Come viaggiare in autobus - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Viaggiare in autobus è trendy, sicuro ed economico. E i numeri di Flixbus lo dimostrano.

Nata nel 2013 da una start-up di 3 giovani tedeschi, nel 2018 ha trasportato 10 milioni di viaggiatori. Da noi è presente dal 2015 e collega 350 città italiane, puntando di raggiungere le 400 entro dicembre. Lo usano per lo più le donne, perché, dicono, si sentono sicure

Condivisioni

L’autobus torna di moda. Grazie allo sbarco in Italia di imprenditori privati che riescono a fare ciò che dovrebbe garantire il pubblico: ovvero corse di mezzi ben attrezzati e ben funzionanti attraverso l’Italia, a costi competitivi rispetto al treno e all’aereo. Anche perché, i treni sono sempre più costosi, gli aeroporti fuori mano e il traporto su rotaia spesso costringe a molti cambi per arrivare nelle città e nei paesini più interni e decentrati, con uno spreco di tempo e pazienza. Così, i passeggeri scelgono di viaggiare in autobus, che arriva dovunque.

LEGGI ANCHE: I segreti di Oslo, dove autobus e tram sono elettrici. E si ricaricano in otto minuti. Mentre sono fermi al capolinea (foto)

COME VIAGGIARE IN AUTOBUS

Certo, i viaggi in autobus non sono fatti per chi non ha tempo, ma di sicuro sono molto trendy, come dimostrano i numeri della compagnia di autobus lowcost Flixbus, start-up nata in Germania nel 2013 e sbarcata in Italia due anni più tardi. Nel triennio 2015-2018 nel nostro paese l’azienda ha raggiunto numeri record: ben 10 milioni di passeggeri e oltre 300 città collegate e un network che si appoggia ad autolinee locali. Fornendo mezzi con wifi, toilette, aria condizionata e tassativi 74 centimetri di spazio tra una fila di sedili e l’altra.

Il segreto del viaggio in autobus senza stress è proprio questo: dotarsi di pazienza e sfruttare tutti i comfort a disposizione, nonché ragionare bene sul percorso dell’autobus per adattarlo alle proprie caratteristiche ed esigenze. Se, per esempio, siamo insofferenti al rumore, potremmo preferire una tratta notturna, che ci permette di riposare per la maggior parte del viaggio.

CONSIGLI PER VIAGGIARE IN AUTOBUS

Inoltre, approfittiamo delle soste per sgranchire le gambe e prendere aria, o semplicemente fare due passi per riattivare la circolazione, soprattutto nei viaggi a lunga percorrenza. Quanto al posto, cerchiamo di scegliere i posti più vicini all’autista: solitamente sono i più spaziosi. L’ampia vetrata dell’autobus, inoltre, ci terrà al riparo dal mal d’auto. E se anche questo non ci basta per combattere la nausea da curve, dotiamoci di chewing gum o presidi medici a base di xamamina, come il cerotto anti mal d’auto che si posiziona sul collo. Infine, teniamo sempre con noi dell’acqua.

E la noia? Facile da sconfiggere, basta partire con smartphone o tablet completamente carichi: social network, app di messaggistica, ebook reader o servizi di streaming on demand ci consentiranno di trascorrere ore di viaggio in modo leggero e meno pesante.

PERCHÉ VIAGGIARE IN AUTOBUS

E, in effetti, digitalizzazione e connessione wi-fi, nonché le prese e la possibilità di usare pc e tablet rendono la compagnia Flixbus leader del mercato. L’idea di essere sempre connessi anche durante un lungo viaggio è accattivante. Ma il merito è anche, e soprattutto di un idea di business che si muove lungo due direttrici principali: un occhio di riguardo per i piccoli centri, che patiscono la mancanza di collegamenti efficienti e sono stati tagliati fuori dalla riorganizzazione del trasporto su rotaia, e verso la mobilità sostenibile anche per gli spostamenti di lunga percorrenza.

La compagnia tedesca ha deciso da subito di puntare sui viaggi green, tanto è che sta costantemente arricchendo la propria flotta con nuovi autobus a impatto zero, sperimentando in sempre più paesi gli autobus a idrogeno. Senza contare che la scelta di viaggiare in autobus anziché con la propria auto consente di risparmiare circa l’80% delle emissioni di CO2.

Chi sceglie il bus come mezzo di trasporto lo sceglie, poi, anche per la comodità di muoversi da centro città a centro città. Questo è possibile quasi ovunque tranne a Milano, dove il Comune per decongestionare il traffico ha preferito concedere le stazioni periferiche ma raggiungibili in metropolitana.

Mediamente, poi, il viaggio in bus è più sicuro: appena sei incidenti su mille, tra quelli che provocano feriti, coinvolgono un autobus turistico, soluzione perfetta per chi è restio a fidarsi dei viaggi con l’aereo.

Infine, la carica emotiva e psicologica di un viaggio on the road in bus: sicuramente non si ha la libertà che si può avere se si viaggia in auto ma in pullman possiamo ammirare tutto ciò che ci circonda semplicemente volgendo lo sguardo fuori dai grandi finestroni, senza preoccupazioni, anche se viaggiamo da soli.

PER APPROFONDIRE: Mezzi pubblici, abbiamo gli autobus più vecchi e inquinanti d’Europa

AUTOBUS LOW COST

Insomma, preferire l’autobus ad altri mezzi di trasporto sembra essere un’ottima scelta. Un’altro punto di forza sono i prezzi: low cost, per accontentare soprattutto giovani, turisti, backpacker e la generazione precaria che non vuole rinunciare ai viaggi. Tariffe davvero stracciate per vincere la concorrenza di  aerei e treni senza togliere ai clienti un buon livello di servizi. E, in effetti, l’identikit dei viaggiatori in bus è presto tratteggiato: studenti e giovani lavoratori fra i 18 e i 35 anni, più donne che uomini, che affermano di sentirsi più sicure persino di notte

Oppure gli over 50, scettici verso gli aerei o che viaggiano di notte per raggiungere la famiglia durante i fine settimana, lavorando fuori.

E, in un certo senso, le autolinee low cost sono l’equivalente della rivoluzione delle compagnie aeree low cost, come Easy Jet.

Come sempre, prenotando online, è possibile acquistare un volo, un viaggio in autobus o riservare una stanza in hotel in Italia e all’estero, al miglior prezzo:

Expedia: Risparmia fino al 60%

EasyJet: Buono sconto di 15 euro

Flixbus: Raggiungi Monaco di Baviera per l’Oktoberfest a soli 9.99 euro

Hotels.com: Vantaggi esclusivi con sconti fino al 40%

(L’immagine di copertina è tratta dalla pagina Facebook di FlixBus)

MUOVERSI NON SPRECANDO: