Questo sito contribuisce all'audience di

Rifiuti ingombranti: il progetto “Non buttarli, donali”

Il Progetto “Non buttarli, donali”, per sostenere la lotta alla povertà, promuovere percorsi di inserimento lavorativo per persone con svantaggio, uscire dal consumismo e allontanare gli sprechi.

di Posted on
Condivisioni

RECUPERO RIFIUTI INGOMBRANTI: LA ONLUS “IMPRESSIONI GRAFICHE” – “Impressioni Grafiche” è una cooperativa sociale Onlus di inserimento lavorativo per persone svantaggiate. Lavora dal 1994 in provincia di Alessandria, in sinergia con il territorio, i servizi, le associazioni, gli enti, le scuole. Gestiamo ormai da molti anni, tra le altre cose, una raccolta di indumenti usati e da due anni un negozio, Solimarket, che crea lavoro per soggetti svantaggiati, per la raccolta e il riutilizzo di tutto ciò (mobili, elettrodomestici ecc) ancora utilizzabili.

LEGGI ANCHE: I gioielli creati attraverso il recupero dei rifiuti elettrici ed elettronici

IL PROGETTO “NON BUTTARLI, DONALI” –  Il Progetto “Non buttarli, donali”, su cui è stata firmata una convenzione tra la cooperativa “Impressioni Grafiche” e i Comuni dell’Unione Comunità Collinare Alto Monferrato Acquese, prevede che i cittadini, debitamente informati anche attraverso una capillare campagna nelle scuole della zona, non conferiscano alla discarica materiali ancora utilizzabili ma contattino la cooperativa che provvederà gratuitamente al recupero, all’eventuale aggiustamento e alla rimessa in circolazione dei beni. Dunque si attiva un circuito virtuoso: prevenzione all’accumulo in discarica di oggetti ancora utilizzabili, creazione di lavoro per persone con disagio e difficoltà, risparmio per i comuni e effetto calmiere sui costi di famiglie o singoli che debbono arredarsi una casa piuttosto che provvedere al corredo scolastico dei figli o altro.

Il progetto è già in funzione, molti cittadini già ci chiamano o direttamente portano al nostro negozio ciò che non usano più e ritengono ancora fruibile. Sempre più comuni della zona sono interessati a intraprendere un percorso di questo tipo, provando a coniugare maggiore sostenibilità ambientale e sociale.

PER APPROFONDIRE: Riciclo di rifiuti e opere d’arte, il laboratorio dei pazienti dell’ospedale di Trieste

Il progetto è in concorso per l’edizione 2014 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui!

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!