Come ridurre al meglio gli imballaggi: i nostri consigli
Questo sito contribuisce all'audience di

Come ridurre gli imballaggi in 10 mosse

L’acqua minerale? Meglio in bottiglie di vetro. I detersivi? Alla spina. E se al banco qualcuno prova a imbottire prosciutto e formaggio di imballaggi, fermatelo. Per le vostre confezioni, usate materiale riciclato.

Si può fare. Abbiamo preso l’abitudine a imballare tutto, anche oggetti di piccole dimensioni avvolti in voluminose confezioni. Inutilmente. Un consumo sproporzionato di carta, cartone e plastica, che alimenta una catena dei rifiuti insostenibile e difficile da gestire.

COME RIDURRE GLI IMBALLAGGI

L’imballaggio è un doppio spreco. Fa prezzo, e spesso è molto più voluminoso dello stesso prodotto che abbiamo acquistato. E gonfia in modo esponenziale la catena dei rifiuti, al punto che circa la metà della nostra immondizia da smaltire è rappresentata da imballaggi. Quasi sempre inutili o eccessivi. Eppure ridurli è molto semplice, come raccontiamo con questi consigli.

LEGGI ANCHE: Stoviglie biodegradabili, ecco come le foglie di palme sostituiscono la plastica (video)

Ecco qualche consiglio utile per ridurre in modo sostanziale questo tipo di spreco:

NIENTE BOTTIGLIE DI ACQUA IN PLASTICA

Ogni anno in Italia se ne imbottigliano per oltre 12 miliardi di litri di acqua, e siamo diventati il terzo paese al mondo per questo tipo di consumo. Assurdo.  Per eliminarlo basta verificare la potabilità dell’acqua del vostro rubinetto, oppure rifornirvi presso le casette dell’acqua che si stanno moltiplicando in tutta Italia. Avrete un bel risparmio.

PRODOTTI ALLA SPINA

Quando fate la spesa, specie nei supermercati o negli ipermercati, cercate i reparti per gli acquisti alla spina, senza confezioni. Dalla pasta ai detersivi, dallo zucchero ai prodotti per la casa: spenderete meno e non tornerete a casa gonfi di plastica.

VUOTO A RENDERE

In questo caso non dovrete preoccuparvi di smaltirlo.

ISCRIZIONE A UN GRUPPO DI ACQUISTO SOLIDALE

nella vostra città e, meglio ancora, nel vostro quartiere. Insieme ad altri consumatori potrete spuntare prezzi migliori sui prodotti, averli a chilometro zero e freschi e con minori imballaggi. È una spesa semplice ed efficace.

NIENTE CONFEZIONI AL BANCO

Quella carta, quella plastica, quei contenitori, fanno peso e ve li fanno pagare.

PER APPROFONDIRE: Liberare l’acqua minerale dagli imballaggi di plastica, si può. In modo green

SCEGLIERE IL FAI DA TE

Ci sono molte cose che possiamo fare in casa, sia per quanto riguarda la cucina sia per le spese di detersivi e prodotti domestici.

CAMBIARE NEGOZIO

Evitate i punti vendita dove si acquistano prodotti con eccessivi imballaggi. Così date un segnale da consumatore responsabile. A maggior ragione, se sono negozi che si presentano con l’etichetta bio.

USARE MATERIALE RICICLATO

Realizzate i vostri imballaggi con il fai da te utilizzando materiale riciclato e preferite acquisti di prodotti che abbiano dei contenitori a rendere. I rifiuti diminuiranno, per tutti.

FARE LA SPESA CON LA SPORTA

Scegliete sempre la classica busta della nonna, da casa. Vi consentirà di portare a casa in modo comodo e semplice prodotti non imballati.

RICICLARE, RIUSARE E RIUTILIZZARE

La regola delle tre R deve essere scolpita nella vostra testa: è utile innanzitutto per eliminare imballaggi inutili.

 COME RIDURRE I RIFIUTI, OVUNQUE:

  1. Picnic a rifiuti zero, guardate come è semplice. Più di 50 ospiti, e solo mezzo secchio di scarti (foto)
  2. Rifiuti per volare, così gli aerei eliminano le emissioni del kerosene
  3. Vuoto a rendere, si parte con acqua e birra. Ma spingiamo tutti per fare come in Germania
Share

LEGGI ANCHE:

<