Questo sito contribuisce all'audience di

L’inverno deve ancora arrivare, ma pensiamo a come affrontare i soliti malanni

di Posted on
Condivisioni

Premetto che la cura e la prevenzione migliore contro qualsiasi malattia è mantenere un sistema immunitario al massimo delle proprie capacità. Questo perché il 90% dei virus e dei batteri “cattivi” si trova già all’interno del nostro corpo e non fuori. Il sistema immunitario però li tiene a bada, e fin qui tutto bene. Ma quando questo non succede? Iniziano i dolori.

Ecco allora come fare a mantenere alte le proprie difese senza dover sopportare gli spiacevoli effetti collaterali dei farmaci comunemente usati.

  • Mantenere i giusti livelli di vitamina D. In inverno la quantità di sole a cui siamo esposti cala molto rispetto all’estate, e con questo anche i nostri livelli di 1-25 colecaciferolo o vitamina D. Ecco che integrare la vitamina D per via orale in inverno serve a mantenere alte le difese immunitarie;
  • evitate zuccheri e cereali, specialmente quando non vi sentite bene. Non solo danneggiano il sistema immunitario ma sono il cibo preferito di tutti gli agenti patogeni;
  • riposatevi: dormire almeno 7-8 ore per notte è la cura migliore contro tante cose;
  • rilassatevi: gli stress emotivi sono la causa primaria di molti malanni come il raffreddore. Tecniche come l’Emotional Freedom Techinque o la NeuroEmotionalTechnique son rimedi veloci per eliminare l’effetto somatico delle emozioni. Certo, per risolvere il problema è meglio seguire un percorso psicoanalitico con degli specialisti;
  • fate sport aerobico regolarmente;
  • bevete acqua: quanta? Fino a che la pipì non diventa giallo paglierino chiaro;
  • assumere vitamina C in dosi massicce (anche 4-5 g) ogni ora fino a miglioramento dei sintomi.

Un rimedio atipico, ma funzionale è l’acqua ossigenata al 3% max. Inserire 5 gocce nelle orecchie per 1-2 minuti, fino a che le bollicine non smettono di fare rumore, a seguito dei quali risciacquare abbondantemente: questo sterilizza l’orecchio evitando spiacevoli intrusi. Anche l’origano, la cannella e il tumerico sono spezie utili antiparassitarie e anti microbiche molto efficaci.

Altra sostanza super è la propoli: estratta dalla cera d’api. La propoli è un anti-microbico ad ampio spettro. Inoltre, contiene acido caffeico e apigenina, sostanze miracolose nello stimolare il sistema immunitario anche contro il cancro.

Uno spunto interessante lo potete trovare nei classici rimedi di casa come lo sciroppo di miele e limone. Per farlo basta riscaldare il miele (non fino a bollitura); a parte bollire un limone in acqua per 2-3 minuti per renderlo morbido e sterilizzarlo. Aspettate che il limone si raffreddi, tagliarlo a fette e unirlo al miele tiepido. Lasciare a fuoco molto basso per un’ora, filtrare i tutto e conservare in frigo (fino a 2 mesi). Per un bambino usare mezzo cucchiaino 4 volte al giorno, per gli adulti 1 cucchiaio intero. 

Altre sostanze utili sono:

  • Concentrato di Olmo Rosso, contiene una patina protettiva per gola, esofago ed intestino che non permette ad agenti patogeni di attaccarci.
  • Tè all’echinacea;
  • Soluzione salina a 2-3% sopratutto se di sale marino naturale per eliminare il muco in eccesso dai seni nasali;
  • Contro la febbre si possono impregnare delle calze di cotone nell’aceto bianco e mettersele ai piedi;
  • La minestra di pollo, ideale per le infezioni virali, fornisce i nutrienti necessari per combattere febbre e raffreddore senza appesantire il sistema digerente. Il massimo è il brodo di ossa di pollo, brodo che deve cuocere per un minimo di 8 ore.

E per finire non poteva mancare l’aglio: aglio spremuto lasciato a mollo per un’ora nell’olio di oliva e successivamente spalmato sulla pianta dei piedi, mettendosi le calze non appena finito per la gioia dei vostri cari.

Go Green