Questo sito contribuisce all'audience di

Il senatore che presiede la Commissione Istruzione ha in tasca un solo titolo di studio: la licenza media

È l’uomo istruzione della Lega, colui che sta lavorando alla riforma che dovrebbe archiviare la Buona scuola. Nel frattempo in commissione ha anche il compito di contrastare l’abbandono scolastico, un fenomeno ancora molto diffuso in Italia che lo scorso anno ha visto 151mila ragazzi abbandonare i banchi prima del tempo

Condivisioni

MARIO PITTONI TERZA MEDIA

Dal 1995 ad oggi, secondo un dossier della rivista specializzata Tuttoscuola, l’Italia ha perso lungo la strada tre milioni e mezzo di studenti. Il tasso di abbandono scolastico nel 2018 si è attestato al 24,7%, per un totale di 151mila ragazzi. Un fenomeno in diminuzione rispetto al passato ma ancora molto preoccupante sul quale hanno l’obbligo di intervenire le istituzioni e in primis il ministero dell’Istruzione. Al fianco del Mibact svolgono un ruolo importanti le due commissioni parlamentari che si occupano principalmente di vigilare su formazione, precariato e abbandono scolastico. Al capo di quella del Senato, però, c’è il leghista Mario Pittoni che, in un’intervista a l’Espresso ha ammesso di essere in possesso della sola licenza media. “Sa – ha spiegato il 67enne Pittoni – sono figlio della contestazione globale, erano tempi in cui ci si opponeva. Ho un padre insegnante e un fratello professore, quindi ho sempre respirato scuola e per questo sono preparatissimo. Non mi sono diplomato per ribellione”.

LEGGI ANCHE: Educazione civica, sì alla legge per farla tornare materia di insegnamento a scuola. Firmate con noi

RESPONSABILE LEGA SCUOLA LICENZA MEDIA

Pittoni, dopo la prima elezione nel 2008, è diventato a detta di molti un esperto del “burocratese scolastico”, tanto che il suo nome era uno di quelli che circolavano con una certa insistenza per l’incarico di ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Scelta che poi è ricaduta su Marco Bussetti, evitando che si ripetesse un caso Fedeli bis. Ironia della sorte, la Lega era stata tra gli schieramenti ad alzare di più la voce nella richiesta di dimissioni quando si è scoperto che il ministro della scorsa legislatura era sprovvisto di laurea e con un solo diploma triennale all’attivo.

RESPONSABILE LEGA SCUOLA LICENZA MEDIA

Il senatore leghista, oltre ad essere il presidente della commissione Istruzione del Senato, è anche una delle menti della riforma che dovrebbe archiviare la Buona scuola. Lo scorso marzo scorso, infatti, era stato lo stesso leader della Lega Matteo Salvini a investirlo della carica di “uomo istruzione” del partito annunciandone le idee per rilanciare la scuola. Eppure Pittoni tra i banchi non ci ha passato tanto tempo, mancanza che finora ha cercato di tenere nascosta omettendo l’assenza del diploma nei curriculum ufficiali. Nel cv che si può trovare sul sito del comune di Udine, di cui è stato consigliere, alla voce Istruzione si legge solo: “Iscritto all’albo dei giornalisti dal 1981”.

RESPONSABILE LEGA SCUOLA LICENZA MEDIA

Tra i cavalli di battaglia del sentore leghista c’è il ritorno al “professore prevalente” che insegnerà le materie principali, seguendo gli alunni per tutto il percorso. Riavvicinare i docenti al proprio territorio e concorsi su base regionale, oltre al “valore educativo delle bocciature“. Convinzioni che Pittoni avrebbe maturato sul campo, tanto da arrivare a dichiarare all’Espresso: “Quello che c’è da sapere non si impara sui polverosi libri”. Frase che in un secondo momento ha smentito in un post su Facebook, aggiungendo: “Con mamma e fratello insegnanti, sono praticamente cresciuto a pane e scuola, e i miei cinque anni di medie superiori li ho fatti, anche se in due scuole diverse”, sarà abbastanza per affidagli la vigilanza sull’abbandono scolastico e la riforma della Scuola? 

QUALCHE IDEA PER RILANCIARE LA NOSTRA SCUOLA