Come riconoscere un uomo violento - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

L’uomo violento si può riconoscere e fermare. Ha 6 tratti inconfondibili. Basta scoprine uno, per liberarvene subito

Vuole avere sempre ragione e non lascia mai spazio alle vostre idee. È geloso fino all'ossessione. Cambia spesso umore, e diventa aggressivo. Che fare? Allontanatelo dal primo momento

COME RICONOSCERE UN UOMO VIOLENTO

Hai un nuovo amore? E l’ex ti spara. Vuoi respirare il profumo della libertà nella responsabilità? E il fidanzato ti picchia. Sei stata gentile con un uomo, magari semplicemente galante con te? Il tuo compagno, mentre tornate a casa, prima urla e poi passa ai ceffoni. La mostruosità dell’uomo violento, vigliacco, debole con i forti e forte con i deboli, ha molte facce. Talvolta ben dissimulate. La prima fatica che la donna deve fare, sempre e comunque, è scoprirle queste facce che inquinano la vita, la avvelenano fino a ridurla a spreco puro, nel modo più orribile. La morte timbrata con il marchio del femminicidio.

Romina Meloni, 49 anni, uccisa a pistolettate dal suo ex marito, che non accettava il suo nuovo  amore. 
(L’immagine è tratta dalla pagina Facebook di Romina Meloni)
 

Non abbiamo più bisogno di statistiche per capire la portata dell’orribile violenza che le donne subiscono ogni giorno, ogni ora, ogni minuto. Non abbiamo più bisogno di retorica e di stentorei appelli per consolare 7 milioni di donne che in Italia hanno fatto i conti con l’aggressione brutale di un uomo. Non abbiamo bisogno di interrogare esperti della mente umana per capire come sia possibile che ogni 5 minuti una ragazza o una bambina nel mondo possa morire per abusi.

LEGGI ANCHE: Come le donne ci insegnano a vivere con meno egoismo: il racconto in questo libro

UOMO VIOLENTO CARATTERISTICHE

Sappiamo tutto. A questo punto abbiamo bisogno di una sola cosa: fatti. Reazioni concrete, gesti e azioni che possano, in tempi non biblici, almeno ridurre questo gigantesco spreco di vite umane.
A proposito di fatti, sono consapevole di dire una cosa scomoda per le donne, ma forse mi perdoneranno in quanto uomo: imparate a riconoscere un uomo violento. Dal primo momento. E allontanatelo subito, in modo perentorio, senza dargli una seconda chance, senza fare sconti  e senza pietismo. Questa è la prima barriera anti-violenza che le donne, già quando sono ragazze e perfino bambine, devono alzare. Con le loro mani, come al solito, e senza aspettare l’aiuto di nessuno. Tra l’altro un uomo violento è facilmente riconoscibile, basta davvero poco per smascherarlo. Come, per esempio, ci indicano questi segnali ripresi da un testo che suggerisco alle donne di scolpire nella loro testa, un testo del Journal of International violence.

  • Il vostro uomo vuole organizzare tutto, senza neanche consultarti. È lui che decide il budget familiare, la scuola dei figli e perfino le vacanze. E se la donna mostra anche timidi gesti di indipendenza, si irrita. È  un comportamento per il quale potete iniziare a preoccuparvi.
  • Vuole avere sempre ragione, e non accetta alcuna forma di contraddittorio. Quando c’è un problema scarica la colpa su altri e non riconosce mai i vostri successi, che anzi lo infastidiscono. Dietro tanta sicurezza c’è un uomo fragile, e sempre scontento.
  • È geloso fino all’ossessione, e tenta di isolarvi da parenti, amici, colleghi di lavoro. Vi considera una sua proprietà privata e vi interroga in continuazione sui vostri spostamenti. È una gelosia ossessiva che annuncia l’arrivo di qualche altra forma di violenza, ben più grave.
  • Cambia spesso umore, e passa con molta frequenza dalla dolcezza all’aggressività. Una vera doppia personalità, e quando esagera è pronto poi a chiedervi scusa. Salvo ripetere l’errore dopo poco tempo.
  • Manipola la realtà, e vi presenta agli altri come una persona instabile, fragile e ingombrante. Scarica su di voi qualsiasi colpa: brutto segno di egocentrismo.
  • Inizia con le spinte, poi passa allo schiaffo sulla guancia, e poi ai ceffoni pesanti. Una vera spirale di violenza: da bloccare immediatamente, senza se e senza ma.
  • Se non riuscite a risolvere il problema della violenza all’interno delle mura domestiche, ricordate che potete chiedere aiuto. Chiamando il 112, oppure ricorrendo al numero verde 1522, attivo 24 ore su 24. Non aspettate troppo prima di farlo: se non altro gli servirà come lezione.

QUANDO LE DONNE SI RIBELLANO ALLA VIOLENZA:

Shares

LEGGI ANCHE: