Questo sito contribuisce all'audience di

Bagno a Ripoli, pizza “anti-solitudine” a domicilio per gli anziani del paese

Il comune in provincia di Firenze con la collaborazione della Croce Rossa e del circolo “lo Stivale” ha avviato un progetto per regalare un momento di conforto agli anziani soli. Le pizze sono impastate e cucinate dai membri del circolo, che le forniscono a titolo gratuito, e consegnate dai volontari della Croce rossa

Condivisioni

PIZZA GRATUITA PER ANZIANI SOLI –

Mediamente hanno più di 80 anni, sono in gran parte donne e vivono per lo più da sole. Sono le anziane che usufruiscono di un progetto di socializzazione messo in campo dal Comune di Bagno a Ripoli, Croce Rossa e circolo “lo Stivale” di Candeli, per fare compagnia ai “vecchi” del paese in maniera originale: portandogli gratuitamente la pizza a casa. In questo modo i volontari dell’iniziativa regalano agli anziani non solo una buona Margherita o una squisita Napoli ma soprattutto l’occasione di fare due chiacchiere con qualcuno.

LEGGI ANCHE: Abito qui, a Roma la boutique solidale di Caritas per aiutare chi è in difficoltà

PIZZA GRATUITA BAGNO A RIPOLI –

Gli anziani che beneficiano del progetto, escludendo una coppia di coniugi, sono privi di rete familiare oppure hanno i figli o i nipoti lontani. Per questo, per loro, il venerdì sera – giorno deputato alla consegna delle pizze – è diventato un vero e proprio appuntamento sociale. Durante la serata i giovani volontari della Cri di Bagno a Ripoli, comune della provincia di Firenze, fanno il giro del territorio – da Villamagna all’Antella e poi a Grassina – per recapitare agli anziani le pizze impastate e cucinate dai membri del circolo che le forniscono a titolo gratuito. I ragazzi deputati alla consegna per educazione non entrano mai in casa ma spesso sono i padroni ad invitarli ad accomodarsi, perché i minuti che passano con i volontari “gli cambiano la giornata”. La consegna della pizza, inoltre, rappresenta una piccola ma preziosa occasione per gli anziani di intrattenere rapporti interpersonali che li rendono consapevoli di non essere lasciati soli. Oltre che un modo per i volontari per verificare le loro condizioni di salute.

PER SAPERNE DI PIÙ: Aperti per ferie: il progetto per fare compagnia agli anziani lasciati soli d’estate

PIZZA SOLIDALE –

Il servizio, avviato nel mese di luglio, ha raccolto numerose adesioni che continuano ad aumentare in maniera costante. Il successo ottenuto ha spinto l’amministrazione, a partire da settembre, ad istituzionalizzare il progetto che passerà alla consegna quotidiana della cena (lunedì – venerdì) per gli anziani in carico all’ufficio sociale del Comune che ne faranno richiesta. I pasti saranno preparati dalla cucina comunale gestita da Siaf, mentre a consegnarli, ci penserà il corpo dei volontari della Cri che avranno modo di prendersi cura di anima e corpo di questi anziani.

QUELLI CHE IL CIBO LO SANNO DONARE

Donare il cibo avanzato del ricevimento, quando il matrimonio è una festa per tutti

Magazzini sociali: il progetto per aiutare i poveri e combattere gli sprechi di cibo

Pizza “sospesa” per senzatetto e poveri: le iniziative da Napoli a Philadelphia

Gelato sospeso 3.0: un piccolo gesto di grande solidarietà per far sorridere i bambini poveri

La moda del sospeso, un piccolo gesto ma di grande valore contro l’indifferenza