Dieta dopo Pasqua: come perdere peso in pochi giorni
Questo sito contribuisce all'audience di

Dieta dopo Pasqua: come perdere peso in pochi giorni

Innanzitutto serve una scelta di metodo: ridurre i pasti e aumentare l’attività fisica. Poi ci sono le diverse opzioni

di Posted on

Se non altro per quanto e per come abbiamo mangiato durante le vacanze di Pasqua, è inutile sprecare tempo e pensarci troppo:  bisogna mettere a punto un’alimentazione, senza particolari sacrifici, che ci consenta di recuperare peso, forma e una buona condizione fisica. Le opzioni sono diverse, ma innanzitutto ci sono alcune regole generali molto utili.

DIETA DOPO PASQUA

Dopo Pasqua la nostra dieta alimentare, a prescindere dal peso che abbiamo raggiunto, deve cambiare. In particolare, bisogna:

  • Eliminare per alcuni giorni vino, alcolici e superalcolici
  • Ridurre zucchero e sale
  • Bere molta acqua
  • Privilegiare menù a base di pesce, frutta, verdura e carni bianche
  • Ridurre i consumi di pasta e pane

LEGGI ANCHE: Come perdere peso in modo naturale: i trucchi per dimagrire senza dannose esagerazioni

COME SI PERDE PESO DOPO PASQUA?

Un’altra soluzione preliminare per perdere peso dopo i pranzi di Pasqua, riguarda il ciclo delle diete. Bisogna tornare a una prima colazione abbondante, a un pranzo super leggero, ed a una cena molto equilibrata. E’ assolutamente inutile, con uno spreco di salute, ricorrere a digiuni forzati, mentre a un’alimentazione più sana va abbinata l’attività fisica.  Anche solo per trenta minuti al giorno di passeggiata. Tra l’altro ci sono sport particolarmente adatti a questa fase, come il nuoto e il golf.

DIETA MELAROSSA

Venendo alle singole diete, quella chiamata Melarossa è particolarmente adatta al periodo successivo ai pranzi di Pasqua.  Si recupera facilmente su Internet, è personalizzata, e quasi gratuita. La perdita di peso è graduale, e il menù privilegiato è quello della dieta mediterranea.

DIETA CHETOGENICA

La chiave della dieta chetogenica è la drastica riduzione di cibi a base di carboidrati. Pasta e pane scompaiono mentre si fanno spazio grassi buoni, come quelli contenuti nell’olio di oliva extravergine.  Sono permessi il pesce (meglio se azzurro), le uova, le carni bianche. Vietate, invece, le patate, i legumi, i succhi di frutta e bevande zuccherate.

DIETA A ZONA

La dieta a zona, molto controversa ma anche molto seguita da decenni, prevede un’alimentazione a mini-blocchi. Uno di proteine, il secondo base di carboidrati, e il terzo con i grassi. Una volta calcolate le necessità di questi tre componenti, si  costruisce un menù equilibrato che le contenga nella giusta dimensione.

DIETA SCARSDALE

Con la dieta scarsdale si può perdere anche mezzo chilo in un giorno, ma il programma va seguito fino alla fine per evitare poi di tornare a prendere peso molto rapidamente.  Nella prima fase, che dura almeno due settimane, non si possono mangiare più di 1.000 calorie al giorno. Nella seconda fase , che arriva fino al raggiungimento del peso forma, sono vietati latticini, zucchero, carni rosse, legumi , dolci e bevande alcoliche.

I SEGRETI PER UNA DIETA CORRETTA ED EQUILIBRATA:

Share

<