Consigli per il pranzo di Pasqua - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Il pranzo di Pasqua di Non sprecare: ecco come risparmiare e portare in tavola cibo salutare

Pranzo di Pasqua sano e nutriene ma gustoso? Ecco tutti i nostri spunti, insieme ai consigli nutrizionali della dottoressa Sara Campolonghi

di Posted on
Condivisioni

CONSIGLI PER IL PRANZO DI PASQUA

La Pasqua si avvicina e come ogni anno fervono i preparativi. Proprio come tutto l’anno, però, anche in questa occasione di festa devono rimanere fermi i nostri propositi di non spreco e salute, che anzi in giorni come questi possono essere esaltati ancor di più. La dottoressa Sara Campolonghi ci suggerisce tanti consigli per il pranzo di Pasqua per provare ad abbandonare per una volta le tradizionali pietanze, con leggerezza e senza rinunciare al gusto. Ecco cosa ci scrive.

LEGGI ANCHE: Come fare un uovo di Pasqua originale

RICETTE PER IL PRANZO DI PASQUA

Le possibilità di piatti ed abbinamenti sono davvero tante. La scelta dipenderà anche dai vostri gusti: se preferite un menu a base di carne, pesce, oppure senza ingredienti di origine animale. Certamente il primo elemento da considerare sono gli ingredienti di stagione: la primavera è arrivata, ed ecco che sui banchi dei mercati troviamo i meravigliosi carciofi, gli asparagi, le prime fragole.

CONTORNI PER IL PRANZO DI PASQUA

Il carciofo può diventare l’ingrediente principale del menu: come condimento per un’ottima pasta o lasagna, o ad accompagnare i secondi. Gli asparagi possono essere la base di un delizioso risotto (magari integrale), o un raffinato contorno per il pesce al forno con un condimento a base di olive, o cotto semplicemente al vapore.

consigli per il pranzo di pasqua

Per chi preferisse i legumi, scatenate al vostra fantasia, con un ottimo tortino di ceci, carote e broccoliuna caponatina di verdure con pinoli e uvetta, una purea di lenticchie con riso basmati integrale, o ancora delle simpatiche crocchette di miglio e verdure. Per i contorni, provate l’insalata di cavolo rosso con pistacchi e uvetta, o l’insalata agrodolce di finocchi, verza, olive nere e arancia.

La primavera ci regala sempre verdura di stagione ricca di vitamine, sali minerali e benessere, perché non approfittarne?

PRIMI PER IL PRANZO DI PASQUA

Che si attinga alla tradizione o alle mode contemporanee, i primi per il pranzo di Pasqua sono davvero tanti e sfiziosi.
Chi ama il pesce può preparare un semplicissimo quanto gustoso piatto di spaghetti con le acciughe, seguendo la tradizione gastronomica del Mezzogiorno, con capperi e pomodorini.
Chi invece preferisce un piatto sostanzioso, appetitoso e raffinato può dedicarsi alla preparazione di tagliatelle caserecce o reginelle con salsa di noci, fantastico primo piatto che apre a secondi ricchi di personalità e gusto, come gli arrosti.

Per un piatto all’insegna dell’originalità, i cestini  di pasta brisée ripieni di crema di lenticchie ed insaporiti con curcuma, verza e pomodorini metteranno d’accordo tutti i commensali, vegani e vegetariani inclusi.

SECONDI PER IL PRANZO DI PASQUA

Anche sui secondi possiamo sbizzarrirci a scegliere ricette della tradizione, che magari ci ricordano l’infanzia, o cimentarci con preparazioni più elaborate o particolari.

Per esempio, perché non dedicare il nostro secondo al protagonista indiscusso del periodo pasquale, cioè le uova?
Sono gustose, saporite e personalizzabili in mille maniere, sode o alla coque o sotto forma di frittata o quiche.
In più, solitamente tutti le abbiamo in frigo e a volte le lasciamo scadere, quindi niente di meglio che usarle per regalarci un secondo appetitoso senza sprecare.

Gli appassionati di ricette senza carne, poi, possono stare tranquilli: ci sono mille varianti di polpette da fare senza utilizzare carne. Una tra tutte, particolare e contemporanea, quella con quinoa e spinaci per fare bella figura senza spendere dal macellaio.

Chi, invece, decidesse di optare per il pesce, la zuppa di pesce è l’ideale. Tradizionale, gustosa e, con le dovute accortezze, economica. Fatela con il pesce povero, con molto peperoncino.

consigli per il pranzo di pasqua

DESSERT PER IL PRANZO DI PASQUA

Le fragole possono essere utilizzate in una ricca macedonia accompagnate da pezzetti di cioccolato extrafondente, noci, mandorle, uvetta e datteri freschi, oppure per formare colorati spiedini di frutta fresca insieme ad ananas, kiwi ed albicocche o prugne secche.

Infine, l’irrinunciabile uovo di cioccolato: ce ne sono di tutti i tipi, scegliamolo con cura! Alta qualità, cioccolato con alta percentuale di cacao, magari arricchito con mandorle, noci, nocciole, peperoncino, mirtilli rossi.

Per concludere, non dimenticate la sensazione sgradevole che ci prende di solito alla fine di un pranzo troppo abbondante: oltre a creare un menu gustoso ed equilibrato, godetevi appieno il vostro pranzo pasquale, assaggiando di tutto, soprattutto i piatti che più vi piacciono, ma regolatevi con le porzioni! Gusterete ogni boccone e vi alzerete da tavola felici, magari per fare una bella passeggiata al sole in compagnia.

Auguri a tutti!

ECCO COME APPROFITTARE DI QUESTA FESTIVITÀ CON LE RICETTE DELLA TRADIZIONE E NON SOLO: