Questo sito contribuisce all'audience di

Mercatini dell’usato, i migliori in Italia. Come si scelgono e dove si trovano. Non cercate solo affari, ma anche voglia di stare insieme (foto)

Un sito fornisce la mappa aggiornata in tempo reale, città per città, regione per regione, di tutti i mercati. Dove potete comprare e anche vendere. Per selezionare quello giusto, affidatevi anche al vostro fiuto e ai nostri consigli

di Posted on
Condivisioni

MERCATI DELL’USATO IN ITALIA

Ricordatevi che un mercatino dell’usato non è  solo un luogo per fare acquisti e, in qualche caso, affari. E’ una postazione simbolo della lotta contro gli sprechi, in quanto se siete bravi comprerete ottimi oggetti a prezzi convenienti. E vi libererete di cose superflue. Ma è anche un luogo per condividere, fare comunità, stare insieme agli altri, dalla famiglia, agli amici, fino agli stessi frequentatori dei mercatini. 

Chi ancora considera il mercato dell’usato un girone di serie B dell’economia sommersa non ha proprio capito nulla. Stiamo parlando, infatti, di un pezzo sempre più strutturale dei nostri stili di vita, come consumatori, e di un segmento che non conosce la parola crisi, come aziende. Più della metà degli italiani nel corso dell’anno ha fatto almeno un acquisto o una vendita di prodotti usati. 

LEGGI ANCHE: Economia circolare, un mondo senza sprechi. Tutto si può riusare, con grandi risparmi

BOOM DEI MERCATINI DELL’USATO IN ITALIA

Dunque, la metà della popolazione è attiva in questo circuito. La crescita dei fatturati (poi c’è la quota, incalcolabile, del sommerso) viaggia attorno alle due cifre, ed è costante nel corso degli ultimi anni. Con il risultato che l’industria dell’usato ormai raccoglie più di 3.500 imprese con oltre 10mila occupati. Numeri occupati, che poche grandi aziende possono vantare. L’acquisto e la vendita nell’usato sono usciti dal limbo dei comportamenti di una minoranza e sono diventati stili di vita, approcci sul mercato, scelte di gusto. Con un ruolo centrale delle donne che hanno piena potestà anche per questo tipo di decisioni. Inoltre una spinta vitale al settore è arrivata da Internet, dove avvengono una buona parte della transazioni, senza trascurare mercati e mercati che gli italiani amano molto.

I MIGLIORI MERCATINI DELL’USATO IN ITALIA 

Come si sceglie un mercatino dell’usato? In quale modo possiamo riconoscere la sua affidabilità e la sua qualità? Innanzitutto fidatevi, se siete frequentatori abituali di questi luoghi, del vostro sguardo, anche del colpo d’occhio. Girando tra le bancarelle e le postazioni, siete in grado di riconoscere al volo qualità e prezzi della merce in vendita. L’affidabilità di un mercatino è legata anche alla sua storia, al tam tam, ovvero alle voci che corrono di bocca in bocca, da parte degli utenti (specie  nei mercatini di piccole cittadine). Per essere aggiornati, potete poi consultare le pagine di cronaca, anche online, dei giornali sul territorio: di solito, durante il fine settimana indicano sempre dove e come si svolgono i mercatini. Se invece volete avere un’informazione in diretta, con tanto di domanda e risposta, ovunque vi trovate, non dovete fare altro che andare sul sito Mercatini d’Italia.it, trovate tutto. Ovvero, c’è una risposta, per qualsiasi città, provincia e regione. E dovete solo leggere, guardare le immagini e scegliere: sicuramente andrete nel migliore. 
 
 

PER APPROFONDIRE: Tutte le virtù del baratto, il fascino dello scambio e dell’acquisto di oggetti usati.  I racconti in questo libro  

MERCATINI DELL’USATO CONTRO LA CRISI ECONOMICA

Il mercato dell’usato, insomma, sta diventando una sorta di universo parallelo dello shopping, all’insegna di un significativo mutamento negli stili di vita degli italiani, un tempo refrattari agli acquisti di seconda mano. Ma sbaglia di grosso chi imputa il cambiamento sempre e solo agli effetti della Grande Crisi che ha tagliato la spesa media in tutti i ceti sociali. Certo: la Doxa ci dice che il 71 per cento di quelli che comprano oggetti usati lo fa per risparmiare. Ma ci avverte anche che, nel 58 per cento dei casi, gli italiani che hanno venduto cose di seconda mano, hanno pensato così di liberarsi del superfluo, dell’inutile. Dello spreco.

SITI PER IL BARATTO ONLINE

Non a caso, sono diventati frequentatissimi i mercatini del baratto che intercettano i momenti del cambio di stagione, quando ci rendiamo conto che non utilizziamo più circa un terzo degli abiti nei nostri armadi. Infine, un altro fattore propulsivo dell’usato è rappresentato dalla piattaforma del web. In paesi dove la compravendita di oggetti di seconda mano è consolidata da tempo, come la Germania e la Gran Bretagna, un utente di Internet su quattro, nel corso dell’anno, ha venduto almeno tre oggetti. E in Italia il 30 per cento di acquirenti e di venditori di prodotti usati realizzano i loro scambi attraverso le piattaforme online.  Il sito www.secondamano.it, solo per fare un esempio, ha circa due milioni di utenti registrati e le sue offerte spaziano dagli immobili ai motori, dai prodotti per la casa agli articoli sportivi. Un vero supermarket online dell’usato.

USATO E BARATTO CONTRO LA CRISI E PER RILANCIARE I CONSUMI

Un altro luogo comune da sfatare è che il mercato dell’usato deprima lo shopping, e quindi i consumi, fino ad aggravare il clima recessivo. Non è vero. Semmai è il contrario: l’approccio a un oggetto di seconda mano, specie se di buona qualità, può diventare il primo passaggio di un successivo acquisto dello stesso prodotto, ma questa volta nuovo di zecca. Inoltre la compravendita dell’usato al momento vale circa 18 miliardi di euro (ma bisogna aggiungere l’enorme mercato sommerso che sfugge alle rilevazioni statistiche), pari all’1 per cento del prodotto interno lordo, e genera ricchezza e lavoro. Inoltre, tra i sostenitori e gli attori di quello che gli anglosassoni definiscono second hand shopping ci sono in prima fila le donne, specie nella fascia di età tra 28 e 33 anni. Stiamo parlando di consumatrici forti, che orientano i mercati. E testimoniano che gli stili di vita degli italiani, in materia di acquisti, stanno cambiando in modo radicale.

MERCATINI DELL’USATO IN ITALIA: 

COME FARE ORDINE NEGLI ARMADI DELLE NOSTRE CASE