Come vendere vestiti usati: ecco i siti giusti - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Vestiti e indumenti usati, come venderli. Ai mercatini, ad aziende specializzate, sul web

La prima soluzione, di fronte a guardaroba pieni di oggetti che non utilizziamo più, è sempre la stessa: donarli. Poi ci sono i siti specializzati per venderli. Ecco i migliori. E alcuni mercatini specializzati. Il vantaggio di fare decluttering.

Condivisioni

COME VENDERE VESTITI USATI –

Un terzo del nostro guardaroba, ne abbiamo parlato più di una volta, non lo utilizziamo mai. Uno spreco assoluto. Potremmo fare un gesto utile per chi non si può permettere gli stessi abiti e gli stessi indumenti che noi lasciamo marcire in un armadio: gesto semplice, semplicissimo, che si traduce nel donare (se non sapete a chi, rivolgetevi alla prima parrocchia vicino casa oppure al primo Centro della Caritas più vicino al vostro quartiere). Seconda possibilità: vendere, o attraverso la rete ormai gigantesca dei mercatini estivi ed invernali oppure utilizzando il web. Tra l’altro, nell’occuparci della donazione o della vendita di questi vestiti inutilmente accumulati, avremmo fatto anche una cosa strategica e preziosa per l’ordine nelle nostre case: il decluttering.

LEGGI ANCHE: Raccolta abiti usati, i clan ci hanno messo le mani sopra. Ma noi siamo più forti (foto)

VENDITA ONLINE VESTITI USATI –

Oltre che attraverso i canali tradizionali, la vendita di vestiti usati trova un canale particolarmente valido nel web. Un esempio virtuoso a tal proposito è “Twice”, un portale californiano che ogni anno commercializza circa 700 milioni di tonnellate di vestiti usati. Anche in Italia abbiamo realtà simili, tipo “Girotondoweb.it”, portale, quest’ultimo, specializzato nella vendita di capi di abbigliamento.

DONARE, LA FELICITA’ DI AIUTARE QUALCUNO. SENZA CONTROPARTITE:

LEGGI ANCHE:

2 Comments
  • stefano
    16.11.2014

    bellissima iniziativa secondo me sarebbe ancora piu bella se anche grandi marche iniziano a dare’ esempio magari creando collezioni nuove. Riutilizzando vecchie.

  • Michela Valzelli
    03.07.2015

    http://www.poufbimbi.com si possono scambiare i vestiti usati con altri 🙂