Proprietà e benefici delle mele - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Benefici delle mele: abbassano peso e colesterolo. E rendono anche la pelle più giovane

Un frutto unico, per la ricchezza di vitamine, fibre e molecole antiossidanti. Per chi soffre di stitichezza la mela cotta è l’ideale. Stimola anche la diuresi

PROPRIETÀ E BENEFICI DELLE MELE

Renette, golden, annurche, stark: le varietà delle mele sono davvero tante. E ci regalano, per tutto l’anno, un frutto semplice, spesso economico, e molto versatile per i suoi tanti usi in cucina. Ma innanzitutto un frutto toccasana, un autentico concentrato di benefici e di proprietà utili per la nostra salute: la mela, nelle sue diverse varietà, è davvero un caso unico. Aiuta a dimagrire. Protegge il cuore. Abbassa il colesterolo cattivo. Contrasta la stitichezza. Ringiovanisce la pelle.

LEGGI ANCHE: Ecco 10 proprietà della mela annurca, abbassa il colesterolo e rafforza i capelli

BENEFICI DELLE MELE PER LA SALUTE

Grazie a fibre, vitamine e molecole antiossidanti che contiene, come è noto anche nella sapienza popolare che sintetizza tutto nel celebre motto «Una mela al giorno leva il medico di torno».  E non è solo un proverbio popolare, ma una realtà, come possiamo vedere dai più importanti benefici che arrivano con questo frutto.

Serve a eliminare le scorie. La mela è ricca di acqua (80%) e di fibre (13%), che aiutano il nostro organismo a eliminare le scorie attraverso l’intestino. Stimola anche la diuresi e anche attraverso questo processo fisiologico contribuisce a una migliore disintossicazione dell’organismo.  Ecco perché il succo di mele è spesso usato nelle diete dimagranti. Una mela comune pesa 242 grammi e fornisce 126 calorie: un ottimo rapporto per utilizzarla come spuntino quando arrivano gli attacchi di fami durante i periodi nei quali stiamo provando a dimagrire.

Aiuta la digestione. Questo frutto inoltre aiuta a proteggere lo stomaco (grazie alla pectina, che fornisce una vera e propria patina protettiva sulle sue pareti quando è irritato, ed è una sorta di fertilizzante per la flora intestinale); difende anche l’intestino e depura il sangue. Il contenuto di grassi nella mela poi, è quasi del tutto assente in questo frutto, mentre sono ben presenti le vitamine B1 -B2, A e C il che lo rende un alimento facilmente digeribile, da inserire nell’alimentazione di bambini e anziani. In uno studio pubblicato su PLoS medicine, i ricercatori sono arrivati alla conclusione che, grazie alle fibre contenute al loro interno, le mele rallentano la digestione, aiutano a sentirsi sazi e nel tempo riducono l’aumento di peso.  Insomma: una mela al giorno prima di levare il medico elimina chili di torno. Anche per i bambini.

Cura la diarrea e contrasta la stitichezza.  La mela è indicata nei casi di gastroenterite e diarrea e, rispetto agli altri frutti, non fermenta nell’intestino, quindi si può consumare anche a fine pasto.  La mela è un vero e proprio lassativo dolce, perché aiuta l’intestino delicatamente, con un effetto rinfrescante e protettivo per le mucose. Per esempio per chi soffre di stitichezza la mela cotta è un ottimo rimedio.

Abbassa il colesterolo. Un’altra sostanza della quale la mela è molto ricca è la quercetina, un flavonoide con effetti antiossidanti e antinfiammatori. Una ricerca dell’università inglese di Reading e della Fondazione trentina Edmund Mach, pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition, dimostrano che due mele al giorno abbassano l’ipercolesterolemia del 4 per cento. Stesso discorso per quanto riguarda i trigliceridi.

L’importanza della buccia.  Mai come nel caso delle mele, il consiglio è di mangiare il frutto con tutta la buccia, ovviamente ben lavata sotto l’acqua corrente. Un’altra molecola di estrema importanza posseduta dalle mele, la fisetina, si concentra proprio nelle bucce.

Un tonico per il sistema nervoso. Questa qualità di tonificante del sistema nervoso e di quello muscolare, arriva da una caratteristica fondamentale: la mela è molto ricca di potassio.

Ringiovanisce la pelle. La mela è anche un’alleata per la bellezza e la cura della pelle, agisce come tonico del sistema linfatico e stimola il rinnovo cellulare del tessuto epidermico. Grazie alle vitamine e ai sali minerali che hanno proprietà ristrutturanti, nutrienti e antinvecchiamento, gli estratti di mela contribuiscono a rigenerare l’epidermide, rendendola subito lucente.

Depura e disinfiamma i tessuti. La vitamina C, presente in questo frutto, protegge la microcircolazione sanguigna ed è essenziale per la formazione del collagene, il “cemento del tessuto connettivo, presente nello strato più profondo della pelle. Gli acidi, invece, esercitano un’azione blandamente antinfiammatoria, depurativa e protettiva.

Contrasta l’acne. Molto usato è anche l’aceto di mele, che si ottiene dalla fermentazione dei frutti ed è ricco di oligoelementi dal potere tonificante. L’aceto derivato dalla fermentazione delle mele ha un effetto davvero benefico nei confronti della condizione della pelle conosciuta come acne, in quanto bastano due cucchiai di questo “nettare” (che va sempre diluito con acqua) per eliminare l’infezione cutanea e i sintomi correlati, come l’infiammazione e il gonfiore che si manifestano sul volto.

COME CONSERVARE LE MELE

La mela si raccoglie quasi tutto l’anno (l’unico mese nel quale se ne vedono poche è giugno), quindi si possono prendere sempre fresche e di stagione. Se le consumate entro pochi giorni, tenetele all’aria aperta (non in estate). Per conservarle a lungo, scegliete il frigorifero, dove, rigorosamente nel cassetto destinato alla frutta e alla verdura, possono restare anche un mese. Le basse temperature rallentano la produzione di etilene, un gas che fa maturare le mele anche dopo la raccolta.

COME MANGIARE LE MELE

In generale, le mele vanno mangiate crude. La mattina a colazione, ma anche, se preferite, a pranzo oppure a cena. Non è un frutto che rischia di restare sullo stomaco. La mela, magari accompagnata da una bevanda calda, è anche un ottimo spuntino per il pomeriggio.  E viene indicata dal medico, nella sua versione cotta, quando abbiamo problemi di stomaco o durante un’influenza di stagione. Come abbiamo detto e motivato, le mele crude, se possibile, è preferibile mangiarle con tutta la buccia. Infine, le mele sono un ingrediente essenziale in una serie di ricette. Come quelle che potete leggere qui.

RICETTE SUPER A BASE DI MELE:

  1. Mele al forno, la ricetta di un dessert con uvetta e cannella, da servire anche con il gelato
  2. Torta di mele renette e zenzero, una ricetta sana per lo spuntino e la prima colazione
  3. Crumble di mele, la ricetta di un dolce nutriente da servire con il gelato fatto in casa
Share

<