Invenzioni green: così il cellulare si ricarica in 20 secondi | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Invenzioni green: così il cellulare si ricarica in 20 secondi

Eesha Khare, una studentessa californiana di soli 18 anni, ha brevettato un super condensatore in grado di ricaricare il cellulare in appena 20 secondi.

Condivisioni

Invenzioni green nel settore della telefonia: arrivano le ricariche-lampo dei cellulari. Niente più attese di ore per tornare con la batteria a pieno carico, e niente più spine inserite a lungo nelle prese di corrente elettrica. Soltanto venti secondi, un lampo appunto, per ricaricare il cellulare con un forte risparmio di tempo e di energia elettrica.

LEGGI ANCHE: Cellulari e salute, i consigli per limitare i rischi derivanti dalle radiazioni

La scoperta si deve a Eesha Khare, una studentessa californiana ancora ventenne, che ha brevettato un super condensatore in grado di ricaricare i telefonini in appena venti secondi. Inoltre, la nuova batteria ha una potenza capace di assicurare un totale di 10mila ricariche, molte più di quelle oggi disponibili con gli apparecchi in circolazione.

L’invenzione della Khare piace molto ai grandi gruppi della telefonia, e si è già aperta la corsa per reclutare la studentessa prodigio. Intanto lei ha portato a casa 50mila dollari, la dotazione del premio “Intel International Science and Engineering Fair“, che valorizza le migliori innovazioni nel settore dell’alta tecnologia.

PER SAPERNE DI PIU’: Fairphone, lo smartphone etico che rispetta ambiente e lavoratori

Khare avrà tempo prima di scegliere il suo datore di lavoro, e i consumatori di cellulari non dovranno aspettare molto prima di vedere in commercio le ricariche-lampo da venti secondi.