Come evitare molestie in ufficio - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Molestie in ufficio, non serve il casco per evitarle. Piuttosto impariamo a sopportarci

La novità di un designer ucraino, che ha brevettato un casco per isolarsi nei luoghi di lavoro, è mostruosa. Molte persone, specialmente donne, subiscono molestie in ufficio, ma la risposta non è la violenza dell’isolamento.

di Posted on
Condivisioni

COME EVITARE MOLESTIE IN UFFICIO

Solo a vedere la sua fotografia, vengono i brividi. Sto parlando di un signore che lavora in ufficio, seduto alla scrivania, con un grande casco sulla testa. Un casco, brevettato da un designer ucraino, Hochu Rayu, per proteggere dalle molestie in ufficio. E per consentire di lavorare in totale isolamento, in una sorta di isola, senza ascoltare voci e rumori. Senza essere distratti neanche un secondo, secondo la nuova religione del lavoro stakanovista, sempre e comunque.

Una cosa mostruosa, tecnologia a parte. Il segno di un’ulteriore regressione di quelle relazioni umane, quei contatti di testa, di corpo e di cuore, senza i quali la vita si spreca e si spegne. Ovunque. Anche in un ambiente difficile come quello degli uffici.

LEGGI ANCHE: L’egoismo è finito di Antonio Galdo, il libro che invita a riscoprire il piacere di stare insieme. Nella vita privata, nel lavoro, in un condominio. Ovunque

MOLESTIE SUL LAVORO

Sappiamo tutti che nei luoghi di lavoro, innanzitutto negli uffici, si sommano e si ripetono episodi di molestie fin troppo frequenti, che colpiscono innanzitutto le donne (circa un milione e mezzo in Italia, secondo l’Istat). Molestie, sessismo, stalking, ricatti, vendette trasversali. Talvolta in questi luoghi dello stare insieme viene davvero voglia di isolarsi completamente, per il disagio che si prova. Ricordo, diversi anni fa, nella redazione di un grande giornale dove lavoravo, l’imbarazzo per quello che avvenne nella stanza degli inviati, un luogo sacro della carta stampata: un giornalista molto noto aveva chiesto, e ottenuto, una sorta di separé in legno per non vedere e per non essere visto dal collega che detestava.

PER APPROFONDIRE: Uber e Airbnb, ci sono troppi buchi neri. Sessismo, lavoro nero, tasse non pagate…

MOLESTIE SUL LAVORO COSA FARE

Ma l’isolamento, e tantomeno con un casco come se fossimo già diventati tutti dei robot, non è la risposta giusta alle molestie in ufficio, all’aria velenosa che si può essere costretti a respirare perfino in luoghi di grande dinamismo (abbiamo raccontato le denunce che riguardano gli uffici di società come Amazon, Uber e Tesla). No, ci vuole una reazione esattamente contraria. Bisogna riscoprire, anche in ufficio prima e dopo la propria casa, il piacere dell’empatia, dello stare insieme, della comunità, della condivisione. Di un Noi più forte anche del peggiore Io. È questa la scommessa da vincere per una migliore qualità della vita, dentro e fuori i luoghi di lavoro. E per non sprecare la potenza, l’energia e la serenità che solo delle buone relazioni umane ci possono garantire.

COME RENDERE PIACEVOLE LA VITA IN UFFICIO: