Questo sito contribuisce all'audience di

Le app più utili per viaggiare in aereo

Le app più utili per viaggiare in aereo - per arrivare in orario, domare la paura, intrattenersi durante il volo, sopravvivere senza wi-fi: per tutto c'è un app

Condivisioni

Come non sprecare carta e soprattutto rischiare di dimenticarsi qualche documento fondamentale a casa quando si è in partenza? Semplice, basta sapere quali sono le app più utili per viaggiare in aereo. Sul corriere.it abbiamo trovato un interessante articolo a firma di Gabriele De Palma, che aiuta ad orientarsi nella giungla delle app per smartphone che fanno risparmiare tempo e stress:

LE APP PER COMPERARE UN VOLO AEREO. Per programmare il viaggio le possibilità sono moltissime: tutte le compagnie aeree si sono dotate di software ottimizzato per gli smartphone e offrono la possibilità di scegliere il volo, acquistare il biglietto ed eseguire il check-in. Uno sguardo di insieme invece lo offrono app che aggregano i dati da tutti e li impacchettano per il piccolissimo schermo, tra queste Skyscanner e FlightAware sono tra le più utilizzate e apprezzate dagli utenti. FlightRadar invece offre qualcosa di più: oltre alle informazioni sul traffico aereo, sfrutta la realtà aumentata per identificare un aereo in volo. Basta inquadrare col telefonino un velivolo e il software ci dice che vettore è, da dove è partito e dove è diretto.

LEGGI ANCHE: Vacanze a settembre, la partenza low cost

LE APP PER INTRATTENERSI DURANTE UN VIAGGIO AEREO. Se poi ci siamo dimenticati di portarci musica, libri e video sul tablet, Google sta sperimentando in tre aeroporti australiani (Melbourne, Sidney e Brisbane) dei codici (QR code) che, letti da un sensore di near field communications, attivano il download di contenuti.C’è infine chi ha paura di volare, e a questi ha pensato Virgin con Flying Without Fear, esercizi di rilassamento e istruzioni per aiutare a rilassare i nervi.

LEGGI ANCHE: Viaggi low cost, la community per lo scambio di ospitalità

LE APP PER VIAGGIARE IN AEREO SENZA CONNESSIONE. Una volta riconquistata la calma ci si può distrarre in infiniti modi con le app che non richiedono connessione Internet attiva (che in Usa è ormai disponibile su molti vettori, ma in Europa e in Italia ancora è in fase sperimentale). Da Kindle per leggere un libro ai servizi musicali che consentono di salvare alcune playlist in modalità offline, dai giochi agli esercizi fisici per evitare di atterrare anchilosati. Delta Airlines, compagnia Usa, propone un aggiornamento del piano di volo che abitualmente viene trasmesso sugli schermi del sedile di fronte.

La app Fly Delta ha una funzione, chiamata «glass bottom jet» (il fondo di vetro dell’aereo), permette di sapere cosa c’è ottomila metri sotto di noi. Una mappa riporta in tempo reale la posizione dell’aereo e il territorio sottostante e alcune icone racchiudono contenuti e informazioni su natura, storia e curiosità dei dintorni. I viaggiatori che percorrono lunghe tratte troveranno giovamento dai suggerimenti che JetLag RX fornisce per limitare i disagi di attraversare troppi fusi orari troppo in fretta.

LEGGI ANCHE Mangiare low cost a Venezia