Questo sito contribuisce all'audience di

Il cellulare che si ricarica con l’energia dei fulmini

Un gruppo di studiosi dell’Università di Southampton in collaborazione con l’azienda di telefonia Nokia si è posto come obiettivo quello di individuare una fonte alternativa e soprattutto sostenibile per l’alimentazione dei dispositivi elettronici.

Condivisioni

Ricaricare la batteria dello smartphone con l’energia dei fulmini: per ora si tratta solo di un esperimento ma potrebbe trasformarsi presto in realtà.

LEGGI ANCHE: Invenzioni green, così il cellulare si ricarica in 20 secondi

Il progetto portato avanti da un gruppo di studiosi dell’Università di Southampton in collaborazione con l’azienda di telefonia Nokia si è posto come obiettivo quello di individuare una fonte alternativa  e soprattutto sostenibile per l’alimentazione dei dispositivi elettronici.

In particolare, il team di scienziati ha studiato in che modo le risorse naturali possano essere impiegate per ricaricare un Nokia Lumia 925 simulando l’energia dei fulmini.

Come spiega nel video di Repubblica, Neil Palmer del Tony Davies High Voltage Laboratory dell’Università di Southampton: “Con la corrente alternata alimentata da un trasformatore, abbiamo inviato oltre 200.000 V attraverso uno spinterometro di 300 mm, generando calore e luce simili a quelli di un fulmine. Il segnale è stato poi trasferito a un secondo trasformatore di controllo, permettendoci di ricaricare il dispositivo”.

Un risultato importante che dimostra come i dispositivi tecnologici possono essere caricati con una corrente che si propaga attraverso l’aria e un passo in avanti importante per lo studio e lo sfruttamento dei fulmini come fonte di energia naturale.

PER APPROFONDIRE: Fairphone, lo smartphone etico che rispetta ambiente e lavoratori

LEGGI ANCHE: