Come evitare il colpo della strega: i consigli utili - Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Il colpo della strega si evita con 10 piccole attenzioni. Movimenti e sforzi corretti

Qualche semplice esercizio di allungamento, a fine giornata o la mattina sotto la doccia. Niente calze troppo strette. Bere molto, e tenere il peso sotto controllo. Come si arriva al mal di schiena cronico

COME EVITARE IL COLPO DELLA STREGA

Prima o poi può toccare a tutti. Fatto sta che, a conti fatti, tra l’80 e il 90 per cento della popolazione almeno una volta nella vita deve fare i conti con dolori, problemi e cure legate al mal di schiena. Per fortuna, la stragrande maggioranza di questi casi (circa l’89 per cento) si risolve nel corso di qualche settimana e non lascia strascichi significativi. I guai invece nascono per le persone che dovranno fare i conti con il mal di schiena cronico. Al quale si può arrivare per diversi fattori. E innanzitutto a causa di un ricorrente ripetersi, due-tre volte l’anno, del famoso colpo della strega. Ovvero un violento dolore nella zona lombare (parte bassa della schiena), una lombalgia acuta che, a forza di ripetersi, si trasforma in cronica.

LEGGI ANCHE: Mal di schiena, i rimedi naturali per prevenirlo, allontanando dolore e fastidio. Evitate le posture scorrette e la sedentarietà

COS’È IL COLPO DELLA STREGA

Il colpo della strega colpisce persone che hanno avuto problemi di ernie, ma anche chi ha fatto semplicemente uno sforzo eccessivo o un movimento sbagliato. Si produce così un blocco vertebrale che provoca dolori acuti. Eppure il colpo della strega si può evitare con semplici, naturali misure preventive. Senza poi essere costretti a sprecare soldi con farmaci di dubbia efficacia.  Ecco le 10 più appropriate.

 RIMEDI COLPO DELLA STREGA

  • Non fate brusche torsioni con il corpo, quando vi abbassate, piegate sempre le gambe e non caricate pesi eccessivi (per esempio la busta della spesa) soltanto su una mano. Si tratta di un movimento elementare: schiena dritta e gambe giù.
  • Non restate troppo a lungo seduti nella stessa posizione, ma alzatevi spesso e fate qualche passo. Aiuterete così la colonna vertebrale a ritrovare il suo naturale equilibrio. In ogni caso, evitate posture asimmetriche: il corpo ha bisogno di scaricare i pesi e gli sforzi che fate.
  • Esercizi di allungamento. Potete prendere l’abitudine di farli con una certa frequenza e con costanza in due occasioni della giornata. La sera o il tardo pomeriggio, quando avete finito di lavorare, e la mattina presto. Anche sotto la doccia.
  • Perdete peso, se necessario. L’eccesso di peso, anche senza diventare obesi, aumenta il rischio di blocco. L’importante, come obiettivo, è conservare il peso corporeo corretto rispetto alla vostra altezza e alla vostra età.
  • Temperature giuste. Coprirsi  bene durante l’inverno, ed evitare la trappola di un’aria condizionata troppo alta d’estate. Il buon rapporto con la temperatura del corpo è una garanzia di protezione della vostra schiena.
  • Se dovete spostare un oggetto grande o pesante, non usate mai la forza soltanto delle braccia. Accucciatevi e sfruttate la spinta delle gambe.
  • Calzature giuste. Mai troppo strette, e sempre comode. E occhio anche ai tacchi, che se eccessivi e se portati con troppa frequenza possono determinare le condizioni per il colpo della strega.
  • Materassi rigidi. Sono i più adatti a evitare il colpo della schiena, e in ogni caso proteggono, in chiave preventiva, proprio dai problemi di mal di schiena.
  • Bere molto. L’acqua è preziosa anche per la schiena. Infatti, consente l’idratazione dei dischi intervertebrali e quindi contribuisce a una buona prevenzione contro il colpo della strega.

COME IL MAL DI SCHIENA DIVENTA CRONICO

Il passaggio del mal di schiena da occasionale, e come tale poco preoccupante, a cronico, con tutte le relative conseguenze, può avvenire attraverso alcuni punti che vanno ben monitorati o rimossi. Un dolore molto intenso della schiena, con ricadute frequenti, come abbiamo visto a proposito del colpo della strega. Una lunga immobilità a letto, motivo per cui, se state bene, non è opportuno stare troppo tempo sotto le lenzuola o sdraiati. L’eccessiva sedentarietà come l’eccesso di attività sportiva, specie dopo una certa età.

Poi ci sono fattori che hanno a che fare con la struttura del vostro corpo, e in particolare con un’eventuale predisposizione della colonna al mal di schiena. Oppure gli addominali rilassati dopo la gravidanza. E ancora: il sovrappeso, problema costante per la schiena.

Shares

LEGGI ANCHE: