Questo sito contribuisce all'audience di

Come lavare i maglioni di lana a mano o in lavatrice e come recuperare un capo infeltrito

Tutti i consigli utili: dal detersivo da usare a come stenderli per farli asciugare. E come stirarli, impostando il programma del ferro da stiro alla funzione per lana.

Condivisioni

COME LAVARE I MAGLIONI DI LANA –

Quante volte, in casa, ci siamo disperati per la perdita di un maglione: dopo averlo lavato, lo abbiamo ritrovato così ristretto da non essere più utilizzabile. Ma, prima domanda, avevamo controllato le indicazioni dell’etichetta? E ancora: era davvero necessario il lavaggio? E come lo abbiamo fatto, a mano o in lavatrice?

Maglioni e sciarpe di lana devono essere lavati solo quando strettamente necessario per fare in modo che non si rovinino.

LEGGI ANCHE: Riciclo creativo, tante idee per non sprecare i vecchi maglioni che non ci piacciono più

Ecco allora alcuni semplici consigli per lavare bene i maglioni di lana, provare a recuperare un capo infeltrito e rimuovere efficacemente le macchie:

  • IL DETERSIVO GIUSTO

 

Al momento dell’acquisto del detersivo, privilegiate quelli formulati con sostanze biodegradabili non inquinanti e per impedire che i maglioni si infeltriscano seguite le dosi indicate sulla confezione senza eccedere con le quantità.

  • COME LAVARE I MAGLIONI DI LANA IN LAVATRICE

 

Prima di procedere con il lavaggio in lavatrice, leggete bene l’etichetta per capire se potete farlo o dovete optare per il lavaggio a mano. Impostate il programma lana o capi delicati con temperatura massima di 30 gradi oppure procedete con il lavaggio a freddo. Una delle cause principali alla base dell’infeltrimento è il cambiamento di temperature: fate in modo che si mantenga costante sia in fase di lavaggio che durante quella di risciacquo. Inoltre, per evitare che il maglione si infeltrisca aggiungete mezzo limone senza semi: ha anche un’azione sbiancante.

  • COME LAVARE I MAGLIONI DI LANA A MANO

 

Riempite una bacinella con acqua calda,aggiungete il detersivo e poi immergete i capi da lavare. Lasciate in ammollo per 10 minuti, agitate un po’ per rimuovere lo sporco e poi procedete con il risciacquo. Strizzate i capi in maniera molto delicata, per assorbire velocemente l’acqua riponeteli in un asciugamano oppure, se indicato sull’etichetta, in lavatrice: in questo caso optate per un programma di centrifuga leggero e veloce.

Sia nel caso del lavaggio in lavatrice che a mano, se possibile evitate l’ammorbidente: se non viene eliminato bene rischiate di rovinare gli indumenti. Sostituitelo con una noce di balsamo per capelli.

PER SAPERNE DI PIÚ: Come lavare i cuscini, le miscele naturali

  • COME STENDERE I MAGLIONI

 

Stendete i maglioni al riparo da fonti di calore e dal sole diretto che potrebbe ingiallire soprattutto quelli molto chiari.

  • COME STIRARE I MAGLIONI DI LANA

 

Posizionate sul capo un asciugamano di cotone in modo da evitare il contatto diretto con il calore ed evitare che il ferro da stiro renda lucide le fibre del maglione in maniera irreparabile. Impostate il programma per lana del ferro da stiro e usate sempre il vapore.

  • COME TOGLIERE LE MACCHIE DAI MAGLIONI DI LANA

 

Utilizzate una soluzione realizzata con metà acqua e metà aceto bianco e due gocce di olio essenziale di eucalipto. Strofinate le macchie utilizzando un panno di cotone bianco pulito e poi procedete con il lavaggio secondo le istruzioni indicate.

  • COME RECUPERARE UN MAGLIONE DI LANA INFELTRITO

 

Riempite una bacinella con acqua tiepida e aggiungete un po’ di bicarbonato di sodio, immergete il capo e poi effettuate il risciacquo in un’altra bacinella con acqua tiepida unita a mezza tazzina di glicerina. Se il capo è particolarmente rovinato, lasciatelo in ammollo per un giorno intero in una soluzione di acqua e ammoniaca: un cucchiaino per ogni litro d’acqua.

PER APPROFONDIRE: Bucato dei neonati, come lavare e igienizzare i loro indumenti in modo ecologico

LEGGI ANCHE: