Come evitare punture di insetti - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come evitare le punture di insetti, api, vespe e calabroni. Mai scalzi nei prati e nell’erba. E attenzione agli abiti…

Non lasciate mai cibi o bevande all’aperto, potete fare seri danni a chi viene dopo di voi. Non agitatevi quando arriva un insetto che potrebbe pungere, e allontanatevi molto lentamente.

Condivisioni

COME EVITARE PUNTURE DI INSETTI –

La puntura di un’ape, di una vespa o di un calabrone, può essere la cosa più banale del mondo, nel suo fastidio, o anche trasformarsi in un incubo, per esempio nel caso in cui si sviluppa una reazione allergica. I numeri, secondo la Società italiana di allergologia e immunologia pediatrica, dicono che ogni anno cinque milioni di italiani vengono punti da api, vespe e calabroni. E di questi, ben 500mila sono bambini o adolescenti, con un 5 per cento dei colpiti che hanno una reazione allergica, fino allo shock anafilattico.

LEGGI ANCHE: Come curare le punture di zanzare con i rimedi naturali

COME PREVENIRE PUNTURE INSETTI –

Ma come si evitano queste maledette punture? E come si fa una buona e semplice prevenzione in materia, con gesti semplici? Ecco dieci consigli da seguire.

  1. Evitate di andare a piedi nudi nel parco oppure sull’erba. La sensazione di libertà può essere anche piacevole, ma il rischio, specie durante l’estate, di essere colpito da un’ape o da un calabrone o da una vespa è piuttosto alto.
  2. Indossate abiti chiari e abbinati sempre a profumi molto leggeri, non troppo intensi e forti. Evitate vestiti larghi, neri o di colori troppo vivaci.
  3. Se viaggiate in automobile, è sempre meglio tenere chiuso il finestrino. Oppure aprirlo per qualche minuto, solo per fare passare nuova aria. Vespe, apri e calabroni, si infilano dappertutto.
  4. Se viaggiate in moto o in bici, è meglio avere sempre il casco integrale e i guanti.
  5. Non lasciate cibi o bevande all’aperto, quando fate un picnic. Oltre ad essere maleducati, potete fare un grave danno a chi resta oppure a chi arriva dopo di voi.
  6. Non bevete, per esempio la birra, direttamente dalla lattina.
  7. Non agitatevi e non fate agitare gli altri, quando un’ape, un calabrone o una vespa si avvicinano. Siate indifferenti, e allontanatevi dalla zona a rischio con estrema lentezza.
  8. Se avete precedenti di reazione allergica, prendete seriamente in considerazione l’idea di sottoporvi a una immunoterapia. Cioè un vaccino che si fa ogni tre-cinque anni. Non di più.
  9. Ricordate che non tutte le estati sono uguali per i rischi da punture. Quest’anno, per esempio, bisogna fare particolare attenzione al calabrone killer arrivato dalla Cina. È molto aggressivo e sempre più diffuso.
  10. In caso di reazione allergica, non sprecate tempo e recatevi immediatamente in un Pronto soccorso.

PER APPROFONDIRE: Scarafaggi, i rimedi naturali per tenerli lontani dalla cucina senza ricorrere a prodotti chimici