Come risparmiare sulla bolletta del gas - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Bollette del gas, i consigli per risparmiare con i consumi dell’acqua calda e in cucina

Un grado in più di temperatura vale il 6 per cento dei consumi di gas in bolletta. Per evitare la dispersione degli infissi può bastare anche un paraspiffero. Nulla sopra i termosifoni. E quanto ai consumi di acqua calda e in cucina …

COME RISPARMIARE SULLA BOLLETTA DEL GAS

L’uso di gas per riscaldamento è di gran lunga il principale responsabile dei consumi di un’abitazione: è quindi importante ridurre gli sprechimoderare la temperatura interna e migliorare l’isolamento termico della propria casa. La bolletta del gas italiana è una delle più care in Europa e incide notevolmente sul bilancio familiare. Per abbassare la spesa del gas le famiglie italiane possono pagare di meno il metro cubo di gas e cercare di diminuirne il consumo, che varia sensibilmente da Nord a Sud.

LEGGI ANCHE: Bollette di gas e luce, si possono tagliare anche con gli acquisti fatti insieme. Come la spesa

IL CONSUMO MEDIO DI GAS

Una famiglia del Nord consuma fino a 6 volte più gas di una del Sud. Il clima più freddo determina un maggiore uso del riscaldamento, che nelle regioni settentrionali è responsabile di più dell’80% del consumo di metano di una casa. L’Emilia Romagna è la regione con il consumo di gas domestico più alto, con oltre 1000 metri cubi di gas pro capite l’anno, mentre in Sicilia e in Calabria il consumo si ferma a circa 150 metri cubi a testa.

Per capire come risparmiare sulla bolletta del gas è utile sapere quanto state effettivamente pagando per ogni metro cubo consumato. Da qui potete partire per misurare l’efficienza energetica della vostra abitazione, in quanto a consumi di gas, e quali margini di risparmio ancora avete. Innanzitutto eliminando inutili sprechi. Altra premessa è la scelta del gestore: ormai esiste una concorrenza molto ampia, come nel caso della telefonia, e quindi avete la possibilità di fare confronti e anche di misurare, in occasione della proposta che ricevete, i vostri reali consumi.


PER APPROFONDIRE: Il nostro manifesto per evitare tutti gli sprechi. A partire da quelli energetici

COME PAGARE MENO IL GAS

Un aiuto lo trovate sui tanti siti online che offrono sia la comparazione delle tariffe, sia le offerte commerciali dei vari gestori. Attenzione solo a due cose. Non fatevi troppe illusioni sulla differenza di costi reali per il consumo di gas, più o meno le offerte si equivalgono, anche per il fatto che la parte fiscale della bolletta è molto alta e uguale per tutti. E tenete sempre presente che i siti svolgono un’attività commerciale, sia se sono controllati da uno dei gestori sia se si tratta di iniziative in proprio. Dunque le proposte che arrivano da questo canale non sono del tutto disinteressate.

La conclusione è che per risparmiare davvero, e non poco, sulla bolletta del gas, bisogna avere forti e chiare le idee in testa sugli interventi di innovazione tecnologica ed energetica da fare, sugli sprechi da eliminare e sui piccoli accorgimenti, che però hanno un enorme valore in termini di risultati.

TRUCCHI PER CONSUMARE MENO GAS

Andiamo con ordine e partiamo dal primo punto: interventi di riqualificazione energetica e innovazione, specie nel caso di lavori di ristrutturazione della casa che vanno abbinati, è un’opportunità da cogliere, all’obiettivo di sfruttare al massimo ciò che la tecnologia mette a disposizione. Costi permettendo.

  • L’impianto più efficace ed efficiente è sicuramente quello della caldaia a condensazione che vale un risparmio stimato, in termini di consumi di gas, attorno al 30 per cento. Meglio ancora se viene abbinata a pannelli radianti.
  • Si possono prendere in considerazione anche le pompe di calore e il solare termico.
  • Sono invece indispensabili le valvole termostatiche sui termosifoni. Per un ovvio motivo: vi consentono di regolare il gas da utilizzare, ed evitare sprechi molto diffusi, legati a un calore eccessivo e fuori orario necessario.
  • Gli interventi di manutenzione della caldaia non vanno fatti solo per rispettare la legge e per motivi di sicurezza, cose ovvie, ma anche per il semplicissimo motivo che un impianto con cattivo funzionamento consuma più gas. In quanto lo spreca. E voi pagate il conto.

A proposito di sprechi, ecco quelli più pesanti in bolletta e più facili da eliminare:

  • La principale fonte di consumo del gas in casa è l’impianto di riscaldamento, individuale o condominiale. Bene: non è necessario arrivare a una temperatura da tropici per stare caldi in casa. Durante il giorno la temperatura può oscillare tra i 19 e i 20 gradi e durante la notte scendere anche a 18 gradi. Tenete presente che 1 solo grado in più della temperatura interna alla casa vale circa il 6 per cento del vostro consumo di gas.
  • Controllate gli infissi, potrebbero essere vecchi o inefficienti e così disperdere calore e moltiplicare il consumo del gas. In questo caso avete due possibilità. La prima: cambiarli. Se scegliete questa strada, puntate sulla qualità e su un investimento di lungo periodo, anche se più costoso al momento dell’acquisto. In ogni caso, esistono buone possibilità di finanziamento per cambiare gli infissi. La seconda soluzione, piccolo gesto all’insegna del Non sprecare, è quella di usare dei paraspifferi. Provateci, e vedete poi il risultato.
  • Un’altra fonte di spreco facile da ridurre è lo steso uso del termosifone. Non mettete mai nulla sopra: così si disperdono calore e gas. Usate dei fogli isolanti per evitare la dispersione del calore dalle mura verso l’esterno.

RISPARMIO BOLLETTA DEL GAS

Concludiamo i consigli con alcuni piccoli ma decisi accorgimenti. Preziosi nella lotta agli sprechi ed a favore del risparmio.

  • I termosifoni che si trovano in locali della casa che non frequentate, se non in rarissime occasioni, possono anche restare spenti.
  • Il cambio dell’aria è un’operazione fondamentale per l’igiene della casa e per la vostra salute. Ma fatelo con giudizio durante l’inverno, quando il gas gira per riscaldare l’appartamento. Ovvero: la mattina presto, e quando i termosifoni sono spenti. Altrimenti accumulate dispersioni, sprechi e costi.
  • Non sottovalutate gli sprechi che accumulate con il consumo improprio di acqua calda. Siamo abituati a consumarla a manetta, ma costa. E il consumo si può ridurre enormemente anche solo l’acquisto di un semplice riduttore di flussi. Si acquista da un ferramenta, per pochi euro. Euro che però valgono un maxi premio nella vostra bolletta.

COME RISPARMIARE GAS IN CASA 

Dagli impianti e dal riscaldamento alla cucina, altra fonte di grandi consumi di gas. Ne parliamo in dettaglio in un altro articolo del nostro sito. Qui ricordiamo solo tre cose, banali, che valgono meno sprechi e più risparmi nel perimetro dei fornelli.

  • Collocare le padelle su piastre di dimensioni appropriate al loro diametro
  • Coprirle con il coperchio mentre cucinate
  • Per sfruttare il calore residuo spegnere la piastra prima della fine cottura

COME RISPARMIARE GAS CON LA CALDAIA 

Infine, un’indicazione per le famiglie particolarmente disagiate. Per loro è previsto, attraverso l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, un bonus sociale. Possono accedervi due tipi di famiglie. Quelle che hanno un reddito ISEE fino a 7.500 euro. E quelle numerose, con almeno tre figli, con un reddito ISEE fino a 20.000 euro.

SEMPLICI CONSIGLI UTILI PER RISPARMIARE IN CASA E NON SPRECARE:

Shares

LEGGI ANCHE:

1 Comment
  • Pietro Leinardi
    08.04.2015

    io ho montato un nuovo dispositivo fantatico, me lo sono ripagato in due mesi e ora risparmio il 30% di quel che pagavo prima…..siamo solo disinformati….il dispositivo si chiama power management watt e lo trovate su pmbrico.com c’e anche un dispositivo gas ma non e’ ancora uscito

Shares