Come tenere in ordine la bigiotteria

Collane sempre appese. Bracciali in un cilindro. Anelli e orecchini nelle scatoline. Nell’armadio utilizzate un cassetto apposito

come organizzare bigiotteria

Anche la bigiotteria va tenuta in ordine. Per non perderla, e per non sprecarla. Per essere a portata di mano quando ne abbiamo bisogno e per non scomparire quando ci serve e perdiamo la testa per rintracciarla. Serve metodo, come per un qualsiasi guardaroba, dove abbiamo vestiti e oggetti.

COME ORGANIZZARE LA BIGIOTTERIA

Innanzitutto sarebbe bene suddividere gli oggetti per categoria, specialmente se si hanno tante cose. In questo modo diventa più facile avere sott’occhio ciò che serve, specialmente quando si ha fretta. Inoltre, bisognerebbe eliminare le cose rotte, spaiate o che non vengono indossate da almeno tre anni perché è improbabile che vengano adoperate in futuro. Una cosa utile sarebbe quella di separare gli oggetti di uso quotidiano da quelli che invece vengono utilizzati solo in determinate occasioni. I monili di uso quotidiano possono stare in un ampio svuota tasche da tenere sul comò della camera da letto o sul comodino Gli altri possono essere riposti in un portagioie adeguato, da conservare in un cassetto. Le collane andrebbero sempre appese, per evitare grovigli fastidiosi. I bracciali possono stare sopra un cilindro, magari realizzato con l’anima dei rotoli di carta o con i cilindri degli orologi. Anelli e orecchini possono trovare una situazione consona in scatoline, piattini o pirottini. L’importante è che non stiano ammassati gli uni sugli altri, rischiando di graffiarsi e non risultando ben visibili quando li si cerca.

LEGGI ANCHE: Porta bijoux fai-da-te, 10 idee

DIVISIONE PER TIPI DI OGGETTI

Per avere tutta la bigiotteria a portata di mano senza che se ne stia sparsa un po’ dovunque, bisognerebbe suddividerla adoperando criteri di differenziazione ben precisi. La cosa migliore sarebbe quella di separare fra di loro le varie tipologie di gioielli: collane, orecchini, anelli, bracciali, così da creare un certo ordine funzionale. Anche lo stile può rappresentare un criterio valido, così da diversificare la bigiotteria elegante da quella magari in stile etnico o che si usa tutti i giorni. Perché non puntare anche sul criterio dei materiali e quello del colore? I gioielli d’oro con quelli d’oro, l’argento con l’argento e così via. Inoltre, si potrebbe etichettare la bigiotteria, soprattutto se si hanno tante cose. Quando ci sono molte collane o braccialetti simili, potrebbe essere utile etichettarli in modo da poter identificare rapidamente quello che si sta cercando. L’etichettatura può avvenire con degli adesivi o con un bigliettino appeso al pezzo di bigiotteria.

SCATOLE

Per riporre la bigiotteria di vario genere tornano utili le scatole, d’ogni foggia e materiale. Vediamo insieme quali sono le più funzionali.

  • Molto comode sono le scatole trasparenti perché permettono di identificare immediatamente il contenuto, senza dover aprire ogni singolo contenitore. Inoltre, essendo trasparenti, si adattano a qualsiasi stile di arredamento.
  • Se si hanno molte gioie, si potrebbe optare per una grande scatola, anche di cartone, da suddividere con inserti rimovibili, così da avere diversi scomparti in cui riporre le varie tipologie di bigiotteria.
  • Se si hanno pochi oggetti da conservare, si può optare per un portagioie. Ce ne sono di vari tipi e dimensioni, da piccole scatoline a veri e propri armadietti.
  • Le scatole vintage possono essere un’ottima opzione per custodire la bigiotteria, specialmente se si ama lo stile retrò. Le si può trovare nei mercatini dell’usato o nei negozi che vendono oggetti antichi. Prima di utilizzare le scatole è necessario pulirle accuratamente per rimuovere la polvere o qualsiasi altro accumulo che potrebbe danneggiare la bigiotteria. Sarebbe anche meglio rivestire la scatola con del velluto o della stoffa delicata, per preservare i gioielli ed evitare che si graffino. Una bella scatola vintage diventa anche un oggetto da esporre in qualunque luogo di casa.

PER APPROFONDIRE: Bijoux fai-da-te con materiale di riciclo

UN CASSETTO APPOSITO

La bigiotteria può essere organizzata comodamente anche in un cassetto.

Una buona idea è quella di separare la bigiotteria per tipo come, ad esempio, gli anelli, gli orecchini, le collane. Ciò può essere fatto utilizzando separatori o contenitori a scomparti. In questo modo, i gioielli non saranno mischiati e saranno facilmente identificabili. Se non si vuole acquistare un vassoio già diviso in scomparti, si possono adoperare fogli di cartone per creare da soli dei divisori personalizzati secondo la forma e la grandezza dei gioielli.

  • Si possono utilizzare contenitori o vassoi composti di diversi scomparti, disponibili sul mercato, a partire dalle scatoline di cartone con sezioni già presenti e in plastica trasparente. Questi contenitori sono utili perché permettono di vedere facilmente i gioielli e di selezionarli in modo veloce. I vassoi si trovano in quasi tutti i negozi di articoli per la casa.
  • Meglio conservare i pezzi più grandi sul fondo del cassetto, così da impilare facilmente quelli più piccoli sopra di essi senza che questi ultimi rischino di rovinarsi.
  • Le collane possono facilmente annodarsi tra loro, quindi è consigliabile conservarle separatamente. Una buona idea potrebbe essere quella di appenderle piuttosto che lasciarle appallottolate.
  • Si consiglia di utilizzare bustine di plastica sigillabili trasparenti per conservare e separare le varie tipologie di bigiotteria, anche se riposte in un cassetto. È bene etichettare le scatole o le bustine se si ha molta bigiotteria da conservare, in modo da trovare rapidamente ciò che si sta cercando.

LA BACHECA

Perché non creare da soli una bella bacheca fai-da-te per tenere in odine la bigotteria?

  • Innanzitutto, bisogna scegliere il tipo di bacheca. Ci sono diverse opzioni di bacheche tra cui scegliere, da quelle in sughero a quelle metalliche o in legno. In ogni caso, è bene optare per quella che meglio si adatta alle proprie esigenze.
  • Meglio adoperare ganci e appendini per appendere collane, portachiavi, braccialetti e orecchini. Bisogna assicurarsi di avere un buon mix di opzioni che si adeguino alle diverse dimensioni dei gioielli.
  • Se si desidera che la bigiotteria risalti di più, si possono aggiungere delle luci nella bacheca. Esistono delle strisce di luci a LED da attaccare facilmente al bordo della struttura.
  • La bacheca può anche essere un elemento decorativo per la stanza. Dunque, si possono aggiungere sfondi bellissimi e immagini in modo che i gioielli vengano valorizzati ancora di più.

LEGGI ANCHE: I bottoni sono le nuove perle dei bijoux: il bracciale fai da te con lo spago (foto)

ESPOSITORI IN LEGNO

Ecco un paio di idee originali per creare un espositore fai-da-te in legno per gioielli:

  • Si può realizzare un espositore in stile “boh chic” procurandosi un pezzo di legno di mare oppure un ramo. Dopodiché, lo si pulisce e lo si leviga, per eliminare ogni tipo di asperità. A questo punto, si inseriscono dei pomoli che serviranno da supporti per i gioielli. Sul retro è necessario fisare due chiodini a cui legare uno spago che serve per appendere il legno sulla parete. L’espositore è pronto!
  • Ottima l’idea dell’espositore a gradini. Bisogna tagliare delle tavole di legno in diversi formati. Poi, le tavole vanno collocate in modo da formare una scala decrescente e, alla fine, vanno unite tra di loro con la colla per legno o i chiodi per legno.

CIOTOLE E PIATTI SPAIATI

La bigiotteria da indossare tutti i giorni può esser riposta, comodamente, in piattini o ciotole spaiate. Anziché, infatti, disfarsi di tali oggetti, li si può sistemare su comodini, comò oppure dentro cassetti e armadi per riporre anelli, orologi, piccole collane. In questo modo, si hanno sotto mano i preziosi che si usano maggiormente, riciclando in maniera intelligente oggetti di casa che sembravano aver perso la loro utilità.

APPENDI COLLANE

Perché non affidarsi al fai-da-te anche per creare un bel porta collane, originale e funzionale? Ecco qualche idea:

  • Utilizzando una vecchia gruccia come base, si realizza un bel porta collane, fissando dei gancetti sotto di essa, che serviranno da supporti. Oppure per appendere le collane si può semplicemente adoperare l’asticella di legno della gruccia stessa. La si può decorare poi con vernice, carta da parati o tessuto per renderla più accattivante.
  • Anche una vecchia cornice può diventare un portacollane. Utilizzando piccoli ganci adesivi, la si fissa al muro e si appendono le collane ai ganci disposti dentro la struttura. Oppure, si può montare una rete metallica all’interno della cornice, che servirà ad appendere i monili. L’effetto è anche di grande impatto visivo.

LEGGI ANCHE: Racchette da tennis, con il riciclo creativo diventano specchi e porta bijoux

PORTAGHIACCIO PER GLI ANELLI

Il portaghiaccio, con i suoi piccoli scomparti per congelare l’acqua in cubetti, è davvero adattissimo a conservare gli anelli. In ogni scomparto ci sta più di un anello e in questo modo se ne possono custodire tantissimi. Il portaghiaccio può essere semplicemente riposto dentro un cassetto o su di una mensola dell’armadio.

PIROTTINI

Anche in cucina si possono trovare tante belle idee per riporre i gioielli. Ad esempio, i pirottini, che solitamente vengono utilizzati per realizzare dolcetti, diventano dei piccoli contenitori per anelli, orecchini e tanto altro. Meglio impilare uno sopra l’altro più pirottini, affinché il piccolo contenitore finale risulti più solido.

CESTINI

Anche i cestini in vimini, magari da esporre in bagno, possono essere assai utili per avere sotto mano tutti i bijoux, specialmente quelli da indossare nel quotidiano. Meglio rivestire i cestini con scampoli di stoffa, per rendere il fondo più morbido ed evitare graffi ai metalli della bigiotteria.

IDEE PER RINNOVARE IL GUARDAROBA:

  1. Rinnovare il guardaroba senza sprechi
  2. Swap party: i consigli per organizzarlo
  3. Cose inutili da eliminare dall’armadio

 

 

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto