Cosa mettere in valigia per la montagna

Fate una lista degli indumenti da portare. Per l’abbigliamento preferite sempre tessuti naturali. E non dimenticate le scarpe adatte

valigia inverno

COSA METTERE IN VALIGIA PER LA MONTAGNA

È una delle valigie più complesse da preparare: quella per andare sulla neve. Specie quando si parte per la settimana bianca. Di fatto, il guardaroba raddoppia e i problemi sono due: come fare entrate tutto in valigia e come non dimenticare nulla. Per fare un punto esatto su cosa mettere in valigia per la montagna, innanzitutto cercate di fare mente locale sul programma della vostra vacanza. Farete sci da fondo? Da discesa? Solo passeggiate? Dalle risposte a queste domande dipende la parte essenziale del guardaroba per la montagna in inverno.

COME FARE LA VALIGIA PER LA MONTAGNA

La valigia per andare sulla neve deve contenere capi che mantengano caldi, che si possano coordinare tra loro e che non ingombrino troppo. I vestiti devono essere pochi e confortevoli. Alcuni di questi devono consentire un abbigliamento a “cipolla”, cioè modulabile a seconda della temperatura all’esterno e all’interno dei luoghi in cui ci si reca. Niente scarpe con i tacchi ma solo calzature comode per passeggiare in città e scarpe “ad hoc”, come scarponcini e doposci, per i percorsi innevati. Anche l’intimo deve essere adatto al tipo di vacanza e, dunque, via libera alle magliette termiche, alle calzamaglie, alle canottiere di lana e ai pantaloni caldi, questi ultimi da mettere anche sotto quelli da sci quando le temperature sono molto rigide. I vestiti per la settimana bianca non devono essere sintetici, altrimenti il sudore, negli ambienti interni o quando si fa sport, per esempio quando si scia,  possono generare cattivi odori, difficili da debellare soprattutto perché non si ha la possibilità di fare le lavatrici. Fondamentali le giacche a vento o da sci, calde ed impermeabili, così come i maglioni di pile, che sono molto più caldi di quelli di lana. Chi scia ha bisogno anche delle calze pesanti, meglio ancora se termiche. Può essere utile, prima di partire, scrivere una vera e propria lista delle cose che sono indispensabili, non solo per sciare ma anche per vivere la quotidianità e far fronte ad ogni tipologia di contingenza.

LEGGI ANCHE: Come sciare in sicurezza

COSE CHE NON DEVONO MANCARE

Vediamo insieme quali sono le cose che non devono mai mancare in una perfetta valigia per andare in vacanza sulla neve.

  • Chi scia deve portarsi appresso sci, tuta da sci, scarponi, casco, maschera, ciaspole, guanti e abbigliamento da trekking.
  • Abbigliamento da neve, comprensivo di maglie, calzini pesanti, pantaloni, cappelli, pantacollant da mettere sotto la tuta da sci, vestiti che siano confortevoli anche per passeggiare in città, scarpe adatte ai percorsi innevati e alla città. Utile anche qualche capo più elegante per un evento serale.
  • Chi viaggia sa bene che i medicinali non devono mai mancare, dunque è bene ricordare gli antipiretici per la febbre, i medicinali salvavita che si prendono quotidianamente, pomate per scottature, analgesici, termometro, cerotti, garze, disinfettante, farmaci per il mal d’auto.
  • La crema solare è d’obbligo e deve essere ad altissima protezione, dato che sulla neve ci si abbronza e ci si scotta esattamente come al mare, specialmente quando si scia. Ottimi anche gli stick protettivi per labbra, naso e orecchi, soggetti spesso a forti screpolature.
  • Una buona crema per le mani è sempre consigliabile così come la crema idratante per la pelle del viso.

DOVE METTERE ATTREZZATURA DA SCI

Se si raggiunge la località sciistica in macchina, l’attrezzatura da sci può essere comodamente sistemata in un box chiuso da montare sul tetto dell’auto. Qui dentro ci si mettono anche scarponi e racchette. Se si hanno bob o slitte, questi, una volta imballati, possono essere fissati ai fermi sul fondo del bagagliaio. 

COME VESTIRSI SULLA NEVE

Il nostro corpo, durante un’attività montana, si surriscalda e genera sudore. Il sudore si tramuta in acqua e resta a contatto con la pelle attraverso un capo bagnato. Per evitare che tutto questo accada, entra in gioco la “regola dei tre strati”.

  • Il primo strato, interno, è chiamato “baselayer”, ed è costituito da biancheria lunga. Questo strato ha la funzione di asciugare ed assorbire il sudore del corpo e di mantenerlo asciutto. Ecco perché si consigliano capi di polipropilene e nylon.
  • Il secondo strato è quello intermedio, chiamato “midlayer”, costituito da giubbotti, maglioni e felpe. Questo strato trattiene il calore il più a lungo possibile. Tale tipo di stato dipende dall’attività che si intraprende e dal clima all’esterno. Se non fa troppo freddo, lo strato intermedio non è necessario. Se fa fresco, è ottimo il pile che trattiene calore e allontana l’umidità. Se il freddo è intenso, si adopera un piumino leggero, che è isolante.
  • Lo strato esterno, detto “outlayer”, costituito da giacche invernali e pantaloni, protegge dagli agenti atmosferici. I capi devono essere traspirabili e impermeabili.

ATTREZZATURE DA NEVE: MEGLIO ACQUISTARE O NOLEGGIARE?

A chi va sulla neve molto spesso, conviene sicuramente acquistare l’attrezzatura da sci. Chi ama, inoltre, un particolare tipo di sci, deve avere i propri, sui quali può anche apportare migliorie e accorgenti di vario genere, che non si possono effettuare si materiali noleggiati. Chi invece scia di rado, può tranquillamente noleggiare l’attrezzatura direttamente sulle piste. Chi acquista, a differenza di chi noleggia, deve occuparsi personalmente della manutenzione degli sci e dotarsi anche di portasci adeguati per il trasporto in auto di tutta l’attrezzatura. Inoltre chi viaggia con mezzi pubblici e porta con sé l’attrezzatura da sci, potrebbe incorrere in un sovraprezzo sul biglietto.

FREDDO E NEVE: COSA SAPERE

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto