Questo sito contribuisce all'audience di

Le regole per non sprecare il cibo dello chef stellato Dan Barber

Si chiama Dan Barber ed è un noto cuoco di New York. La sua caratteristica? Servire nel suo ristorante piatti creati con gli avanzi del giorno precedente. Una tecnica che lo ha reso famoso anche tra i vip. Nel suo libro spiega come fare a conservare il cibo più a lungo

di Posted on
Condivisioni

CONSIGLI ANTI SPRECO –

Creare ottimo cibo con gli avanzi della sera prima e poi servirlo al ristorante. Succede al Blue Hill di New York a opera dello chef stellato Dan Barber, che usa alimenti scaduti e avanzati dalla sera prima per creare dei piatti gourmet.

Classe 1969, Barber ha già acquisito notorietà grazie ai suoi libri, tra cui “Waste-Free Kitchen Handbook” (Manuale della cucina senza sprechi) dove spiega come capire se un prodotto può essere consumato anche dopo la data di scadenza riportata sull’etichetta.

IL LIBRO: Scoprite le buone pratiche anti spreco dei nonni

La sua filosofia è diventata talmente popolare da avere conquistato anche i vip, come Gisele Bündchen, che su Instagram ha caricato la foto di un piatto di Barber definendolo come uno dei migliori che avesse mai mangiato.

DAN BARBER CHEF –

In un’intervista con l’HuffPost Live’s il cuoco ha spiegato che cucinare con il cibo avanzato è molto comune tra gli chef: è semplicemente qualcosa che non pubblicizzano. Ed è una pratica che si dovrebbe considerare sempre di più, considerando che gli ultimi dati evidenziano come ogni anno solo negli Stati Uniti vengano sprecate oltre 6 milioni di tonnellate di cibo: per un valore che supera i mille euro a famiglia.

Diversi sono i consigli dello chef:

  • Usare le bucce di frutta e verdura come ingredienti per nuovi piatti;
  • Usare il freezer anche per conservare prodotti come il pomodoro per la pasta, il pane già affettato, le cipolle ma anche il latte. Quest’ultimo, se inacidisce, è perfetto come ingrediente per cucinare, ad esempio, dei prelibati pancake o dei biscotti.
  • Un altro punto è il corretto posizionamento degli alimenti all’interno del frigorifero: carne e prodotti deperibili sempre in basso, che è la parte più fredda.
  • E poi ignorare la data di scadenza. Un piccolo trucco per capire se le uova sono ancora buone, ad esempio, è quello di metterle in una pentola d’acqua: se affondano si possono mangiare.
  • Le verdure avvizzite possono essere salvate lasciandole in ammollo nell’acqua calda, mentre la lattuga basta saltarla in padella.
  • Per evitare che il formaggio si secchi o produca delle muffe, deve essere avvolto nella carta da forno.
  • Discorso a parte per le patate: possono essere mangiate in qualunque momento basta che la polpa non sia diventata verde.
  • Per quanto riguarda il pane: è bene conservarlo nel congelatore. Quello avanzato si taglia a fette e lo si fa poi rinvenire in forno con un po’ di olio e sale. In alternativa, si può grattugiare e conservare per le impanature o i ripieni.

PER APPROFONDIRE: Come conservare gli alimenti e non farli andare a male