Questo sito contribuisce all'audience di

Pollice verde anche al lavoro: 5 piante da coltivare in ufficio per stare meglio

Il pollice verde sul luogo di lavoro è utile a tutti: per allentare lo stress, favorire i rapporti interpersonali e accrescere il senso di fiducia verso i colleghi. Oltre che per rendere più sana l'aria che respiriamo per almeno 6 ore al giorno

Condivisioni

5 PIANTE DA COLTIVARE IN UFFICIO –

Uno studio della Cardiff University, nel Regno Unito, con una serie di esperimenti condotti in due grandi uffici commerciali della Gran Bretagna e dei Paesi Bassi, ha rilevato che Ficus, Dracene, Spatifillum e altre piante d’appartamento contribuiscono ad aumentare del 15 per cento la soddisfazione e la produttività in ufficio, oltre a migliorare la qualità dell’aria.

PER APPROFONDIRE: Come sprecare meno tempo in ufficio e lavorare meglio: la scrivania ordinata

Lo abbiamo letto su Repubblica in un articolo di Claudia Bortolato: altro utile accorgimento per allentare lo stress, favorire i rapporti interpersonali e accrescere il senso di fiducia verso i colleghi e le altre persone con le quali si entra in contatto, è diffondere nell’aria l’aroma di lavanda, delle quali erano già note le proprietà rilassanti (versare poche gocce di olio essenziali in diffusori/umidificatori). Il suggerimento arriva da una ricerca pubblicata dalla rivista Frontiers in Psychology, a cura di un team di ricercatori dell’Università di Leida (Paesi Bassi).

LEGGI ANCHE: Come coltivare la lavanda in vaso e in giardino

Quali piante coltivare in ufficio per migliorare benessere, produttività e rapporti interpersonali?

  • FILODENDRO – Decorativa e facile da coltivare, è una pianta adatta a essere coltivata in appartamento. Apporta notevoli benefici come ad esempio l’eliminazione dell’anidride carbonica in eccesso spesso causa di mal di testa. Può essere tenuta in vaso in un punto abbastanza luminoso, il terriccio bello ricco e necessita di annaffiature due volte alla settimana.
  • SPATIFILLO – Con i suoi fiori bianchi che ricordano molto la forma di un cucchiaio, anche questa pianta è in grado di purificare l’aria dell’ambiente dove viene sistemata. Coltivata in vaso, con terriccio abbastanza ricco il quale non dovrà mai essere completamente asciutto, le annaffiature devono essere eseguite almeno due o tre volte alla settimana.
  • FALANGIO – Pianta originaria dell’Africa Meridionale, di facile coltivazione, può essere sistemata nei ripiani più alti degli scaffali oppure se vi è la possibilità appesa con appositi ganci direttamente al soffitto. Anche questa tipologia di pianta è particolarmente indicata per purificare l’aria liberandola dai composti volatili nocivi ed inoltre anche molto decorativa a livello visivo.
  • EDERA COMUNE – Facilissima da coltivare, non necessita di particolari cure, il terriccio deve sempre essere inumidito ma mai inzuppato di acqua. Si tratta di una pianta resistente e sopporta anche periodi di siccità. Non richiede particolari concimazioni e si adatta a qualsiasi tipo di terreno.
  • MELISSA –  Si tratta di un pianta erbacea che può essere coltivata senza problemi sulla scrivania e che può anche essere posizionata accanto ad una finestra. Dato che è molto resistente non richiede molte cure, fatta eccezione per le annaffiature che devono essere piuttosto frequenti, per mantenere il terriccio umido.

PER SAPERNE DI PIU’: Piante per tenere lontani gli insetti, quali coltivare in giardino e in terrazzo