Questo sito contribuisce all'audience di

Un Giro d’Italia “elettrico”

di Posted on
Condivisioni

Un viaggio silenzioso che vuole fare rumore. E’ partito da Roma domenica "Corrente in movimento", un "Giro d’Italia" senza emissioni di CO2 a bordo di un’auto (una 500) e due scooter elettrici che punta a far conoscere le eccellenze italiane nel campo delle energie rinnovabili. Strutturato in oltre 50 tappe per un totale di circa 5 mila chilometri lungo la Penisola, "Corrente in Movimento" è organizzato dall’omonima associazione con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente.

Nel tragitto, da un centro all’altro, sui mezzi elettrici saranno ospitati ricercatori, amministratori, imprenditori, cittadini per discutere dei principali temi legati all’energia alle sue prospettive future. "Vogliamo attirare l’attenzione dell’opinione pubblica – spiegano gli organizzatori – sui temi "caldi" della sostenibilità e della produzione di energia da fonti rinnovabili, questioni chiave per il nostro paese, sia per la tutela e la valorizzazione del nostro patrimonio naturale che per le prospettive occupazionali ed economiche per le giovani generazioni". "Sarà un’occasione – spiegano ancora – per promuovere le piccole e medie imprese, le pubbliche amministrazioni, le università ed i centri di ricerca che da anni contribuiscono a rendere l’Italia più sostenibile".

La prima tappa ha coperto la distanza dalla Piramide Cestia, nella capitale, al Parco dell’Energia rinnovabile di Guardea, in provincia di Terni. Oggi la carovana si è spostata invece fino

a Città di Castello, passando da Perugia, mentre domani punterà su Poggibonsi in Toscana. Al viaggio, oltre a ricercatori, tecnici e amministratori, prendono parte anche una serie di nomi noti della divulgazione scientifica e ambientale come Margherita Hack, Mario Tozzi, Luca Mercalli e Sveva Sagramola, ma potranno partecipare anche i semplici "curiosi". Sul sito ufficiale www.correnteinmovimento.it 1 è infatti possibile "acquistare" uno o più chilometri del tragitto: tra i partecipanti alla campagna verranno sorteggiate tre persone che saliranno sulla 500 elettrica per una tappa del viaggio. "Per dimostrare se ancora ce ne fosse bisogno – spiegano ancora da Corrente in Movimento – che un futuro di produzione energetica da fonti rinnovabili e mobilità alternativa è in realtà molto più vicino e a portata di mano di quanto si possa pensare".