Questo sito contribuisce all'audience di

Preventivi assicurazione auto, confrontando le offerte si può spendere la metà

Per risparmiare sull'Rca il segreto è il confronto dei preventivi assicurazioni, grazie al quale si possono tagliare nettamente i costi

Condivisioni

Con l’estate ormai in pieno svolgimento migliaia di italiani prendono la propria vettura e partono per le vacanze. Nemmeno il tempo di godersi il soggiorno che è già tempo di fare bilanci, con assicurazioni auto, bolli e benzina a pesare come un macigno sul budget predisposto per le ferie estive. In particolare i costi delle polizze assicurative conoscono continui rincari, e soprattutto alcune categorie di utenti paiono svantaggiate dalla continua oscillazione dei prezzi.

LEGGI ANCHE: Polizze auto sempre più care, uno scandalo

A complicare il quadro la vera e propria lotta che ormai da settimane vede fronteggiarsi Ania (l’Associazione nazionale delle imprese assicuratrici) e Ivass (l’istituto di vigilanza delle assicurazioni), con la prima ad annunciare cali delle tariffe vicine al 6% su base annua e l’altra a smentire ribattendo che le tariffe italiane sono le più alte in Europa, nonostante il boom delle compagnie dirette, da Quixa a Linear.

In questo (confuso) contesto, l’Osservatorio SuperMoney ha realizzato uno studio sui preventivi assicurazione auto, comparando i costi Rca oggi applicati con quelli in vigore 12 mesi fa. Dall’analisi è emerso che neopatentate e guidatori 50enni con guida libera (che include dunque automobilisti al di sotto dei 26 anni) sono le categorie più colpite dai rincari, con picchi che hanno toccato anche gli 11 punti percentuali.

PER SAPERNE DI PIU’: Vacanze in auto, per risparmiare scegli un’assicurazione online

Il portale ha poi stimato come comparando i vari preventivi online un utente può risparmiare più della metà optando per l’offerta più conveniente; seguendo questa via un giovane neopatentato potrebbe ad esempio risparmiare quasi 700 euro, un guidatore 50enne con guida esclusiva e macchina diesel quasi 450 euro, mentre un 40enne potrebbe addirittura risparmiare circa 223 euro.