Questo sito contribuisce all'audience di

“Housing first”: a Bologna il progetto per dare una casa ai senzatetto

Oltre all’inserimento stabile delle persone nell’abitazione, il progetto “Housing First – Co.Bo” prevederà anche un percorso di accompagnamento sociale e di sostegno psicologico in modo da facilitare l'integrazione all’interno della comunità delle persone scelte.

di Posted on
Condivisioni

HOUSING SOCIALE BOLOGNA – Offrire gratuitamente una casa ai senzatetto, alle persone ospiti dei dormitori e a tutti coloro che vivono in abitazioni non adeguate: questo l’obiettivo del progetto di housing sociale avviato dal Comune di Bologna e che mira all’inserimento stabile di 50 homeless entro il 2015.

LEGGI ANCHE: A Bollate l’orto sociale per il reinserimento lavorativo dei senzatetto

IL PROGETTO “HOUSING FIRST – CO.BO” – Un progetto innovativo “Housing First – Co.Bo”, finanziato con 334 euro per il biennio 2014-2015 e portato avanti in collaborazione con un soggetto del terzo settore, scelto tramite un’istruttoria pubblica.

Nato negli Stati Uniti alla fine degli anni 80, il modello di intervento “housing first” è stato poi adottato in molti paesi del Nord Europa.

GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO “HOUSING FIRST – CO.BO” – Oltre all’inserimento stabile delle persone nell’abitazione, “Housing First – Co.Bo” prevederà anche un percorso di accompagnamento sociale e di sostegno psicologico da parte di un’equipe multiprofessionale che seguirà le persone scelte in modo da facilitare la loro integrazione all’interno della comunità.

Un progetto importante che speriamo si diffonda presto in tante altre città d’Italia.

PER APPROFONDIRE: La storia di Leo, un senzatetto di New York che in un mese è diventato programmatore