Dispensa l'eccedenza, il progetto del Comune di Tivoli
Questo sito contribuisce all'audience di

“Dispensa l’eccedenza”, il progetto del Comune di Tivoli per combattere gli sprechi alimentari

Un’iniziativa importante che, grazie alla collaborazione con una rete di associazioni, non solo permette di non sprecare il cibo in eccedenza ma anche di sostenere le famiglie in difficoltà del territorio

di Posted on

Prevenire e ridurre lo spreco alimentare, a partire dal recupero delle eccedenze: questo l’obiettivo del progetto “Dispensa l’eccedenza” promosso dal settore Servizi sociali e finanziato dal Comune di Tivoli. A sostenere l’iniziativa anche Città metropolitana di Roma, in virtù anche degli ottimi risultati raggiunti con il recupero dei rifiuti e la raccolta differenziata nell’ambito del territorio comunale e che collocano Tivoli tra i Comuni virtuosi d’Italia, sfiorando ogni mese la media dell’80% della raccolta differenziata (81% nel luglio scorso).

DISPENSA L’ECCEDENZA COMUNE DI TIVOLI

Alla lotta agli sprechi alimentari si unisce anche il sostegno alle fasce più deboli della popolazione: grazie alla collaborazione con una rete di associazioni (Asa Tivoli spa; l’associazione Banco Alimentare del Lazio; l’associazione Equoevento; la confraternita Misericordia di Villa Adriana; Slow Food Tivoli e Valle dell’Aniene), il cibo in eccedenza recuperato viene distribuito alle famiglie più bisognose del territorio.

LEGGI ANCHE: Cibo scaduto, quando si può mangiare

COME FUNZIONA IL PROGETTO DISPENSA L’ECCEDENZA

La campagna portata avanti dal Comune di Tivoli ha anche lo scopo di educare tutti al consumo responsabile per evitare sprechi e, proprio per favorire questa attività di sensibilizzazione, promuove il progetto “Porta a cAsa” di Asa Tivoli spa. Obiettivo principale: diffondere l’uso dei contenitori per l’asporto dei cibi in avanzo al termine dei pranzi o delle cene in locali e ristoranti. Nel progetto verranno coinvolte anche le scuole alle quali verrà consegnata una fornitura di sacchetti antispreco personalizzati.

Il Comune di Tivoli e Asa Tivoli spa, inoltre, realizzeranno sui propri canali comunicativi delle campagne di comunicazione con contest sui social network per incentivare la donazione delle eccedenze alimentari e verrà indetto un premio comunale destinato alle tre attività commerciali (forni, pizze al taglio, pasticcerie etc.) che avranno effettuato il maggior numero di donazioni.

Le attività di recupero e distribuzione degli alimenti freschi, dell’invenduto e delle eccedenze alimentari provenienti dalla grande distribuzione ma anche da eventi enogastronomici e culturali e dalla ristorazione, avverrà grazie a Banco Alimentare del Lazio e l’associazione Equoevento.

L’iniziativa “Dispensa l’eccedenza” prevederà, inoltre, la creazione di un database con i contatti delle aziende agricole presenti nel territorio tiburtino, così da poterle contattare per il recupero delle eccedenze.

PER APPROFONDIRE: Sprechi di cibo, come si riutilizzano gli avanzi. Consigli per non buttare nulla

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

LA PIATTAFORMA YOUFEED

Le donazioni da parte dei cittadini e delle attività commerciali potranno essere gestite anche facendo riferimento alla piattaforma Youfeed, attraverso la quale i prodotti verranno assegnati alle strutture caritative già convenzionate con il Banco Alimentare del Lazio.

L’iniziativa “Dispensa l’eccedenza” è in concorso per il Premio Non Sprecare 2021, nella sezione “Istituzioni”. Per candidare i vostri progetti, seguite le istruzioni fornite qui.

I PROGETTI IN CONCORSO PER IL PREMIO NON SPRECARE 2021:

  1. Comunità energetica: a San Lazzaro sono i cittadini che costruiscono l’impianto fotovoltaico della scuola
  2. CIRA, l’eccellenza italiana che lavora per viaggi spaziali economici e sostenibili
  3. LombriCOMPOSTiera: il biocompostatore sostenibile che trasforma i rifiuti in risorsa
Share

<