Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Polizze auto, 10 consigli efficaci per risparmiare e scegliere la compagnia giusta al miglior prezzo

Ricordate la legge Bersani: chi acquista un veicolo può beneficiare di una classe di merito inferiore a quella di ingresso. I tre casi nei quali gli sconti sono obbligatori. Occhio ai confronti dei prezzi sul web. E ricordate: il tacito rinnovo non esiste più da anni.

da Posted on
Condivisioni

COME RISPARMIARE CON LE POLIZZE AUTO

Il salasso si può evitare. L’automobilista e il motociclista non sono più completamente in ginocchio di fronte all’enorme potere delle 40 compagnie che in Italia si spartiscono il mercato delle polizze auto e moto. A forza di graduali mini-riforme, e sempre contrastate fino all’ultimo secondo, siamo finalmente arrivati a un punto nel quale si può davvero risparmiare e non poco. Fermo restando che in Italia, è bene ricordarlo, è obbligatorio, per circolare, sottoscrivere un’assicurazione auto. Nonostante ciò, è possibile riuscire a risparmiare sul costo dell’Rc Auto su siti come Facile.it usando lo strumento di confronto messo a punto da uno dei principali siti di comparazione in Italia.

E veniamo al nostro decalogo.

LEGGI ANCHE: Polizze condivise, un modo per risparmiare in gruppo e diminuire le truffe per incidenti falsi

RISPARMIO ASSICURAZIONE AUTO E MOTO

  • Valutare le offerte. I prodotti studiati dalle compagnie di assicurazione sono in continua evoluzione, specie sul fronte dei costi. Ecco perché è fondamentale non fermarsi alla prima proposta e confrontare i diversi prodotti presenti sul mercato.
  • Scatola nera. Con la nuova legge sulla concorrenza, essa entra a pieno titolo nella Rc auto anche dal punto di vista normativo. Quindi, coloro che decidono di installare sul proprio veicolo la black box acquisiscono, di diritto, degli sconti. Inoltre, i dati raccolti dalla scatola nera durante un incidente costituiscono una prova a cui il giudice dovrà quasi sempre attenersi nel determinare le responsabilità del sinistro.
  • Ispezione del mezzo. Prima di sottoscrivere una polizza, per ricevere uno sconto sull’importo da pagare, è necessario sottoporlo a un’ispezione preventiva a carico della compagnia assicuratrice.
  • Test alcolock. Un altro modo per ricevere uno sconto sulla polizza è l’installazione, a bordo dell’auto, di meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore in caso nel guidatore venisse riscontrato un tasso alcolemico superiore ai limiti di legge.
  • La disdetta non serve. Non potrà quindi più esserci nessun addebito imprevisto per chi decide di interrompere la polizza dopo il termine massimo previsto. La legge ha introdotto anche il diritto a disdire il contratto per via telematica, senza più dover ricorrere alla raccomandata per posta, con un taglio dei tempi che comporterà anche un taglio dei costi.
  • Garanzie accessorie. Esaminatele una per una (dall’incendio al furto fino ai danni), e verificate se sono davvero necessarie e quale costo rappresentano. Solo dopo questa ricognizione potete decidere con la giusta conoscenza.
  • La legge Bersani.  Grazie alla legge Bersani (numero 40 del 2007) ogni guidatore che acquista un veicolo ha la possibilità di beneficiare di una classe di merito inferiore a quella di ingresso, e quindi più conveniente.
  • Attenti alle promozioni e alle clausole nascoste. Non sempre le offerte vantaggiose sono le più adatte alle vostre esigenze: quindi non fatevi ammaliare dai prezzi stracciati e valutate bene costi e benefici. Inoltre, molto spesso le offerte proposte dalle varie compagnie nascondono delle clausole, scritte quasi sempre in caratteri di piccole dimensioni, che possono comportare dei costi inaspettati. Vincoli contrattuali, spese di recesso e opzioni obbligatorie possono essere ignorati al momento della sottoscrizione ed emergere al momento del primo pagamento.
  • Occhio all’attestato di rischio e ai massimali.  L’attestato di rischio, che contiene la storia assicurativa degli ultimi anni del guidatore, è fondamentale per calcolare l’entità del premio. Dal 2015 è disponibile in versione online, mentre le imprese assicuratrici hanno accesso al database gestito dall’Ania. Prima di chiedere un preventivo, verificate sempre la correttezza delle notizia riportate. Controllate bene anche i massimali all’interno della polizza che andate a stipulare. E verificate che rispettino quanto previsto dalla legge: ovvero dei minimi di danni di 1 milione di euro per le cose e di 5 milioni di euro per le persone.
  • Prodotti giornalieri oppure a tempo. Se non utilizzare il veicolo tutti i giorni, potete optare per delle polizze giornaliere oppure a tempo, che vi consentiranno di abbattere i costi godendo, al tempo stesso, della tutela legale in caso di sinistro. Una valida alternativa, se utilizzate di rado l’auto o le due ruote.

COME RISPARMIARE CON LE SPESE PIÚ RICORRENTI: