anche una semplice passeggiata all’aria aperta, sotto i raggi solari, va più che bene. Fate le scale se abitate in un palazzo o parcheggiate più lontano del solito quando andate al lavoro, così sarete costretti a muovervi di più.
  • La sera, la cena deve essere leggera come il pranzo, perché alimenti troppo pesanti potrebbero creare disagio e difficoltà nell’addormentarsi. Non andate a letto troppo presto nonostante l’ovvia stanchezza. Cercate di mantenere inalterati le vostre normali abitudini, così da non destabilizzare troppo il ritmo sonno/veglia. Evitate la televisione perché la luce intermittente interferisce proprio sulla melatonina che regola il ritmo sonno/veglia.

COME DORMIRE BENE E NON SPRECARE LA SALUTE:

  1. Sleep Pillow, cuscini morbidi e profumati fatti con le erbe. Per dormire meglio
  2. Dormire bene in estate, la prima cosa è spegnere il cellulare. La seconda è il pediluvio
  3. Co spleeping, i benefici del dormire con i figli nel lettone dei genitori. Fino a tre anni
  4. Bagno caldo serale, concilia il sonno e scioglie i muscoli. Ottimo anche per la circolazione
  5. Italiani che sprecano il sonno: il 30% dorme meno di 6 ore. E l’organismo ne risente
  6. Cuscini in legno, i 6 vantaggi per il sonno di un’antica tradizione che parte dal pino