Come pulire l'argenteria con prodotti naturali - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come pulire l’argento con i prodotti naturali

Bicarbonato di sodio, limone e aceto. Anche il dentifricio avanzato può essere molto efficace. Come la buccia di banana: basta strofinarla

Ultimo aggiornamento il 17.01.2022 alle 16:05

Bicarbonato di sodio, limone e aceto. Ma anche una buccia di banana da strofinare con la dovuta delicatezza. Pulire i pezzi d’argento con rimedi naturali, senza sprecare soldi con prodotti industriali, è un gioco da ragazzi. E c’è solo l’imbarazzo della scelta tra le varie possibilità.

COME PULIRE L’ARGENTERIA CON PRODOTTI NATURALI

Tutti abbiamo in casa qualche pezzo di argenteria che magari appartiene da tempo alla nostra famiglia. E tutti dobbiamo fare i conti con quelle macchie, una sensazione di usura, che compaiono con una certa frequenza. Anche se talvolta ce ne rendiamo conto solo quando tiriamo fuori l’argenteria per qualche occasione particolare.

LEGGI ANCHE: Come pulire l’argento in modo naturale. Usate amido di mais e bicarbonato di sodio

COME PULIRE ARGENTERIA

Pulire l’argenteria è, dunque, un’operazione da svolgere con costanza, affinché posate e vassoi non si opacizzino irrimediabilmente e possano continuare a fare bella mostra di sé sulle tavole ma anche nelle vetrine da esposizione. Pulire però non vuol dire sempre comperare prodotti maleodoranti e spesso tossici ma anche farli con le proprie mani, biologici ed efficaci.

Vediamo allora come pulire l’argenteria con metodi naturali fai da te:

  • BICARBONATO DI SODIO

Il bicarbonato di sodio è sicuramente un metodo assai sfruttato per pulire l’argenteria. Prendete una pentola, ricopritela di carta d’alluminio, versateci dell’acqua, portatela ad ebollizione e aggiungete un cucchiaio di bicarbonato. Dopodiché, inserite nel pentolino l’oggetto d’argento che dovete pulire: in pochi secondi ritroverà tutta la sua antica lucentezza (state attenti però, e magari, prima di utilizzare un oggetto a cui tenete davvero, fate una prova con uno di poco conto). Alla fine sciacquate per bene sotto l’acqua fredda. Per conservare questo splendore più a lungo, passateci sopra un panno imbevuto di poco olio d’oliva extravergine: sull’oggetto si formerà una patina protettiva assolutamente non untuosa.

  • LIMONE

Anche il limone risulta un metodo efficace per pulire gli oggetti d’argento. Versate il succo di quest’ultimo direttamente sugli oggetti da pulire e poi strofinate con un panno di cotone, avendo cura di pulire gli interstizi con uno spazzolino, imbevuto anch’esso nel limone. Alla fine, sciacquate sotto l’acqua corrente e il gioco è fatto.

  • ACETO

Versate due cucchiaini di aceto in una ciotola di acqua calda e immergetevi l’oggetto da pulire, lasciandolo lì per circa mezz’ora, oppure versate l’aceto direttamente sull’oggetto e strofinate con un panno o con lo spazzolino: metodo veloce e sciuro. Se preferite, potete lasciare gli oggetti in una ciotola piena di birra e lasciare che questa faccia effetto per un’intera notte: il risultato è assicurato.

  • ACQUA DELLE PATATE

Anche l’acqua delle patate, filtrata, risulta un metodo infallibile per pulire l’argento, perché è piena di amido, che è un vero toccasana. Immergete, dunque, gli oggetti in questa acqua e, per un esito ancora più sorprendente, aggiungete altresì un cucchiaino di aceto.

  • BUCCIA DI BANANA

Anche la buccia di banana pulisce l’argento, basta strofinarla sull’oggetto interessato e le parti annerite spariranno.

COME SI PULISCE L’ARGENTO ANNERITO?

L’argento annerisce per un fenomeno di ossidazione, che avviene attraverso alcune sostanze come l’ossigeno e lo zolfo. Ma anche questo è uno scoglio che si può superare con alcuni rimedi sempre efficaci come il dentifricio. Premete una bella quantità di dentifricio sul vostro oggetto d’argento e strofinate con il solito panno o lo spazzolino: a poco a poco l’ossidazione andrà via e il vostro monile tornerà come nuovo.

COME PULIRE PICCOLI OGGETTI IN ARGENTO

Talvolta abbiamo piccoli oggetti in argento che si sono anneriti nel corso degli anni e hanno perso la loro lucentezza. Per questi basta procurarsi un barattolo di vetro e rivestirlo con dei fogli di alluminio. A quel punto inserite prima un’abbondante manciata di sale grosso, poi gli oggetti da pulire e sopra acqua bollente. Dovrete solo aspettare un’oretta per dare il tempo al semplice preparato dio fare il suo effetto e potrete riprendere i vostri piccoli oggetti in argento finalmente luccicanti. Come se fossero nuovi.

RIMEDI NATURALI PER LE PULIZIE IN CASA:

  1. Muffa: basta poco per eliminarla dalle pareti di casa, con i rimedi naturali e senza candeggina
  2. Sturare il lavandino senza l’idraulico e solo con rimedi naturali. Tutte le soluzioni fai-da-te
  3. Detersivi naturali fatti in casa: prodotti efficaci e low cost, dallo sgrassatore alla cera fai da te
Share

<