Questo sito contribuisce all'audience di

Spreco di medicinali, per evitarlo seguite 10 consigli. Dalla data di scadenza a come conservarli

Controllate sempre la data di scadenza, e evitate l’acquisto se è troppo ravvicinata. I farmaci vanno sempre in un apposito armadietto. Inutile acquistare più confezioni alla volta. Niente terapie fai-da-te

di Posted on
Condivisioni

COME NON SPRECARE FARMACI

.
Come si evita lo scandaloso spreco di farmaci? Come possiamo dribblare questo doppio spreco che pesa sulle tasche dei cittadini e dello Stato, attraverso il Servizio sanitario nazionale? Il metodo è semplice: basta seguire questi 10 consigli, che abbiamo scritto consultando alcuni esperti e partendo da un decalogo redatto dall’’Associazione Difesa Orientamento Consumatori (Adoc).

LEGGI ANCHE: Farmaci online, ecco come acquistarli. Solo quelli da banco e da farmacie autorizzate

10 CONSIGLI PER NON SPRECARE FARMACI

  • Controllare sempre la data di scadenza indicata sulle confezioni. In generale, è meglio non acquistare farmaci troppo prossimi alla scadenza, specie se non abbiamo la certezza di consumare tutta la confezione.
  • Consultare il foglio illustrativo presente all’interno della confezione, che evidenzia la corretta posologia del farmaco. E’vero, spesso sono scritti in modo astruso e incomprensibile. Ma l’essenziale è capire bene le caratteristiche del medicinale, le sue controindicazioni e la posologia corretta.
  • Conservare le medicine in un apposito armadietto, possibilmente chiudibile a chiave e fuori dalla portata dei bambini. Un modo perfetto per sprecare farmaci è quello di seminarli per la casa, così da perdere il conto delle confezioni.
  • Mettere in luoghi freschi. In generale i medicinali non devono stare in zone della casa troppo calde. Poi ci sono alcuni farmaci che risentono negativamente di temperature elevate: è bene conservarli lontano da fonti di calore.
  • Acquistare la giusta quantità del farmaco, in base alle reali esigenze della malattia, per non mantenere in giacenza la confezione, fino alla scadenza del prodotto. Non siamo in tempi di guerra, è inutile fare scorte (magari solo perché il farmaco costa poco ed è rimborsabile).

PER APPROFONDIRE:Lo spreco dei medicinali si può ridurre, e tanto, se tutti i farmacisti si decidono a collaborare

  • Non eccedere o diminuire, di propria iniziativa, il dosaggio della cura, ma seguire attentamente le prescrizioni mediche. I medicinali devono essere sempre utilizzati sulla base delle indicazioni dei medici. Evitate il fai-da-te.
  • Chiedere al proprio medico o farmacista se ci sono confezioni piccole del farmaco, in modo da ridurre le possibilità di un eventuale spreco. Così come è opportuno, anche per risparmiare, chiedere al medico e al farmacista se dello stesso prodotto si può utilizzare il format generico.
  • Riporre sempre le medicine nella confezione originale, tenendole fuori dalla portata dei bambini. In questo modo si evitano due cose: confusione, e quindi sprechi; e la possibilità che i bambini possano ingoiare qualche medicinale.
  • Consultare il medico per un corretto dosaggio della cura: anche in questo caso niente fai-da-te e non bastano le indicazioni scritte nella confezione. Conta la parola del dottore.
  • Evitare di acquistare più confezioni dello stesso prodotto, se non è prescritto per la cura di patologie croniche. E’ un inutile compulsione all’acquisto, anticamera poi dello spreco di medicinali.

COME USARE CORRETTAMENTE I MEDICINALI:

  1. Smettere di russare senza comprare medicinali. Con rimedi naturali come l’olio di timo e la menta piperita
  2. Come digerire bene, in modo naturale e senza ricorrere ai soliti farmaci. 10 semplici regole
  3. Tenere in allenamento la memoria: 10 consigli per una mente in forma, senza farmaci
  4. Estate, quali medicinali portare in vacanza. Senza esagerare e senza sprecare pillole
  5. Tachipirina, quando non serve a nulla ed è solo uno spreco di soldi e di medicinali