Coderblock, la start up che organizza il lavoro a distanza - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Coderblock, la start up siciliana che organizza il lavoro a distanza. In un unico ambiente 3D

In un settore dominato dagli americani, un team di giovani da Palermo lancia la sua piattaforma. Con un’offerta unica per le aziende che la sottoscrivono

di Posted on

Quando si parla di organizzazione del lavoro del futuro, gira e volta si finisce sempre in qualche piattaforma nata e cresciuta negli Stati Uniti dell’high-tech sviluppato all’ennesima potenza. Lo abbiamo visto anche durante i giorni del lockdown quando le aziende, specie le più grandi, per garantire una buona qualità delle riunioni da «remoto» sono corse a sottoscrivere abbonamenti con società americane. E hanno fatto la fortuna di aziende come Zoom, una piccola start up diventata un’impresa di valore miliardario.

CODERBLOCK

Tra le poche eccezioni a questo monopolio americano c’è una scommessa tutta italiana, la start up Coderblock. A Palermo, un gruppo di giovanissimi, dopo quattro anni di progettazione e di esperimenti, sono riusciti a lanciare la loro piattaforma per la gestione del lavoro da remoto, il lavoro a distanza. E lo hanno fatto esattamente un mese prima dell’esplosione del coronavirus.

LEGGI ANCHE: Pc4u.tech, l’idea di quattro diciottenni milanesi per donare pc e tablet agli studenti in difficoltà

UFFICIO 3D CODERBLOCK

La particolarità di Coderblock è di essere un vero e proprio ufficio 3D, e grazie alla tridimensionalità tutto il lavoro può essere gestito in unico ambiente. Un grande vantaggio organizzativo per le aziende che utilizzano questa piattaforma made in Palermo. Racconta Danilo Costa, tra i fondatori di Coderblock: «Siamo in grado di garantire la gestione in modo agile di un ufficio virtuale con più utenti collegati. E di offrire la possibilità di fare riunioni, organizzare attività, meeting e presentazioni aperte anche a clienti esterni».

CODERBLOCK LAVORO DA REMOTO

La piattaforma arriva dopo che Coderblock ha già sviluppato con successo negli anni scorsi un progetto per trovare lavoro ai freelance, e collegarli al mondo delle imprese. Non sprecando così talenti che rischiano di restare ai margini del mercato del lavoro.

Le foto sono tratte dalla pagina Facebook di Coderblock.

Per candidare i vostri progetti, seguite le istruzioni fornite qui.

I PROGETTI IN CONCORSO PER IL PREMIO NON SPRECARE 2020:

Shares