Come proteggere i cani dal freddo

Cuccia con cuscini e coperte morbide. Temperatura tra i 18 e i 20 gradi. Non rinunciate alle canoniche passeggiate

Anche il cane può soffrire il freddo. La sua capacità di adattamento è straordinaria e si presume che una temperatura giusta, negli ambienti domestici, possa essere attorno ai 15 gradi. Però i cani vanno protetti dal freddo, senza sprecare soldi con costosi cappottini e mantelle, ma semplicemente attraverso alcune regole di buonsenso.

COME PROTEGGERE I CANI DAL FREDDO

La resistenza dei cani al freddo dipende da diversi fattori, tra cui la taglia, il tipo di pelo, la salute e l’età. I cani piccoli e quelli a pelo corto sono più sensibili alle basse temperature rispetto ai cani di taglia media e grande, con un manto più folto. Se il freddo diventa però persistente, anche i cani più grandi possono risentirne. Ecco dunque qualche consiglio per proteggerli dal freddo in maniera efficace:

  • Se fuori fa troppo freddo, tenete il cane in casa o in un’area protetta.
  • Se il cane trascorre la maggior parte del suo tempo all’aria aperta, procurategli poi un riparo caldo e asciutto, come, ad esempio, una cuccia imbottita.
  • In caso di pioggia o neve, evitate che il cane si bagni troppo, dato che l’umidità può aumentare la sensazione di freddo.
  • I cani amano mangiare la neve ma bisogna evitare che lo facciano perché questa abitudine può causare loro problemi seri all’intestino, specie nei cuccioli e nei cani anziani.
  • L’alimentazione del cane deve sempre essere adeguata alla taglia e al tipo di attività che svolge, perché questa può aiutarlo a mantenere il suo corpo al caldo.
  • L’abbigliamento invernale, semplice e senza fronzoli, può essere previsto per quei cani di piccola taglia che non abbiano il sottopelo e che, perciò, soffrono di più il freddo.

LEGGI ANCHE: Maltese, pregi e difetti di un cane speciale

IN CASA

Anche in casa, durante il rigido inverno, i cani, nonostante il pelo, possono soffrire il freddo. Ecco, dunque, alcuni consigli per proteggerli dalle basse temperature anche tra le mura domestiche:

  • Il cane dovrebbe sempre riposare in un posto accogliente, come una cuccia con cuscini e coperte morbide. Ottimo l’uso delle coperte termiche o di un riscaldatore portatile per cani.
  • La temperatura della casa deve essere confortevole per il cane. Anche se la condizione termica può sembrare piacevole per le persone, potrebbe non esserlo per l’animale domestico. La temperatura ideale per il cane è sui 18-20°C.
  • Le uscite del cane, se fuori si gela, devono essere brevi e limitate, e quando è all’aperto può essere protetto con un abbigliamento adeguato ma agevole, come detto sopra.
  • Il pelo deve sempre essere mantenuto pulito e privo di nodi, in modo che possa isolare il calore del suo corpo in maniera efficace.
  • In inverno il cibo deve essere più nutriente e contenere più grassi e proteine, per evitare che l’animale perda peso; l’acqua fresca è essenziale per mantenere equilibrata la sua temperatura corporea.

LA CUCCIA

La cuccia può aiutare a proteggere al meglio il cane dal freddo esterno ed interno, a seconda che il cane viva dentro o fuori casa. Ecco alcuni suggerimenti per avere una cuccia che protegga l’animale dalle basse temperature:

  • La cuccia dovrebbe essere abbastanza grande per permettere al cane di sdraiarsi comodamente, ma non troppo ampia da causare la dispersione di tutto il calore accumulatosi. In generale, la cuccia dovrebbe essere leggermente più grande del cane.
  • La cuccia dovrebbe essere realizzata con materiali resistenti alle intemperie e isolanti, ad esempio con una buona qualità di legno o una plastica spessa. Inoltre, dovrebbe possedere una porta che si possa chiudere per proteggere il cane dalle correnti d’aria.
  • La cuccia dovrebbe avere una valida imbottitura sul fondo. Si può optare per della paglia o per un tappetino isolante, al fine di trattenere il calore corporeo del cane.
  • La cuccia andrebbe sempre sistemata in un’area riparata dal vento, dalla pioggia e dalla neve. Inoltre, dovrebbe essere rialzata dal suolo, per evitare che il freddo e l’umidità salgano dalla parte sottostante.
  • Meglio coprire la cuccia con una coperta spessa o una tela impermeabile per proteggerla ulteriormente dalle intemperie e assicurare un certo tepore interno.

PER APPROFONDIRE: Beagle, il cane più amato dai bambini

PASSEGGIARE QUANDO FA FREDDO

Quando si passeggia durante l’inverno, bisogna prendersi cura del proprio cane e proteggerlo dal freddo e dalle possibili malattie a cui può andare incontro. Ecco alcuni consigli utili:

  • Sarebbe opportuno coprilo con indumenti per cani, se si tratta di una specie a pelo corto.
  • È sempre consigliabile proteggere le zampe del cane. Infatti, il sale e altri prodotti chimici utilizzati per sciogliere il ghiaccio sulle strade, possono irritarle. È consigliabile proteggerle spalmandogli sopra una soluzione protettiva a base di vaselina oppure fatta con olio d’oliva o con il miele. Naturalmente, la cosa migliore sarebbe quella di evitare di passeggiare su strade dove vi siano neve o residui di ghiaccio.
  • È consigliabile limitare la durata della passeggiata del cane quando fa molto freddo. Questa dovrebbe durare solo il tempo necessario a fargli espletare i sui bisogni.
  • L’aria fredda può disidratare il cane, perciò è importante che beva anche durante la passeggiata. Meglio portarsi dietro una bottiglia d’acqua ed una ciotola per cani.

COME SI CAPISCE CHE IL CANE HA FREDDO?

I cani tollerano il freddo in maniera differente dagli esseri umani; inoltre, alcune razze possono sopportare temperature basse meglio di altre. In generale, ci sono alcuni segnali che fanno comprendere quando il cane sente freddo, ecco quali sono:

  • Il tremore è un sintomo comune nei cani quando hanno freddo.
  • I cani si accovacciano o restano accucciati quando vogliono trattenere il calore del proprio corpo. Questo vuol dire che hanno freddo e bisogna correre ai ripari.
  • Se il cane cammina lentamente o zoppica, potrebbe voler dire che le sue zampe sono intirizzite.
  • Se il cane si rannicchia in un angolo o cerca riparo, vuol dire che il luogo in cui si trova non gli è confortevole
  • Se il cane si lecca le zampe può voler dire che, avendo freddo, cerca di scaldarle.

In tutti o alcuni di questi casi, gli si può fornire un riparo adeguato, oppure li si può riscaldare con una coperta. Qualora i sintomi dovessero persistere, sarebbe meglio consultare un veterinario.

LEGGI ANCHE: Come prendersi cura del cane

QUALI CANI SOPPORTANO BENE IL FREDDO?

Ci sono alcune razze di cani che tollerano, meglio di altre, le basse temperature. Questo perché alcuni di questi animali hanno un manto spesso ed impermeabile che trattiene il calore corporeo. Ecco quali sono:

  • L’Husky siberiano è una razza di cani originariamente allevata in Siberia ed è adatta alle temperature invernali molto rigide. Gli Husky hanno una pelliccia spessa e doppia, con un sottopelo lanuginoso che li protegge dal freddo.
  • Il Malamute dell’Alaska, che somiglia all’Husky siberiano, è un cane da slitta che ben sopporta il freddo intenso. Ha una pelliccia doppia che lo tiene assai caldo.
  • Il Samoiedo è originario della Russia ed è fatto per vivere tra i ghiacci. Ha una pelliccia spessa e doppia che lo aiuta a sopravvivere.
  • Il Pastore del Caucaso ha una pelliccia compatta ed è noto per la sua capacità di lavorare in diverse condizioni metereologiche.
  • Il Bovaro delle Fiandre, originariamente veniva allevato in Belgio come cane da lavoro. Ha una pelliccia spessa che lo aiuta a trattenere il calore corporeo. È adatto a lavorare all’aperto, in diverse condizioni meteorologiche.
  • Il Terranova è originario del Canada, ha una pelliccia impermeabile che lo protegge dalle temperature rigide.
  • Lo Schnauzer medio resiste a qualsiasi clima e si destreggia bene in quelli rigidi. Bisogna curare bene il suo mantello, specialmente durante il freddo, periodo in cui il ricambio del suo pelo sembra essere meno evidente.
  • Il San Bernardo vive nelle zone innevate. Inizialmente, aveva un pelo folto e corto. Oggi è prevalentemente a pelo lungo.

RAZZE DI CANI CHE SOFFRONO IL FREDDO

Ci sono alcune razze di cani che sopportano meno le basse temperature a causa della loro piccola taglia e del pelo corto. Questi sono:

  • Chihuahua: da coprire con semplice abbigliamento adeguato per cani quando esce.
  • Pinscher nano: va tenuto al caldo, meglio se tra le mura domestiche.
  • Dalmata: ama stare al caldo dato che il suo pelo corto non gli permette di resistere troppo alle basse temperature.
  • Beagle: pur non essendo un cane di piccola taglia, ha un pelo corto che gli fa soffrire molto il freddo.
  • Jack Russel: è piccolo e a pelo corto e per questo soffre il freddo.
  • Bassotto a pelo corto francese: il suo pelo corto non lo rende adatto ai climi troppo rigidi ed è meglio farlo stare in casa, al caldo.
  • Yorkshire: è piccolissimo e privo di sottopelo. Si ammala facilmente di bronchite. Va tenuto in casa e coperto quando si esce all’esterno.

MALATTIE DEL CANE LEGATE AL FREDDO

Le malattie del cane legate al freddo dipendono dalle condizioni climatiche in cui vive l’animale oltre che dalla sua capacità di adeguarsi a tali condizioni. Alcune delle malattie più comuni che i cani possono contrarre durante i mesi invernali sono:

  • Ipotermia: la temperatura corporea del cane scende al di sotto dei valori normali. I sintomi includono tremori, debolezza, apatia e sonnolenza. L’ipotermia può essere mortale se non viene trattata immediatamente.
  • Congelamento: può verificarsi sulle estremità del cane come zampe, orecchie e coda. I sintomi più comuni sono la pelle biancastra o bluastra, il gonfiore, le vesciche e il dolore.
  • Polmonite: può verificarsi se il cane viene esposto a temperature fredde e umide per un periodo prolungato. I sintomi includono tosse, febbre e difficoltà respiratorie.
  • Artrite: il freddo può aggravare i sintomi dell’artrite nei cani più anziani.
  • Disturbi respiratori: il freddo può peggiorare i sintomi dei problemi respiratori preesistenti come asma o bronchiti.

Per prevenire queste malattie è importante mantenere il cane al caldo durante i mesi più freddi e fornire riparo all’interno della casa, oltre che predisporre una cuccia confortevole. Bisogna anche limitare il tempo trascorso all’aperto in condizioni climatiche estreme.

TRE RAZZE DI CANI DA CONOSCERE MEGLIO:

  1. Bobtail: origini, aspetto, carattere del cane da pastore inglese
  2. Cane bassotto: carattere, aspetto e come si adotta
  3. Cane carlino: carattere, cure e adozione
KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto