Come organizzare una vacanza in campeggio - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Vacanze in campeggio, i consigli giusti per organizzarle senza sorprese. E la classifica dei migliori campeggi in Italia

In Italia, circa 3 milioni di persone scelgono le vacanze in tenda o in camper. I consigli?Dotatevi di capacità di adattamento, stilate una lista di ciò che è assolutamente necessario, e scegliete uno tra i dieci campeggi migliori d'Italia

Condivisioni

COME ORGANIZZARE UNA VACANZA IN CAMPEGGIO

Le vacanze in campeggio sono per chi ama la semplicità e l’avventura, rappresentano un momento di libertà e relax per tutta la famiglia e la soluzione ideale per staccare dalla vita quotidiana immergendosi nella natura, ad un prezzo accessibile. Il campeggio però, è portata di tutti ma non è per tutti. Fondamentale è la capacità di adattarsi.

Sono circa 3 milioni, ogni estate, gli italiani che hanno come meta abituale posti dove fare vacanze en plen air, e nel nostro paese i campeggi sono circa 3mila, con una media di 70 milioni di presenze. Dimentichiamoci, però, le scene di campeggio di fantozziana memoria: in Italia il livello qualitativo dei camping e delle strutture è molto alto ormai. Sempre più simili a resort, con servizi a 5 stelle, dai panorami mozzafiato e location imperdibili. Tant’è che in rete nascono appositi siti di recensioni, fino ad arrivare a un vero e proprio premio, il che mira a valorizzare e premiare le eccellenze del territorio in termini di strutture e servizi offerti, scelte dal network KoobCamp, in collaborazione con il portale CamperOnline.

Ecco dunque i nostri consigli su come scegliere il campeggio su misura per le vostre esigenze e per trascorrere una vacanza serena, anche senza i troppi comfort ai quali siamo abituati.

LEGGI ANCHE: Vacanze in bicicletta, piccola guida al cicloturismo. Dall’equipaggio al percorso

MIGLIORI CAMPEGGI D’ITALIA

La comunità dei campeggiatori cresce ogni anno, iniziando ad avere una folta schiera di punti di ritrovo online. Forum di discussione tematici, portali per la scelta dei campeggi e per leggere le recensioni di altri frequentatori, veri e propri certificati di eccellenza.

Uno dei network più frequentati, KoobCamp, pensato per essere una piattaforma di incrocio domanda/offerta di strutture per campeggiare, ha selezionato, in collaborazione con il sito partner CamperOnLine, i migliori campeggi e villaggi italiani per chi viaggia in camper.
I criteri di scelta sono basati sulle recensioni degli utenti, che hanno premiato caratteristiche come per esempio manovre agevoli di accesso alle piazzole, la loro ampiezza o la possibilità di carico e scarico alle famiglie che viaggiano in camper. 
 
Ovviamente anche chi ama la tenda può fare affidamento sui certificati di eccellenza, perché alcuni criteri di selezione sono validissimi per tutti, come la posizione del campeggio, molto importante nella valutazione: escursioni, passeggiate, sport e luoghi da vedere sono fondamentali per una tipologia di turista che ama esplorare il territorio.
Al primo posto di questa speciale classifica si posiziona il Camping Sabbiadoro, a Lignano Sabbiadoro, in Friuli-Venezia Giulia, ma i premi coprono tutto il territorio della penisola: da Nord a Sud, passando per le isole: in ordine sparso, a parte il vincitore, troviamo:
 
Camping Sabbiadoro – Lignano Sabbiadoro (UD) 
• Family Wellness Camping al Sole – Ledro (TN) 
• Camping Vidor – Family & Wellness Resort – Pozza di Fassa (TN) 
• Camping Miravalle – Campitello di Fassa (TN) 
• Camping Village Mareblu – Cecina (LI) 
• Camping Bellamare – Porto Recanati (MC) 
• Camping le Dune – Muravera (CA) 
• Camping Village Don Diego – Grottammare (AP) 
• Camping Catinaccio Rosengarten – Pozza di Fassa (TN) 
Campeggio Merano – Merano (BZ)
 
come organizzare una vacanza in campeggio

Camping Sabbiadoro, vincitore dell’edizione 2019 premio come miglior campeggio d’Italia. Foto tratta dalla pagina Facebook del campeggio.

COME SCEGLIERE LA TENDA DA CAMPEGGIO

Evitate il fai-da-te e recatevi in un negozio di articoli da campeggio, dove sapranno consigliarvi sulla tenda, sul sacco a pelo e su tutti gli altri accessori per la vita all’aria aperta. Ci sono ottimi modelli di tende a prezzi accessibili, che variano a seconda del numero di posti letto. Aggiungete sempre un posto a quelli effettivi per avere dello spazio in cui sistemare gli oggetti.

Non dimenticate che dormire in tenda è solo un’opzione, soprattutto oggi che i campeggi offrono bungalow, case mobili e addirittura chalet dall’aspetto e dalla vivibilità superiori. Dal condizionatore alla cucina, anche le sistemazioni standard garantiscono un ottimo confort, per non parlare del Glamping, un nuovo modo di unire campeggio e lusso.

COSA PORTARE IN CAMPEGGIO

Come prima cosa bisogna decidere dove andare, se al mare, in montagna o al lago. Poi una volta deciso il luogo e acquistata la tenda, occorre fare una lista dettagliata degli oggetti da portare: il minimo indispensabile è già troppo, quindi bisogna darci un limite. Oltre ai nostri effetti personali dobbiamo avere:

  • Telo cerato da mettere sotto alla tenda per isolare dal suolo
  • Materassi gonfiabili
  • Sacchi a pelo
  • Tavolo con sedie
  • Contenitori per alimenti con coperchio
  • Repellenti per insetti
  • Bacinelle per lavare i piatti
  • Stoviglie
  • Necessario per il bagno

Tra le cose facoltative citiamo la cucina da campeggio, poiché in molti camping si mettono a disposizione aree con barbecue attrezzati in cui preparare i propri pasti. Anche la biancheria da letto potrebbe essere facoltativa poiché basta il materasso e il sacco a pelo.

PER APPROFONDIRE: Vacanze green, come organizzarle e come farle rispettando l’ambiente (foto)

VACANZE IN CAMPEGGIO CONSIGLI

Anche se scegliete la sistemazione in piazzola per una vacanza in tenda o in camper, evitate il rischio di trovarvi di fronte alla seccatura del tutto esaurito prenotando in anticipo. Pochi oggetti al seguito, facilmente contenuti in uno zaino, scarse formalità da rispettare per la vita di tutti i giorni, arredi spartani e regole semplici.

La convivenza forzata con i vicini potrebbe non essere tollerata da chi desidera la privacy, ad esempio trovarsi in bagno con estranei potrebbe non essere una esperienza positiva per molti. Per questo c’è bisogno di essere molto aperti alle novità, socievoli e tolleranti per poter campeggiare con soddisfazione.

La vacanza nei campeggi e nei villaggi è anche sinonimo di socializzazione, grazie ai numerosi spazi comuni e alla naturale predisposizione della gente. Approfittate di ristorante, piscina e attività di gruppo per conoscere nuove persone con le quali rimanere in contatto anche dopo le ferie. Se proprio volete evitare qualcuno, fatelo con le zanzare e le formiche: un po’ di citronella e del borotalco intorno alla tenda faranno al caso vostro.

come organizzare una vacanza in campeggio low cost

COME ORGANIZZARE VACANZA IN CAMPEGGIO CON I BAMBINI

Per far in modo che ogni soggiorno in campeggio si trasformi in un’esperienza indimenticabile, anche per i più piccini, occorre valutare con attenzione tutte le incognite che si pongono al momento dell’organizzazione della vacanza. Ecco come organizzare le giornate in campeggio tra passeggiate, giochi e relax, se si hanno dei bambini piccoli.

APP PER VACANZE IN CAMPEGGIO

Quando sarete in vacanza non è detto che avrete anche la connessione Internet: per questo motivo, è meglio approfittare della convenienza di diverse applicazioni che si possono scaricare prima di partire e che vi consentiranno di trascorrere in maniera più tranquilla il soggiorno in campeggio.

POSTI MERAVIGLIOSI DA VIVERE IN VACANZA IN ITALIA: