Questo sito contribuisce all'audience di

Bioplastica, i vantaggi di un materiale prodotto da scarti agricoli. E’ biodegradabile e riciclabile. E non inquina (foto)

Molto utile per il packaging alimentare o per i contenitori di bevande. L’alternativa ai piatti “usa e getta”. Un’unica controindicazione: derivando da rifiuti agricoli, può contribuire alla riduzione di derrate alimentari

Condivisioni

BIOPLASTICA

La bioplastica è un tipo alternativo di plastica, prodotta con un materiale derivato da materie prime rinnovabili di origine biologica. Inoltre è biodegradabile e riciclabile. Il tempo di decomposizione della bioplastica può variare molto in base ai materiali e alle condizioni ambientali. In ambienti umidi le bioplastiche possono biodegradarsi in pochi mesi, mentre in ambienti asciutti e con appositi trattamenti possono assicurare un’ottima tenuta.

LEGGI ANCHE: Rhea Singhal, una trentenne indiana che produce stoviglie senza plastica dagli scarti agricoli

STOVIGLIE PRODOTTE CON BIOPLASTICA

PROGETTO LEAF REPUBLIC

Le foglie di palma possono sostituire la plastica e diventare stoviglie al 100% biodegradabili. Il progetto è di Leaf Republic, una start up con sede a Monaco di Baviera che fa ricerca nel settore del packaging sostenibile. Leaf è la prima azienda a sviluppare stoviglie biodegradabili e riciclabili, costruite con materiale sostenibile: foglie d’albero. I piatti riciclabili monouso per alimenti sono privi di prodotti chimici, colle o additivi e costituiti interamente da foglie.

Pedram Zolgadri e Carolin Fiechter sono i due designer che hanno assemblato i piatti di foglie utilizzando una pressa a pedali. Parte superiore e inferiore del piatto sono fatte di foglie cucite a fibre estratte da foglie di palma, mentre il centro è costituito da uno strato di carta fatta anch’essa di foglie. Il prodotto finale è un piatto usa e getta che può essere usato senza problemi per consumare un pasto, ma che tornerà a far parte della natura in soli 28 giorni.

bioplastica vantaggi e svantaggi

Le stoviglie del progetto Leaf Republic

I piatti “usa e getta” tradizionali sono certamente comodi ma non rappresentano la soluzione migliore per l’ambiente. Per questo motivo i designer dell’azienda hanno trovato una soluzione più ecologica per diminuire gli sprechi, utilizzando le risorse naturali. Un altro obiettivo dell’azienda è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica al packaging sostenibile evitando l’utilizzo della plastica tradizionale a base di petrolio nella nostra vita quotidiana.

PER APPROFONDIRE: Nuove frontiere della bioplastica: le scarpe fatte con i pomodori

VANTAGGI BIOPLASTICA

Ecco tutti i vantaggi della bioplastica per l’ambiente:

– E’  biodegradabile, risolvendo il problema dei tempi di smaltimento necessari per la plastica derivata dal petrolio.

– E’ riciclabile; riduce gli oneri di gestione dei rifiuti, se impiegata su larga scala dall’industria agroalimentare.

– Particolarmente igienica, è perfetta da utilizzare come packaging alimentare o come contenitore di bevande a uso domestico.

– Minori emissioni di fumi tossici in caso di incenerimento

– Filiera produttiva più pulita

SVANTAGGI BIOPLASTICA

Attualmente le bioplastiche sul mercato sono composte principalmente da farina o amido di mais, grano o altri cereali e sono poche le bioplastiche derivate da scarti agricoli o alimentari.

La produzione di bioplastica potrebbe avere un impatto negativo sulla disponibilità di derrate alimentari causando rincari di alimenti come pane e pasta. Secondo una ricerca condotta in Germania dalla Federal Environment Agency, infine, la plastica, anche se biodegradabile non finisce nei sistemi adeguati di compostaggio ma viene smaltita in discarica e tenuta in luoghi asciutti che ne impediscono la biodegradazione.

(Immagine a corredo del testo tratta dalla pagina Facebook di Leaf Republic)

FARE LA SPESA SENZA INQUINARE: