Come conservare il tartufo | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come si conserva il tartufo bianco e nero

In un barattolo con il riso, ma anche sott’olio. In frigorifero solo per pochi giorni. In freezer, se ben preparato, anche per un anno.

Il tartufo è un prodotto molto costoso e deperibile: non dura a lungo. Va conservato bene per non sprecarlo e averlo a disposizione nel momento giusto.

COME CONSERVARE IL TARTUFO

I metodi sono diversi, e partono dal più antico e naturale, quello che prevede l’utilizzo del riso e di un barattolo di vetro, alla possibilità di ricorrere al frigorifero. Con alcune cautele.

LEGGI ANCHE: Come conservare a lungo i limoni

IN UN BARATTOLO DI VETRO CON IL RISO CRUDO

Il riso vi consente di conservare la freschezza del tartufo, anche se presenta una controindicazione: tende a prosciugarlo. Quindi, non potete tenerlo nel barattolo troppo a lungo. E invece il riso, grazie al contatto con il tartufo, assumerà un profumo molto particolare e potrete cucinarlo gustando proprio il sapore del tartufo che avete conservato.

Materiale occorrente

  • un barattolo di vetro
  • due pugni di riso crudo

Procedimento

  1. Inserite il tartufo in un barattolo di vetro e ricopritelo di riso crudo.
  2. Chiudete in modo ermetico il barattolo.
  3. Se volete conservare il tartufo, mettetelo in un barattolo di vetro pieno di riso crudo.

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

In questo caso dovete prima tagliare il tartufo n scaglie, poi metterle in un barattolo di vetro, ricoprirle di olio extravergine e usarle di volta in volta. Il barattolo con il tartufo va messo in frigorifero, dove potrà restare anche per una decina di giorni. L’olio sarà eccellente per condire, con il profumo di tartufo, un’insalata a crudo.

PER APPROFONDIRE: Come conservare i biscotti e non sprecarli

FRIGORIFERO

Per conservare il tartufo in frigorifero, non dovete lavarlo, ma ricoprirlo bene nella carta assorbente e metterlo in un barattolo di vetro con chiusura ermetica. Purtroppo, avete l’incombenza di cambiare la carta tutti i giorni, per evitare la formazione di muffa.

QUANTO TEMPO PUO’ STARE IN FRIGORIFERO IL TARTUFO?

Il tartufo non può essere conservato in frigorifero troppo a lungo. Quello nero, più resistente, potete lasciarlo in frigorifero anche una settimana. Quello bianco o, più delicato, non più di 3-4 giorni.

FREEZER

Se volete conservare il tartufo più a lungo, ed averlo a disposizione anche per mesi, dovete ricorrere al freezer. Attenzione, però, a come lo congelate. Seguite questo procedimento

  • Lavatelo bene ed eliminate qualsiasi residuo con un piccolo pennello
  • Strofinatelo mentre lo passate sotto l’acqua corrente, con un gettito molto basso
  • Asciugatelo con la carta assorbente
  • Inseritelo, ben asciutto, in un sacchetto di cellophane.

Con questo metodo potete conservare in freezer il tartufo anche per un anno, senza perdere il suo aroma. Ma una volta scongelato, dovete consumarlo.

LEGGI ANCHE: Come conservare le patate e farle durare. In luogo fresco, al buio e coperte dalla carta

COME PULIRE IL TARTUFO

Il tartufo si pulisce facilmente, e in modo molto efficace, con un vecchio spazzolino dalle setole morbide. Fatelo con calma, curando bene l’eliminazione di qualsiasi residuo di terra. Strofinatelo delicatamente e ricordate che il vero nemico del tartufo, una volta entrato in casa, è l’umidità.

TARTUFO SENTINELLA AMBIENTALE

Il tartufo vive e cresce in un habitat molto particolare, Non può essere coltivato, ha bisogno di calcio e ha bisogno di altissimi standard di biodiversità. Costringe l’uomo a curare nei dettagli il terreno dove si trova e, per esempio, a non usare alcun prodotto chimico. Ecco perché il tartufo è considerato un’ideale sentinella ambientale.

COME CONSERVARE GLI ALIMENTI NEL MODO GIUSTO:

  1. Come conservare le uova
  2. Come conservare il vino d’estate
  3. Come conservare a lungo le banane
Share

<