Aloe: benefici, proprietà e controindicazioni di questa pianta
Questo sito contribuisce all'audience di

Aloe: benefici, proprietà e controindicazioni

Rende elastica la pelle. Aiuta la digestione. Ha un'efficacia depurativa per il fegato e antinfiammatoria

Difficile trovare in natura una pianta che abbia, come l’aloe, contemporaneamente gli stessi benefici cicatrizzanti, antinfiammatori e unguenti per la cura della pelle.

ALOE

Le proprietà dell’aloe e la sua capacità di guarire in fretta le ferite ne fanno, secondo la definizione di egizi e romani, una sorta di “pianta dell’immortalità” o anche “dei miracoli. Per esempio, in tempi di facili influenze e raffreddori, che hanno un impatto negativo anche per la delicata attività dell’intestino, un ottimo rimedio preventivo è rappresentato dall’Aloe, una pianta che, tra i tanti pregi, ha la qualità di contenere l’acemannano. Ed è proprio questo principio attivo, molto presente nella pianta, che garantisce una protezione della mucosa gastrica e intestinale e un miglioramento delle difese immunitarie generale.

ALOE TIPI

“La regina delle piante terapeutiche”: così viene definita l’aloe vera, un vero e proprio toccasana anche per il nostro sistema immunitario grazie ai suoi 200 composti attivi e 75 nutrienti. Un rimedio naturale perfetto anche per i problemi della pelle e per curare le ferite.

Conosciuta fin dall’antichità quando gli antichi egizi la utilizzavano nei riti sepolcrali e le donavano il potere di portare la felicità, l’aloe veniva adoperata anche nell’antica Roma e si parla di essa anche nei viaggi di Marco Polo in Cina. In particolare, l’aloe vera fa parte della famiglia dell’Aloacee che conosce più di 300 specie: tra queste quelle più conosciute sono l’Aloe Vera e l’Aloe Arborescens.  Quest’ultima ha foglie sottili e molto lunghe rispetto all’aloe vera, che le permettono una maggiore resistenza a condizioni ambientali meno favorevoli, e climi miti e temperati. Inoltre questa caratteristica determina una maggiore concentrazione di elementi antrachinonici, come le aloine, che hanno un effetto leggermente lassativo se assunte per bocca, ma anche citoprotettivo e antinfiammatorio su tutti i tessuti. Una pianta straordinaria e un rimedio naturale perfetto in caso di colite con effetti positivi anche sull’apparato cardiovascolare.

LEGGI ANCHE: Maschera all’aloe vera per viso e collo, come realizzarla in casa a costo zero

benefici-aloe-salute (2)

BENEFICI DELL’ALOE

L’aloe si caratterizza per essere un vero e proprio cocktail di vitamine e sali minerali importanti per la salute e il benessere, una pianta in grado di combattere l’invecchiamento cellulare e un vero e proprio elisir di giovinezza. Ecco tutte le sue proprietà:

  • Antisettiche: Inibisce e controlla il dolore e debella le infezioni grazie agli agenti antisettici naturali che contiene: zolfo, fenoli, acido salicilico e acido cinnamonico.
  • Cicatrizzanti: Le foglie della pianta dell’aloe contengono un gel importante che favorisce la guarigione delle ferite.
  • Antiossidanti: Vitamine, sali minerali e un amminoacido detto prolina che costituisce il collagene, sono in grado di rigenerare le cellule dallo stress ossidativo e svolgono un’azione anti-invecchiamento.
  • Depurative: L’efficacia del gel di aloe nel processo di depurazione del tratto gastrointestinale è da attribuire alla sua azione cicatrizzante, antinfiammatoria, analgesica e alla capacità di rivestire e proteggere le pareti dello stomaco.
  • Antinfiammatorie: L’aloe è particolarmente apprezzata come calmante delle attività infiammatorie: è in grado di lenire e placare gli stati di alterazione delle cellule infiammate.

PROPRIETA’ DELL’ALOE

All’aloe vengono riconosciute alcune, specifiche proprietà. che sono collegate alle diverse modalità d’uso del prodotto naturale. In particolare:
  • Lassative. La parte che più funziona, in questa direzione, è il succo di aloe, che svolge una funzione di purgante naturale.
  • Antinfiammatorie. In questo caso il prodotto più indicato è il gel di aloe.
  • Cicatrizzanti. Anche in questo caso la formula di prodotto più adatta è il gel. Recenti ricerche hanno individuato alcuni benefici cicatrizzanti dell’aloe anche nel caso di psoriasi.
  • Antibatteriche e antivirali. Per queste funzioni si consiglia il succo di aloe.
  • Antineoplastiche. Sono proprietà tutte da dimostrare, e quindi non cadete in facili e infondati giudizi. Gli studi sono concentrati su eventuali effetti preventivi dell’aloe rispetto ai tumori al seno e ai polmoni. Non esistono studi clinici che confermano queste proprietà, e certamente le ricerche fatte finora riguardano la pianta, non il gel o il succo di aloe.

CONTROINDICAZIONI ALOE

L’uso di qualsiasi prodotto a base di aloe è sconsigliato alle donne in gravidanza oppure durante l’allattamento. La molecola dell’aloe, infatti, agisce sulle muscolature lisce e potrebbe provocare contrazioni muscolari. Si sconsigliano i prodotti a base di aloe alle persone che soffrono di emorroidi, a chi ha problemi renali e assume farmaci diuretici, a chi deve fare i conti con il diabete.

COME COLTIVARE L’ALOE

La pianta cresce bene nei climi caldo-temperati, sopporta le altissime temperature e teme quelle molto fredde. Coltivare una pianta di aloe è semplicissimo: basta prendere una talea, metterla in vaso e annaffiare un paio di volte a settimana. Non necessita di altre cure o potatura. Naturalmente d’inverno va tenuta in casa.

DOVE VA MESSA L’ALOE IN CASA?

Ricordatevi che l’aloe è una pianta di origine africana, e dunque, anche in casa, ha bisogno di un clima secco e caldo. La temperatura ideale è tra i 18 e i 30 gradi, mentre in inverno la pianta va tenuta ben riparata per evitare una morte prematura per il freddo. In compenso, le foglie dell’aloe sono anche molto ornamentali.

ALOE CONTRO LE MALATTIE TROPICALI

L’ultima frontiera per gli usi medici dell’aloe vera riguarda la sua efficacia contro alcune malattie tropicali neglette, croniche tra le popolazioni africane. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Plos Neglected Tropical Diseases, l’olio a base di aloe vera uccide i parassiti responsabili di queste patologie con un’efficacia superiore del 30 per cento rispetto all’attuale farmaco a base di diminazene aceturato. Questa è un’ottima notizia per le popolazioni africane, in quanto darebbe loro la possibilità di curarsi, laddove necessario, senza ricorrere a medicinali costosi e spesso introvabili in questi paesi.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

RIMEDI NATURALI PER LA CURA DEL VISO:

  1. Come curare il viso in estate: 10 consigli
  2. Pulizia del viso: dal massaggio alle creme giuste, semplici accorgimenti per una pelle luminosa
  3. Scrub per il corpo fai da te: le migliori preparazioni
Share

LEGGI ANCHE:

<