Questo sito contribuisce all'audience di

Botox, arriva la moda delle pentite. Le star crollano: «Un errore». Intanto, gli inglesi vietano l’intervento ai glutei. Troppi morti (foto)

Gisele Bundchen: «Mi vergogno, e devo nascondere, con abiti larghi, il seno ritoccato». Jane Fonda: «Non ho avuto coraggio». Grande spreco di bellezza e anche di salute. I morti per interventi al sedere sono 1 donna ogni 3mila interventi

Condivisioni

PENTIRSI DELLA CHIRURGIA ESTETICA

L’ultima, nella lunga lista di star pentite per i ritocchi con il botox, è Gisele Bundchen, la modella più pagata del momento, una bellezza irresistibile, che ha pensato bene, dopo avere allattato il suo primo bambino, di rifarsi il seno. Un disastro. Non solo estetico, ma anche psicologico, tanto che Gisele ha dovuto cambiare il suo abbigliamento. «Ho iniziato a indossare solo vestiti molto larghi, per nascondere il seno ritoccato…» confessa la modella nella sua autobiografia, ripresa da Vanity Fair.

LEGGI ANCHE: L’età delle rughe, non cedere alla tentazione del botox. E ricordarsi che coincide con una seconda giovinezza delle donne

STAR PENTITE CHIRURGIA ESTETICA

Il pentimento della chirurgia estetica sta diventando quasi una nuova moda nell’universo delle star system. Una dietro l’altra, come dei birilli, le dive crollano e confessano il loro disagio di fronte al cambiamento del corpo, del volto, del sorriso, dello sguardo. La decana delle bellezze rifatte, male, e adesso fulminata dall’ autocritica, è Jane Fonda, che dice: «Odio il fatto di avere cambiato in modo così assurdo i miei connotati. Dovevo essere più coraggiosa…». Sulla stessa lunghezza d’onda Gwyneth Paltrow e Cameron Diaz che si sentono colpite in una cosa ormai persa: la loro espressività naturale. E con questa ferita non riescono più a riconoscersi guardandosi allo specchio. Mentre Nicole Kidman, anche lei stravolta dal botulino, può annunciare: «Oggi non uso più nulla e posso finalmente sorridere».

pentirsi della chirurgia estetica

Gisele Bundchen, 2016 (riconoscimento editoriale Everett Collection / Shutterstock.com)

Perché siamo rimasti così colpiti da questo lungo elenco di donne che hanno capito, con un lifting esagerato, di avere sprecato la loro bellezza? Per il fatto che si tratta di esperienze che dovrebbero insegnarci qualcosa.  La libertà della donna, della quale tanto parliamo a sproposito, deve essere anche questa: modificare qualcosa del suo corpo se si sente a disagio. Possibilmente senza esagerare.

pentirsi della chirurgia estetica

Gwyneth Paltrow (riconoscimento editoriale: Debby Wong / Shutterstock.com)

Quindi, che ognuna si senta libera di fare i trattamenti che vuole, quando e come vuole. L’importante è avere la consapevolezza dei rischi che si corrono, anche perché quando ci si pente è sempre troppo tardi  in chirurgia estetica. Noi restiamo convinti che la bellezza femminile sia senza tempo. Eterna. Anche i capelli bianchi, come le rughe, hanno il loro fascino e possono conservare integra la bellezza di una donna. Il botox è uno spreco assoluto, comprensibile solo nell’era dell’apparire che ha sostituito l’essere.

pentirsi della chirurgia estetica

Cameron Diaz, 2014 (riconoscimento editoriale: Featureflash Photo Agency / Shutterstock.com)

Abbiamo raccontato in passato anche alcune follie, come il gonfiamento dei glutei attraverso una bella bombardata di silicone, oppure prelevando pezzi di carne in altre parti del corpo. Un’operazione che finora ha già fatto molte vittime, con un tasso di mortalità altissimo, pari a 1 ogni 3mila interventi. Tanto che l’associazione britannica dei chirurghi estetici ha deciso di non fare più interventi ai glutei. Era ora. Ci vorrebbero fare un pensierino anche i chirurghi estetici italiani?

RICETTE GIUSTE PER AVERE UN CORPO SEMPRE IN FORMA: