So.De: le consegne a domicilio sostenibili

Cargo bike per gli spostamenti. Contratti equi e formazione ai riders. E un aiuto ai piccoli negozi di prossimità

So.De: le consegne a domicilio sostenibili

SO.DE. CONSEGNE A DOMICILIO SOSTENIBILI

Nella giungla delle consegne a domicilio, dove si sommano sfruttamento della manodopera e mancanza di sicurezza, ogni tanto si vede qualche raggio di luce. Come nel caso della start up So.De. partita nel capoluogo lombardo, ma pronta a espandersi in tutte le più importanti città italiane. Già la sigla della società rende l’idea del progetto, So.De. sta per Social delivery e indica un modello di consegne a domicilio ben diverso da quello al quale siamo abituati. In primo luogo, il servizio è affidato alle cargo bike, sicuramente meno precarie di un monopattino o di una mini-bici che sfreccia con la pioggia sulle rotaie di un tram, e meno inquinante di un qualsiasi mezzo a motore. Secondo punto sostenibile: le persone che vengono reclutate sono prevalentemente giovani disoccupati, ai quali viene assicurato un percorso di formazione formazionale e di inclusione lavorativa. Terzo: a tutti i lavoratori vengono garantiti contratti equi.  Quarto: tra i principali clienti di So.De. ci sono i negozi di prossimità e di quartiere, quelli che più soffrono per la concorrenza dell’online e delle spedizioni di qualsiasi prodotto inviato da Amazon e consegnato dai riders. Infine, la start up milanese, collabora con Solidando, l’hub milanese che raccoglie e distribuisce e parrocchie e associazioni il cibo invenduto. So.De. ha fatto un accordo con alcuni supermercati, dove ritira i prodotti che altrimenti sarebbero sprecati nell’immondizia e li consegna presso la sede di Solidando.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

A CHI DOBBIAMO DIRE GRAZIE IN QUESTI TEMPI BUI:

Torna in alto