Come decorare il termosifone | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Termosifoni, decorateli con pittura naturale. Senza nasconderli con armadi e griglie in legno

Volete rendere più allegro il vostro termosifone? Non copritelo, altrimenti sprecate gas e calore. Ma divertitevi a decorarlo. Anche con il wrapping

Uno degli sprechi più gravi, in materia di consumi di gas per il riscaldamento, è quello legato al modo con il quale viene coperto il termosifone. Con un armadietto, con griglie in legno, con coperture che riducono l’espansione del calore. Tutti modi per sprecare il metano, non riscaldare bene l’ambiente, e pagare conti salati in bolletta.

COME DECORARE IL TERMOSIFONE

Altra cosa, invece, è decorare il termosifone, che spesso non è bello dal punto di vista estetico, senza però ridurre o comprimere in alcun modo la sua capacità di produrre calore.

LEGGI ANCHE: Riscaldamento, tagliate la bolletta e risparmiate eliminando questi 10 sprechi. Tutti costi inutili

IDEE PER DECORARE IL TERMOSIFONE

Vediamo le migliori soluzioni per decorare i nostri termosifoni:

  • Una delle cose più semplici da fare per ridare nuovo smalto ad un vecchio termosifone, è ridipingerlo con pittura naturale. Si può, ad esempio, dipingerlo dello stesso colore della parete retrostante, così da mimetizzarlo del tutto. Oppure lo si può dipingere a contrasto rispetto alla parete dietro, così da renderlo un elemento d’arredamento che sappia attirare l’attenzione su di sé. Prima di ridipingere i termosifoni, bisogna adoperare la carta vetrata per eliminare i residui della vecchia vernice, poi si passa un antiruggine e infine si pulisce bene tra le canne, per eliminare la polvere. Belli i colori accesi, come quelli dell’arcobaleno, se il termosifone si trovi ad esempio nella camera dei bambini. Per dei caloriferi in ghisa, si può optare per la pittura dorata o argentata, per conferire loro un aspetto vintage.
  • I termosifoni possono essere decorati perfettamente anche utilizzando gli stencil, magari individuando un tema specifico a seconda dell’ambiente nel quale esso si trovi. Ad esempio, in bagno si può scegliere un tema marino e procedere o con la pittura oppure con gli stencil appunto, che evitano ai meno esperti il disegno a mano libera e realizzano una decorazione perfetta, capace di cambiare il volto al termosifone. In bagno si può optare per dei pesci o delle bolle, in cucina il calorifero potrà avere degli stencil che riguardino le stoviglie, nella camera dei ragazzi degli animali e tanto altro ancora.
  • Esiste anche una tecnica che si chiama “wrapping” che consiste nella decorazione effettuata con pellicole adesive. Tali pellicole possono essere usate per decorare qualsiasi cosa, anche dunque dei termosifoni. Le pellicole adesive in questione sono di altissima qualità, durano praticamente per sempre e hanno un impatto visivo incredibilmente bello. Il vantaggio enorme è che possono essere rimosse in qualunque momento senza che il calorifero subisca alcun tipo di danno.
  • Se si vuole far diventare il termosifone un elemento di design, si può riportare sulla sua struttura un motivo presente, ad esempio, all’interno di un quadro che vi è nella stanza o su qualunque altro complemento d’arredo o anche su di una parete, per amalgamarne, in maniera intelligente, il calorifero con gli altri elementi architettonici vicino a lui.
  • Anche un umidificatore, della forma che desiderate e del colore che più vi piace, può cambiare il volto del termosifone senza che vi si agisca troppo sopra, magari ridipingendolo del tutto.

IDEE PER DECORARE CASA CON IL FAI DA TE:

Share