Questo sito contribuisce all'audience di

“Local warming”, il sistema che rivoluziona gli impianti di riscaldamento e abbatte gli sprechi

Presentato in occasione della Biennale di Architettura di Venezia, si tratta del prototipo di un sistema di riscaldamento in grado di adattarsi alle esigenze di ogni singola persona presente all’interno di una determinata stanza.

di Posted on
Condivisioni

LOCAL WARMING MIT (Massachussetts Institute of TTechnology) – Quante volte durante l’inverno, in casa o al lavoro, si finisce per mantenere il riscaldamento anche in stanze che non vengono adoperate con un conseguente spreco di energia e  denaro?

Un problema che l’innovativo sistema di clima personalizzato definito “Local warming” e sviluppato da un team di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology  (MIT) di Boston forse potrebbe risolvere.

LEGGI ANCHE: Illuminazione a Led nelle strade, così si può risparmiare 1 miliardo di euro

IL SISTEMA LOCAL WARMING PER IL RISCALDAMENTO DEI DIVERSI AMBIENTI – Presentato in occasione della Biennale di Architettura di Venezia, si tratta del prototipo di un sistema di riscaldamento in grado di adattarsi alle esigenze di ogni singola persona presente all’interno di una determinata stanza.

Un sistema quello sviluppato dall’architetto Carlo Ratti, docente presso il MIT – Senseable City Lab in collaborazione con il suo team, che sincronizza la presenza umana con un sistema hardware integrato e gestito in modo digitale per il controllo climatico.

COME FUNZIONA LOCAL WARMING –Local warming” prevede infatti la presenza di 90 lenti ad infrarossi e un sistema integrato di movimento, di controllo digitale e rilevamento appeso a una griglia a soffitto. Non appena il visitatore fa il suo ingresso in quel determinato spazio e preleva un qualsiasi oggetto, “Local warming” percepisce la sua presenza e indirizza il calore direttamente verso di lui.

Le informazioni vengono trasmesse, attraverso il wi-fi alla griglia posta vicino al soffitto, e le onde di calore termico seguono le persone attraverso lo spazio indirizzando su di esse un raggio riscaldato personalizzato, assicurando il comfort ambientale e ottimizzando l’efficienza energetica complessiva.

Per ora “Local warming” è solo un prototipo ma, in futuro potrebbe prevedere per le persone presenti in quel determinato spazio anche la possibilità di definire la temperatura desiderata tramite collegamento con un’app sullo smartphone.

Anche i pannelli radianti da installare all’interno delle abitazioni, verranno mimetizzati all’interno di controsoffitti.

I VANTAGGI DI LOCAL WARMING – Innumerevoli i vantaggi: “Local warming” è infatti in grado di abbattere i consumi ma soprattutto gli sprechi di energia eliminando il problema relativo al riscaldamento di un ambiente temporaneamente vuoto soprattutto se di grandi dimensioni.

PER APPROFONDIRE: “Solar Share”, il progetto che permette ai cittadini di condividere l’energia prodotta dal sole

LEGGI ANCHE: