Questo sito contribuisce all'audience di

Mozziconi di sigarette a terra: da domani scattano le multe. E saranno pesanti

Le sanzioni previste vanno da 60 a 300 euro. Legge inevitabile, in un Paese dove si gettano nelle strade e nei giardini 72 miliardi di cicche l’anno. Ma servono i portacenere.

Condivisioni

MULTA MOZZICONI SIGARETTE –

Da domani, martedì 2 febbraio, si fa sul serio. Entrano in vigore, infatti, le nuove norme che puniscono, con sanzioni dei vigili urbani, chi getta un mozzicone di sigaretta in strada, sui marciapiedi, nei giardini pubblici. Un verbale da 60 a 300 euro. Quanto dovrebbe bastare come deterrente per questa abitudine, con spreco, da persone incivili.

LEGGI ANCHE: La bella iniziativa di un pensionato siciliano per liberare la spiaggia dai mozziconi di sigarette

COSA PREVEDE LA LEGGE –

La legge, che serve anche a scoraggiare i consumi di sigarette purtroppo in aumento, prevede anche l’assoluto divieto di fumare in auto mentre si guida, e in ogni caso quando in macchina c’è un minorenne o una donna in gravidanza. Qui le multe possono variare da 50 a 500 euro.

Che dire? Siamo contrari a norme troppo punitive e continue, anche su comportamenti così elementari di educazione civica. Ma questa legge era indispensabile, laddove siamo arrivati in Italia a gettare a terra, ogni anno, qualcosa come 72 miliardi di cicche di sigarette, delle quali il 40 per cento finisce poi per inquinare il mare e le spiagge.

VIETATO GETTARE MOZZICONI DI SIGARETTE A TERRA –

A questo punto servono due cose. La prima riguarda i vigili, che dovranno fare applicare le norme. Speriamo che lo facciano con lo stesso zelo con il quale distribuiscono verbali agli automobilisti. La seconda, invece, si riferisce alla necessità dei portacenere da installare. Lo dice anche la legge, che parla di «frequenti contenitori», con una formulazione necessariamente generica. Si potrebbe fare così: con il ricavato delle multe, le amministrazioni comunali potrebbero fornire le strade di portacenere di design e migliorare la pulizia dei marciapiedi. Non ci sarebbe modo migliore per spendere i soldi incassati grazie ai cittadini incivili.

PER APPROFONDIRE: La seconda vita dei mozziconi di sigarette, non più a terra ma nei nostri armadi