Laboratorio per bambini in ospedale - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

San Giovanni Rotondo, così i bambini ricoverati in oncologia diventano fornai (foto)

Un laboratorio che regala vita e spensieratezza laddove ci sono paura e dolore: la coraggiosa scommessa di Antonio Cera, fornaio, con una laurea in Economia.

di Posted on

LABORATORIO PER BAMBINI IN OSPEDALE

Piccoli fornai crescono, anche in ospedale. Nel laboratorio del reparto di Oncoematologia pediatrica dell’Istituto IRCSS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, bambini di età diverse, accomunati dalle stesse sofferenze, preparano pane e biscotti, infornano e mangiano insieme le loro bontà, mettendo nelle loro ricette una ricca dose di spensieratezza. Un progetto importante che permette loro di alleviare le lunghe degenze dovute alle terapie.

Il profumo del pane e la soddisfazione di vedere sfornare i propri piccoli panetti riempie di gioia i bambini e i loro genitori e permette loro, per qualche ora, di mettere da parte la malattia.

LEGGI ANCHE: Arte e animali per aiutare a guarire i piccoli malati dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano

LABORATORIO PER BAMBINI CASA SOLLIEVO DELLA SOFFERENZA

Tutto è cominciato quando Antonio Cera, un fornaio con una laurea in Economia, ha deciso di mettere in piedi un piccolo laboratorio del pane per gli ospiti del polo di ricerca pugliese. L’inventore di questo progetto è impegnato da anni nella promozione della cultura del pane di qualità, anche attraverso l’Associazione Futurista del Pane di San Marco in Lamis, nel foggiano. Da qui l’idea di iniziare a collaborare con il dirigente di Casa Sollievo della Sofferenza e con una serie di responsabili della struttura: il primario di Oncoematologia pediatrica, il primario di Pediatria generale e la direttrice della Scuola ospedaliera paritaria. Una grande opportunità che si inserisce in un contesto già ricco di attività formative dedicate ai piccoli pazienti. L’obiettivo è assicurare loro il diritto allo studio e alle attività ludiche al fine di umanizzare le cure a cui sono sottoposti.

PER SAPERNE DI PIÙ: Terapia del sorriso, così ridere diventa il primo alleato della nostra salute

LABORATORIO ONCOEMATOLOGIA PEDIATRICA IRCSS

Secondo Antonio Cera, questa iniziativa non serve soltanto a distrarre gli ospiti del reparto pediatrico. I bambini infatti, non solo apprendono le tecniche di preparazione del pane ma anche le regole per una sana alimentazione. La prima esperienza è andata così bene che, nel giro di pochi incontri, è diventata un laboratorio permanente. Una dimostrazione è il forte gradimento da parte dei piccoli fornai. La durata del primo laboratorio, infatti, doveva essere di due ore ma dopo tre ore e mezza trascorse con le mani in pasta, i bambini non volevano saperne di mettere da parte grembiuli e mattarelli. Un successo che ha sorpreso lo staff medico e i clown ospedalieri. La cura di queste gravi malattie, infatti, deve prevedere anche momenti creativi e di svago e grazie a questo laboratorio ogni piccolo paziente può mostrare ai compagni di reparto e agli adulti di che pasta è fatto.

(Le immagini sono tratte dalla pagina Facebook dell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza)

ALTRE IDEE PER AIUTARE I BAMBINI A DISTRARSI:

Shares