Come piantare un albero - Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Dal vaso alla terra: tutti i consigli su come piantare un albero in giardino. Senza errori

Per prima cosa ricordiamoci una cosa all'apparenza banale: gli alberi sono esseri viventi che necessitano di cure adatte: Nessun capriccio, scegliamo varietà adatte a dove viviamo, ne avremo in cambio aria e acqua più pulita e faremo bene all'ambiente

In un piccolo libro del 1953, L’uomo che piantava gli alberi, l’autore francese Jean Giono, raccontava la storia di un pastore del sud della Francia, Elzéard Bouffier, che riesce a riforestare una brulla vallata vicino alla Provenza con la sola forza delle braccia e della sua passione incrollabile. 

Il racconto, allegorico, non ebbe molta fortuna a livello economico, ma riuscì a creare intorno al toccante personaggio una comunità di persone che sognavano di diventare come Elzéard, creando consapevolezza circa l’importanza degli alberi, delle foreste e dei boschi che ci circondano. 

E, in effetti, ognuno di noi può fare un gesto significativo per l’ambiente e anche per il proprio giardino, con tantissimi effetti benefici.

LEGGI ANCHE: A Padova se smaltisci bene i rifiuti, contribuisci a piantare nuovi alberi. Un vantaggio per tutti (foto)

COME PIANTARE UN ALBERO

Se avete infatti la fortuna di avere un bel giardino o un pezzo di terra, piantare un albero, da frutta od ornamentale, ha una serie di effetti positivi che renderanno il giardinaggio uno dei passatempi preferiti. 

Prima di tutto, un albero migliora l’aria che respiriamo, producendo ossigeno con la fotosintesi clorofilliana e rilasciandolo nell’atmosfera. Per di più, scegliendo un alberello di una delle tante specie “mangiasmog”, come l’olmo, si ridurranno le polveri sottili e si abbasserà di qualche grado la temperatura nei mesi più caldi. 

Per questo, e anche per le cime che fanno ombra, se piantato con intelligenza e in un posto strategico ci permetterà di abbassare il consumo dei ventilatori e dei condizionatori, risparmiando, e anche la qualità dell’acqua che scorre nella falda acquifera risentirà in modo positivo della presenza di uno o più alberi. 

Infine, soprattutto in caso di alberi da frutta o da legno, un albero è una grande risorsa: sarà bello avere limoni, pesche o mele da regalare ai vicini o un bel pezzo di legno da lavorare quando andrete a potare i rami più cresciuti. 

Ma, come facciamo praticamente a rinvasare un albero senza errori di sorta?

Prima di tutto, una considerazione che può sembrare banale ma che non lo è: gli alberi sono  esseri viventi che non necessitano per forza della cura dell’uomo, saprebbero scegliere da soli la terra e il clima giusti, ma se decidiamo di farlo al loro posto dobbiamo sapere come prendercene cura al meglio, per esempio nutrendo il terreno o coprendoli quando fa freddo. 

come piantare un albero

PER APPROFONDIRE: Piantare e adottare gli alberi, l’ultima moda di cittadini che amano il verde. E fanno i giardinieri urbani (foto)

COME PIANTARE UN ALBERO IN GIARDINO

Per ridurre al massimo gli errori, ecco qualche consiglio su come interrare un albero senza troppi sforzi: 

  • Scegliamo bene il tipo di albero: deve essere quanto più adatto possibile al posto, al clima e al tipo di terreno. Evitiamo i capricci e scegliamo l’albero adatto al luogo in cui abitiamo. 
  • Compriamolo in vivaio, preferibilmente in quello di fiducia dove possiamo anche tirarlo un momento fuori dal vaso e verificarne zolla e radici. Il rischio è che sia stato tenuto troppo tempo in vaso; 
  • Attenzione al periodo: tutti gli alberi, più o meno, vanno piantati entro la fine di ottobre, quando sono a riposo. Mai durante le gelate invernali, meglio aspettare la primavera, cioè i mesi di marzo/aprile;
  • Verifichiamo che l’alberello non abbia tagli sul tronco o rami spezzati dopo il trasporto, potrebbero cicatrizzarsi male e essere attaccati da batteri e funghi; 
  • Facciamo la buca giusta, cioè profonda quanto il vaso ma assolutamente più larga per permettere alle radici di distendersi e attecchire;
  • La terra della buca va compattata per bene, perché le bolle d’aria potrebbero far seccare le radici. Attenzione a non coprire il colletto, cioè il punto di congiunzione tra fusto e radici, che deve respirare;
  • Piantiamo uno o due pali, detti tutori, che aiutano la pianta a irrobustirsi e crescere dritta; 
  • Nebulizziamo dell’acqua per bene per compattare ulteriormente il terreno. Si al concime, ma nella giusta misura. 

CONSIGLI PER IL GIARDINAGGIO:

Shares